fbpx
24 ore di Le MansWEC

499P: cresciuta in fretta ma non ancora grande

Quando nel 1973 la Ferrari decise di ritirarsi dal campionato Endurance, noi tifosi fummo colti di sorpresa, infatti da sempre sappiamo che le corse di durata hanno costituito il DNA della rossa e gran parte della sua fama nasce dalle vittorie nelle gare di durata dove spiccano i 9 successi ottenuta nella mitica 24 ore di Le Mans.
Negli anni ’60 la sfida Ferrari Ford ha riempito le pagine dei quotidiani sportivi arrivando ad oscurare il campionato di formula uno.
L’ingresso del socio di Torino è stato probabilmente il motivo di tale ritiro obbligando la Ferrari a concentrarsi solamente nel campionato di formula uno che stava assumendo importanza e dava ritorni economici notevoli.
Quando nel 2022 la Federazione decide di dare una svolta ai regolamenti, il presidente Elkan, supportato da un team capitanato da Antonello Coletta, ha ritenuto d interpretare un esigenza scritta nel DNA della Ferrari e ha deciso di varare il nuovo programma Hypercar accettando una sfida tecnica che la casa di Maranello non può ignorare.

wec monza 2023
© Federico Sandoli

Nel 2022 la pista di Fiorano, impoverita da assurdi regolamenti che hanno messo al bando i test, si arricchisce di una strana macchina che girando in modo interminabile stava mettendo le basi a quella che sarà la nuova Hypercar della Ferrari.
Il gruppo di lavoro con in testa Coletta lavora in modo impossibile per rispettare il target imposto dal Presidente che vuole presentare la macchina per finali mondiali di Imola che si sarebbero tenute dal 25 al 31 ottobre.
La neonata 499P, questo è il suo nome, è una macchina che ha delle antenate ruggenti e famosissime come la 312PB oppure la meravigliosa P4 del 1967, modelli leggendari concepiti e nati in una rossa diversa da quella attuale, ovvero una realtà artigianale governata con piglio quasi dittatoriale da Enzo Ferrari.

wec monza 2023 ferrari 499p
© Federico Sandoli

In questo panorama storico si inserisce l’ultima nata di Maranello che, con la vittoria nell’edizione del centenario della 24 ore di Le Mans a 50 anni esatti dall’ultima partecipazione del cavallino, la casa di Maranello ha stupito il mondo scrivendo una bellissima pagina sportiva che nel tempo diventerà una leggenda.
In questa Ferrari dai due volti, in F1 le vittorie singole non servono a farci dimenticare che l’ultimo titolo risale al 2008, si colloca la 499P che, quando riuscirà a vincere il campionato, diventerà il primo prototipo a fare ombra al più famoso e titolato mondiale di Formula 1.
Mentre ci auguriamo di vedere una 499P grande non possiamo non pensare a una Ferrari vincente in entrambi i campionati soprattutto per continuare nella strada intrapresa nel 47 da un visionario chiamato Enzo Ferrari.

finali ferrari 2022 499P
© Silvano Lonardo

Pubblicità

Federico Sandoli

Esperto di logistica e trasporti, sempre pronto a recepire le novità ed a proporre soluzioni operative innovative. Lettore accanito, con una passione particolare per la scienza, la medicina ed…i supereroi. Iscritto al Club Ferrari di Maranello dalla nascita, curo da sempre la mia passione per la Ferrari e la F1 in genere. Colleziono modellini che posiziono rigorosamente in funzione del periodo dell’anno e degli eventi legati a piloti e case costruttori e custodisco gelosamente alcune lettere autografe oggetto di uno scambio di corrispondenza con l’Ing. Ferrari.

Articoli correlati

Un commento

  1. Ottimo articolo! Il campionato WEC è molto più divertente del campionato F1. L’unico aspetto negativo è la copertura dei media che non seguono tutta la gara, rendendo complicata la comprensione delle fasi “intermedie” di gara.
    Tuttavia si può ovviare sottoscrivendo direttamente l’abbonamento con il sito ufficiale Fia Wec. Io farò così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio