fbpx
24 ore di Le MansWEC

L’emozione della vigilia

Nonostante i risultati non abbiamo premiato il valore della 499P, a Maranello, in vista della 24 ore di Le Mans, si respira un certo ottimismo.
Le ragioni di questa sensazioni sono da ricercare nel costante miglioramento che la Ferrari ha avuto dal giorno del debutto avvenuto, tra lo scettiscismo generale, nel 2023

ferrari partenza le mans
© Ferrari Press Area

Come nella logica dei top team, anche la Ferrari ha deciso di nascondere i tanto accorgimenti che hanno la macchina a un miglioramento generale specialmente nell’affidabilità meccanica.
Come è scritto nel dna della casa di Maranello, in fabbrica la squadra sta già lavorando ad alcune modifiche per la prossima stagione ma non è escluso vederle già debuttare quest’anno, specialmente se serviranno per colmare l’ultimo step per arrivare alla vittoria.

Ad aiutare la squadra in questo lavoro di sviluppo e di affinamento sono sicuramente i test in pista che spesso allietano i tifosi orfani dei test delle formula uno.

ferrari 499p 24 ore di le mans
© Ferrari Press Area

A questo punto della stagione alla 499P manca la vittoria di Imola, persa per un errore di strategia e quella di SPA per una decisione discutibile dei commissari belgi ma, alla vigilia della classicissima maratona francese, dall’esterno, si ha l’impressione che la squadra punti a bissare il successo dello scorso anno ma con lo scopo di rilanciarsi per riportare a Maranello un trofeo che manca da troppo tempo.

Pubblicità

Federico Sandoli

Esperto di logistica e trasporti, sempre pronto a recepire le novità ed a proporre soluzioni operative innovative. Lettore accanito, con una passione particolare per la scienza, la medicina ed…i supereroi. Iscritto al Club Ferrari di Maranello dalla nascita, curo da sempre la mia passione per la Ferrari e la F1 in genere. Colleziono modellini che posiziono rigorosamente in funzione del periodo dell’anno e degli eventi legati a piloti e case costruttori e custodisco gelosamente alcune lettere autografe oggetto di uno scambio di corrispondenza con l’Ing. Ferrari.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio