Alberto Ascari allunga in classifica vincendo a Silverstone


Gp Gran Bretagna 1953 Alberto Ascari Partenza

Il 18 luglio 1953, andò in scena il sesto appuntamento della stagione di Formula 1. La gara valida come gran premio di Gran Bretagna fu corso sul circuito di Silverstone. L’appuntamento era molto atteso dopo la vittoria del britannico Mike Hawthorn nel gran premio precedente corso in Francia.

alberto ascari Gran bretagna 1953
© Getty Images

Il pubblico il delirio si aspettava di festeggiare l’idolo di casa, sapendo che tutto si giocava tra le due scuderia italiane: Ferrari e Maserati
La Casa di Maranello si presentò con 4 Ferrari 500, guidate da Mike Hawthorn, Alberto Ascari, Gigi Villoresi e Giuseppe Farina. Poker anche per le Maserati A6SSG guidate da José Froilán González, Juan Manuel Fangio, Onofre Marimon e Felice Bonetto.

In qualifica Ascari conquistò la pole numero quattordici in casa Ferrari, davanti alla Maserati di José Froilan Gonzalez e l’altra rossa di Hawthorn staccandoli di oltre secondo. Il vero deluso di giornata, tuttavia, fu l’argentino Juan Manuel Fangio che finì addirittura in seconda fila con il quarto posto.

Gp Gran Bretagna 1953 Maserati Jose Froilan Gonzalez e Juan Manuel Fangio
Gp Gran Bretagna 1953 Maserati Jose Froilan Gonzalez e Juan Manuel Fangio

Al via Fangio superò l’intera prima fila ma per compiere questa impresa finì clamorosamente lungo alla prima curva, dando spazio ad Ascari, di riprendersi la testa della gara per non mollarla più fino a fine gara. Ma la vera battaglia fu più accesa ed emozionante dietro con Hawthorn e Gonzalez che lottarono a lungo prima che l’inglese finisse in testacoda e lasciando a Villoresi il secondo posto. Alla tornata numero 65, la Ferrari del pilota italiano “Gigi” fu costretta al ritiro per un problema al motore, lasciando così il podio d’argento a Fangio, seguito Farina.
Con questa vittoria Alberto Ascari conquista un bel margine in classifica generale e sapendo che alla fine del campionato mancavano solo tre gare.

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 5 Italy Alberto Ascari
Italy Ferrari 02:50:00.000 90
1
8.5
2 23 Argentina Juan Manuel Fangio
Italy Maserati 02:51:00.000 90
4
6
3 6 Italy Nino Farina
Italy Ferrari +2 laps 88
5
4
4 24 Argentina José Froilán González
Italy Maserati +2 laps 88
2
3.5
5 8 United Kingdom Mike Hawthorn
Italy Ferrari +3 laps 87
3
2
6 25 Italy Felice Bonetto
Italy Maserati +8 laps 82
16
0
7 10 Thailand Prince Bira
United Kingdom Connaught +8 laps 82
19
0
8 16 United Kingdom Ken Wharton
United Kingdom Cooper-Climax +10 laps 80
11
0
9 20 United Kingdom Peter Whitehead
United Kingdom Cooper-Climax +11 laps 79
14
0
10 9 France Louis Rosier
Italy Ferrari +12 laps 78
24
0
RIT 18 United Kingdom Jimmy Stewart
United Kingdom Cooper-Climax Spun off 79
15
0
RIT 14 United Kingdom Tony Rolt
United Kingdom Connaught Halfshaft 70
10
0
RIT 7 Italy Luigi Villoresi
Italy Ferrari Axle 65
6
0
RIT 26 Argentina Onofre Marimón
Italy Maserati Engine 65
7
0
RIT 19 United Kingdom Alan Brown
United Kingdom Cooper-Climax Overheating 56
21
0
RIT 2 United Kingdom Peter Collins
United Kingdom HWM Spun off 56
23
0
RIT 4 United Kingdom Jack Fairman
United Kingdom HWM Clutch 54
27
0
RIT 12 United Kingdom Roy Salvadori
United Kingdom Connaught Wheel 50
28
0
RIT 31 Switzerland Toulo de Graffenried
Italy Maserati Clutch 34
26
0
RIT 1 United Kingdom Lance Macklin
United Kingdom HWM Clutch 31
12
0
RIT 30 France Jean Behra
France Gordini Fuel Pump 30
22
0
RIT 15 United Kingdom Ian Stewart
United Kingdom Connaught Ignition 24
20
0
RIT 29 France Maurice Trintignant
France Gordini Axle 14
8
0
RIT 3 United Kingdom Duncan Hamilton
United Kingdom HWM Clutch 14
17
0
RIT 28 United States Harry Schell
France Gordini Electrical 5
9
0
RIT 11 United Kingdom Kenneth McAlpine
United Kingdom Connaught Retirement 0
13
0
RIT 22 United Kingdom Tony Crook
United Kingdom Cooper-Climax Fuel System 0
25
0

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.

Nessun commento

Lasciami un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.