2010-2019On this day

Alonso stravince a Singapore

Sotto la luce artificiale dei riflettori del Marina Bay Street Circuit, Fernando Alonso si aggiudica la terza edizione di questo GP

Il 26 settembre 2010 e dopo aver condotto la gara per tutti i 61 giri, Fernando Alonso centra un’incredibile vittoria sullo spettacolare tracciato cittadino di Singapore.
La quindicesima prova del mondiale di Formula 1, oltre alla vittoria del pilota spagnolo della Ferrari ha visto salire sul podio anche le Red Bull di Sebastian Vettel e dell’australiano Mark Webber, leader provvisorio del campionato.

La pole ottenuta in qualifica dalla F10 numero 8 è stata fondamentale per poter lottare con il pilota tedesco, che per tutta la durata del Gran Premio non ha mai lasciato un solo attimo di respiro ad Alonso, rimanendo sempre alle spalle del ferrarista con un distacco che non hai mai superato il secondo: in quella che è stata una dura e lunghissima gara condizionata da molti incidenti e safety car, e giunta quasi al limite delle due ore.

Per quanto riguarda il leader del mondiale, Webber è uscito indenne da un contatto con la McLaren di Lewis Hamilton, costato invece caro all’inglese con il secondo ritiro consecutivo.
Quarto posto per Jenson Button con l’altra monoposto di Woking, davanti a Nico Rosberg, quinto con la sua Mercedes. Sesto si è piazzato Rubens Barrichello con la Williams, seguito da Robert Kubica su Renault e autore di una grande rimonta nel finale. Chiudono la top-ten: Felipe Massa dopo una partenza dal fondo dello schieramento, dopo il KO nella Q1 delle qualifiche del sabato, poi Adrian Sutil su Force India e Nico Hulkenberg con l’altra monoposto di Grove.

gp singapore 2010 partenza
© Ferrari

Alla partenza lo spagnolo, mantiene la testa della gara portandosi dietro un bel gruppetto di vetture. Dopo due giri, la safety-car fa la sua prima comparsa in pista in seguito allo stop di Liuzzi con Heidfeld.
I primi otto decidono di effettuare il pit-stop, cambiando strategia e cercando di arrivare in fondo alla gara senza fare più soste.
Alla ripartenza, Alonso e Vettel prendono distanza dagli inseguitori, congelando di fatti le posizioni di testa. Al giro numero 30 entra nuovamente la safety-car, dopo che Kobayashi finisce a muro e Bruno Senna per evitarlo si incastra contro le barriere.
Al rientro della vettura di cortesia, Hamilton tenta di superare Webber, ma finiscono per toccarsi.
Il pilota della McLaren subisce il danno maggiore ed è costretto al ritiro.

Alla fine Alonso riesce a passare per primo sotto la bandiera a scacchi, vittoria fondamentale in vista della prossima gara a Suzuka, in Giappone. Inoltre la vittoria dello spagnolo accorcia la classifica con 4 piloti di testa racchiusi in vanti punti.

Le parole di Fernando Alonso: “Questa vittoria è molto significativa. Volevamo confermare il successo di Monza su una pista completamente diversa e ci siamo riusciti al termine di una corsa durissima e stressante, sia per me che per la macchina, su una pista che amo molto e che si adatta bene al mio stile di guida. Dopo la sorpresa pasquale anticipata della pole di ieri, oggi era importante fare innanzitutto una buona partenza: ce l’ho fatta, anche se forse Vettel è stato anche più veloce di me ma qui la prima curva non è lontana e così sono riuscito a chiudergli la strada e a mantenere il comando. Ora la danza per il mondiale vede i protagonisti in continua altalena ma è Mark che mantiene sempre un discreto vantaggio. Bisogna rimanere calmi e concentrati su noi stessi, senza pensare a quello che fanno gli altri: quello che è certo è che non lasceremo nulla di intentato, lottando fino alla fine.

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 8 Spain Fernando Alonso
Italy Ferrari 01:57:53.579 61
1
25
2 5 Germany Sebastian Vettel
Austria Red Bull 01:57:53.872 61
2
18
3 6 Australia Mark Webber
Austria Red Bull 01:58:22.720 61
5
15
4 1 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren 01:58:23.963 61
4
12
5 4 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes 01:58:42.973 61
7
10
6 9 Brazil Rubens Barrichello
United Kingdom Williams 01:58:49.680 61
6
8
7 11 Poland Robert Kubica
France Renault 01:59:20.138 61
8
6
8 7 Brazil Felipe Massa
Italy Ferrari 01:59:46.876 61
24
4
9 14 Germany Adrian Sutil
United Kingdom Force India 02:00:05.995 61
15
2
10 10 Germany Nico Hulkenberg
United Kingdom Williams 02:00:06.370 61
17
1
11 12 Russian Federation Vitaly Petrov
France Renault +1 lap 60
12
0
12 17 Spain Jaime Alguersuari
Italy Toro Rosso +1 lap 60
11
0
13 3 Germany Michael Schumacher
Germany Mercedes +1 lap 60
9
0
14 16 Switzerland Sébastien Buemi
Italy Toro Rosso +1 lap 60
13
0
15 25 Brazil Lucas di Grassi
United Kingdom Virgin Racing +2 laps 59
20
0
16 19 Finland Heikki Kovalainen
United Kingdom Lotus Fire 58
19
0
RIT 24 Germany Timo Glock
United Kingdom Virgin Racing Hydraulics 49
18
0
RIT 22 Germany Nick Heidfeld
Switzerland BMW Sauber Collision 36
14
0
RIT 2 United Kingdom Lewis Hamilton
United Kingdom McLaren Collision 35
3
0
RIT 20 Austria Christian Klien
Spain Hispania Racing Hydraulics 31
22
0
RIT 23 Japan Kamui Kobayashi
Switzerland BMW Sauber Accident 30
10
0
RIT 21 Brazil Bruno Senna
Spain Hispania Racing Accident 29
23
0
RIT 18 Italy Jarno Trulli
United Kingdom Lotus Hydraulics 27
21
0
RIT 15 Italy Vitantonio Liuzzi
United Kingdom Force India Collision 1
16
0

Topics
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close