fbpx
12 Ore di Sebring24 Ore di Daytona24 ore di Le MansBiografie

Andy Wallace: la leggenda delle corse automobilistiche

Andy Wallace, un nome che risuona nell’universo delle corse automobilistiche con una potenza e una grinta che pochi altri piloti possono vantare. Nato il 19 febbraio 1961, a Oxford, nel Regno Unito, Wallace ha fatto il suo ingresso nel mondo delle corse nel lontano 1979 e da allora non ha mai guardato indietro. La sua carriera è punteggiata da successi straordinari, dominio sulle piste più impegnative del mondo e un impegno senza pari nel perseguire l’eccellenza nel suo sport.

Il percorso di Wallace verso la gloria inizia nel 1976, quando si iscrive alla Jim Russell Racing Drivers’ School a Silverstone, aprendo la strada a una carriera che avrebbe segnato la storia delle corse automobilistiche. Il suo debutto ufficiale avviene nel 1979 a Silverstone, alla guida di un Van Diemen RF78 in FF1600, dando il via a una serie di successi che avrebbero definito la sua carriera.

Nel corso degli anni successivi, Wallace dimostra un talento straordinario e una determinazione senza pari. Conquistando vittorie su vittorie, si fa strada attraverso varie categorie, dal campionato FF1600 al campionato britannico F3, accumulando un impressionante palmarès lungo il cammino.

Cadillac Northstar LMP Andy Wallace 2000 Le Mans
© Martin Lee/Wikimedia

Ma è nei prototipi di auto sportive che Wallace trova la sua vera vocazione. A partire dal 1988, si unisce al team TWR Jaguar nel gruppo C Sportscar Team, dando inizio a una serie di successi che lo porteranno a diventare una leggenda vivente del motorsport. Gareggiando in Europa, negli Stati Uniti e in Giappone, Wallace si distingue come uno dei migliori piloti della sua generazione, conquistando oltre 25 gare internazionali, tra cui prestigiose competizioni come la 24 Ore di Le Mans, la 24 Ore di Daytona e la 12 Ore di Sebring.

Il culmine della sua carriera arriva nel 1998, quando batte il record mondiale di velocità per le auto di serie, guidando la leggendaria McLaren F1 a 241 mph in Germania, un’impresa che rimarrà impressa nella storia dell’automobilismo per sempre.

Ma la carriera di Wallace è molto più di una serie di vittorie e record. È un racconto di passione, dedizione e impegno incrollabile. Attraverso trionfi e sfide, Wallace ha dimostrato una determinazione straordinaria a superare ogni ostacolo sulla sua strada verso il successo.

Anche negli anni successivi, Wallace continua a brillare sulle piste di tutto il mondo, dimostrando un’abilità e una resistenza straordinarie. Le sue performance alla 24 Ore di Le Mans, alla 12 Ore di Sebring e in numerose altre competizioni continuano a ispirare e stupire gli appassionati di corse automobilistiche di tutto il mondo.

palmarès di Andy Wallace

  • 1988 – Auto sportive: 2 vittorie: 24 Ore di Le Mans (Jaguar XJR-9LM) con J.Dumfries e J.Lammers, Brands Hatch (Jaguar XJR-9) con J.Nielsen e M.Brundle.
  • 1990 – Vince la 24 Ore di Daytona (Jaguar XJR-12) con D.Jones e J.Lammers
  • 1992 – Vince la 12 Ore di Sebring (Eagle-Toyota Mk3) con JMFangio II
  • 1993 – Vince la 12 Ore di Sebring (Eagle-Toyota Mk3) con JMFangio II
  • 1997: vince la 24 ore di Daytona
  • 1999: vince la 24 ore di Daytona e la Petit Le Mans.
  • 2000 – GrandAm (Dyson Racing Riley e Scott Ford): 7°, 239 punti
  • 2001 – ALMS (Champion Racing Audi R8): 6°, 153 punti
  • 2003 – ALMS (Dyson Racing Lola EX257/AER MG): 5° Classe LMP675, 89 punti
  • 2004 – ALMS (Dyson Racing Team Lola EX257 AER): 3°, 101 punti. Grand-Am (Howard-Boss Motorsports Crawford-Pontiac DP03): 3°, 331 punti.
  • 2005 – ALMS (Dyson Racing Lola-AER B01/60): 4°, 136 punti

Pubblicità

Redazione

La storia della Formula 1, raccontata quotidianamente, per non dimenticare i piloti e le gare che hanno reso celebre questo sport.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio