Auguri Luca Badoer


Michael Schumacher e Luca Badoer,
Antonio Calanni

Il 25 gennaio 1971 nasce a Montebelluna, Luca Badoer. Dal 1998 al 2010 è stato il principale pilota collaudatore della squadra di Maranello.
Il pilota veneto inizia la carriera con kart nel 1985, diventando campione regionale nel 1986 e campione italiano nel 1987. Nel 1988 si ripete nella classe Super-100cc per poi passare l’anno seguente alla Formula 3. La prima vittoria arriva sul circuito di Vallelunga battendo Roberto Colciago e Alex Zanardi i contendenti al titolo di quella stagione. Nel 1991 vince 3 gare sempre nella stessa categoria, per poi debuttare in Formula 3000 nel 1992 e diventando campione a bordo di una Reynard 92D-Cosworth.
Tra questi c’erano anche Rubens Barrichello, Olivier Panis, David Coulthard.

Luca debutta in Formula 1 nel 1993 con la Lola-Ferrari al fianco di Michele Alboreto ma senza grossi risultati. Nel 1994, Badoer diventa collaudatore della Minardi, ma la scuderia di Faenza in difficoltà economiche non conferma il pilota veneto, che riesce comunque a trovare un sedile alla Forti Corse ottenendo modesti risultati. Nel 1998 Jean Todt lo sceglie per sostituire Nicola Larini nel ruolo di pilota collaudatore della Scuderia Ferrari, incarico che ha mantenuto fino alla fine del 2010.

Decine di migliaia i chilometri percorsi da Luca in lunghissime giornate di test, fondamentali per sviluppare le Ferrari nell’epoca d’oro 1999-2008 e che hanno portato la casa del cavallino a vincere sei titoli piloti e otto costruttori.

schumacher barrichello e badoer

Un lavoro sempre dietro le quinte, ma molto importante, visto che Michael Schumacher si fidava ciecamente di Luca e i due diventarono molto amici in quegli anni.
Poi nell’estate 2009, arrivò l’opportunità di correre in gara, in sostituzione di Felipe Massa, convalescente dopo l’incidente in Ungheria, ma la F60 non era la monoposto degli anni passati, ma forse una delle peggiori costruite a Maranello negli ultimi vent’anni.

Oggi Luca continua a collaborare con la Ferrari nell’ambito dello sviluppo delle vetture granturismo.

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.

Nessun commento

Lasciami un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.