fbpx
1970-1979Formula 1On this day

Santa Barbara Rossa

Dall’incidente occorso al Ring la squadra Ferrari sta implodendo. Il Drake non ritiene Lauda in grado di tornare ai livelli pre incidente, Montezemolo e Agnelli insistono sul mitico fondatore per dare una nuova possibilità al fuoriclasse austriaco. Vinto ma non convinto, Ferrari concede a Lauda di difendere il titolo ma all’ultima gara, come è noto si ritirerà per la pericolosità della gara dovuta alla pioggia.

Stanco del comportamento del proprio pilota, ma convinto di non voler andare in conflitto con l azionista di maggioranza, Ferrari decide di promuovere Reutemann a prima guida e convoca l’argentino per i test pre campionato che si terranno in Francia al Paul Ricard in novembre.
Indispettito da questo comportamento, Lauda decide, sorprendendo tutti, di raggiungere la squadra in Francia e pretende di provare la monoposto.
L’atmosfera in seno al team è esplosiva, Forghieri a mala pena riesce a tenere tutto sotto controllo fino a quando Niki al corriere della sera, in un intervista esclusiva, conferma che nel 1977 ci sarà una Ferrari vincente e sarà quella guidata da lui.

Altri articoli interessanti

A inizio stagione, in Argentina, l’austriaco si deve ritirare per noie all’alimentazione mentre il suo compagno giunge terzo, Niki è nervosissimo e contribuisce a spaccare il box che arriva a Interlagos ancora sotto pressione sia per le intemperanze del pilota sia per quelle di Ferrari che in cuor suo vorrebbe già cacciarlo.

Al venerdì le Ferrari non riescono a girare su tempi competitivi e alle varie riunioni il box si trasforma in una polveriera. Tra i piloti risposte a monosillabi tradiscono la scarsa stima che incorre tra i due e il povero Forghieri deve tirare fuori le parole con le pinze dai suoi professionisti per cercare di trovare una soluzione per rendere la macchina competitiva. Da Maranello decidono di spedire un nuovo alettone che arriva all’aeroporto al mattino del sabato.

Dopo averlo ritirato e portato in circuito, Forghieri decide di montarlo sulla macchina di Reutemann perché Lauda ha posto un netto rifiuto a testarlo in qualifica.
Col nuovo alettone Lole ottiene il secondo tempo a un soffio dal pole man Hunt.

gp brasile 1977 partenza
© Autosprint/Actualfoto

Alla partenza Pace, sfruttando il dodici cilindri Alfa, si porta in testa mentre Hunt e Reutemann cominciano a battagliare.

La Ferrari riesce a mettere il fiato sul collo della McLaren tanto che il campione del mondo rischia il tutto per tutto e al settimo giro arriva appaiato a Pace alla curva 3.
A metà curva il brasiliano parte in testacoda lasciando il comando a Hunt. Le gomme della macchina inglese hanno un consumo anomalo obbligando il campione del mondo a rallentare il ritmo. Approfitta Reutemann che, sfruttando il rallentamento di Hunt, prende il comando.

Dal muretto della scuderia inglese richiamano l’inglese che, dopo un veloce pit stop, rientra al quarto posto pressato da Lauda, autore di una gara tutta in rimonta.
Al terzo posto Watson cerca di resistere ma deve cedere presto a Hunt e Lauda.
Reutemann guida la gara con autorevolezza andando a vincere davanti a uno stanchissimo Hunt e un rancoroso Lauda.

gp brasile 1977 lauda
© Autosprint/Actualfoto

Nel dopo gara l’austriaco del GP del Brasile 1977 se la prende con Forghieri, reo di aver avvantaggiato l’argentino con l’alettone nuovo. Il tecnico italiano prova a spiegare al proprio pilota che il merito della vittoria è principalmente dell argentino ma Lauda non accetta che il compagno possa essere cosi bravo e continua ad accusare la Ferrari di boicottarlo nella corsa al titolo.
Nel proseguo della stagione Lauda conquistò una serie di piazzamenti e vittorie che gli permetteranno di conquistare il titolo come aveva previsto.

L’ordine di arrivo del GP del Brasile 1977

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 12 Argentina Carlos Reutemann
Italy Ferrari 01:45:07.720 40
2
9
2 1 United Kingdom James Hunt
United Kingdom McLaren 01:45:18.430 40
1
6
3 11 Austria Niki Lauda
Italy Ferrari 01:46:55.230 40
13
4
4 28 Brazil Emerson Fittipaldi
Brazil Fittipaldi +1 lap 39
16
3
5 6 Sweden Gunnar Nilsson
United Kingdom Lotus +1 lap 39
10
2
6 17 Italy Renzo Zorzi
United Kingdom Shadow +1 lap 39
18
1
7 29 Brazil Ingo Hoffmann
Brazil Fittipaldi +2 laps 38
19
0
RIT 8 Brazil Carlos Pace
United Kingdom Brabham Accident 33
12
0
RIT 16 United Kingdom Tom Pryce
United Kingdom Shadow Engine 33
5
0
RIT 18 Austria Hans Binder
United Kingdom Surtees suspension 32
20
0
RIT 7 United Kingdom John Watson
United Kingdom Brabham Accident 30
7
0
RIT 26 France Jacques Laffite
France Ligier Accident 26
14
0
RIT 4 France Patrick Depailler
United Kingdom Tyrrell Accident 23
6
0
RIT 5 United States Mario Andretti
United Kingdom Lotus Ignition 19
3
0
RIT 9 Brazil Alex Ribeiro
United Kingdom March Engine 16
21
0
RIT 2 Germany Jochen Mass
United Kingdom McLaren Accident 12
4
0
RIT 3 Sweden Ronnie Peterson
United Kingdom Tyrrell Accident 12
8
0
RIT 22 Switzerland Clay Regazzoni
United Kingdom Ensign Accident 12
9
0
RIT 19 Italy Vittorio Brambilla
United Kingdom Surtees Accident 11
11
0
RIT 20 South Africa Jody Scheckter
United Kingdom Wolf Engine 11
15
0
RIT 10 South Africa Ian Scheckter
United Kingdom March Transmission 1
17
0
RIT 14 Australia Larry Perkins
United Kingdom BRM Overheating 1
22
0

Pubblicità

Federico Sandoli

Esperto di logistica e trasporti, sempre pronto a recepire le novità ed a proporre soluzioni operative innovative. Lettore accanito, con una passione particolare per la scienza, la medicina ed…i supereroi. Iscritto al Club Ferrari di Maranello dalla nascita, curo da sempre la mia passione per la Ferrari e la F1 in genere. Colleziono modellini che posiziono rigorosamente in funzione del periodo dell’anno e degli eventi legati a piloti e case costruttori e custodisco gelosamente alcune lettere autografe oggetto di uno scambio di corrispondenza con l’Ing. Ferrari.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio