fbpx
1990-1999Formula 1On this day

Damon Hill centra la vittoria dominando nel GP del Brasile 1996

Il 31 marzo 1996, si è corso il secondo round del Mondiale di Formula 1: GP del Brasile, circuito di Interlagos. La pole position è centrata dalla Williams di Damon Hill, capace di dare ben un secondo al diretto inseguitore, un Barrichello al volante di una sorprendente Jordan.

gp brasile 1996
© Motorsport Images

Al via, però, le carte vengono mischiate grazie a un acquazzone che si abbatte circa mezz’ora prima dello spegnimento dei semafori rossi. La corsa parte regolarmente, con Hill capace di fare il vuoto grazie alla visuale libera davanti a sé.

Dietro, nel frattempo, si infiamma la battaglia tra Villeneuve e Alesi, che al 27esimo giro prova l’attacco decisivo. Jacques è ostacolato dalla Forti di Montermini e il pilota delle Benetton tenta il tutto per tutto nel rettilineo opposto a quello dei box. Il canadese tenta di resistere ma esce di pista ed è costretto al ritiro, mentre il francese prosegue per poi dover cedere la propria posizione a Barrichello per un lungo.

gp brasile 1996 barrichello jordan
© Getty Images

Il brasiliano, tuttavia, sbaglia tutto nel cambio gomme: gradualmente l’asfalto di Interlagos, infatti, è andato via via asciugandosi, il che costringe Rubens a un doppio pit-stop per le gomme da bagnato appena montate con le slick da asciutto. Al rientro in pista si ritrova dietro la Ferrari di Schumacher: Rubinho tenta di passarlo, ma sbaglia ed esce di pista al 60esimo giro.

gp brasile 1996 Alesi
© Wikipedia

A questo punto la gara si avvia alla conclusione, con Hill vero dominatore della pista carioca e alla sua seconda vittoria stagionale.

Dietro di lui riesce a centrare il secondo gradino del podio Jean Alesi su Benetton, mentre la medaglia di bronzo è portata a casa da Michael Schumacher, al suo primo podio con la Ferrari F310.

L’ordine di arrivo del GP del Brasile 1996

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 5 United Kingdom Damon Hill
United Kingdom Williams 01:49:52.976 71
1
10
2 3 France Jean Alesi
Italy Benetton 01:50:10.958 71
5
6
3 1 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari +1 lap 70
4
4
4 7 Finland Mika Häkkinen
United Kingdom McLaren +1 lap 70
7
3
5 19 Finland Mika Salo
United Kingdom Tyrrell +1 lap 70
11
2
6 9 France Olivier Panis
France Ligier +1 lap 70
15
1
7 2 United Kingdom Eddie Irvine
Italy Ferrari +1 lap 70
10
0
8 10 Brazil Pedro Paulo Diniz
France Ligier +2 laps 69
22
0
9 18 Japan Ukyo Katayama
United Kingdom Tyrrell +2 laps 69
16
0
10 20 Portugal Pedro Lamy
Italy Minardi +3 laps 68
18
0
11 22 Italy Luca Badoer
Italy Forti +4 laps 67
19
0
12 12 United Kingdom Martin Brundle
Ireland Jordan Spun off 64
6
0
RIT 11 Brazil Rubens Barrichello
Ireland Jordan Spun off 59
2
0
RIT 15 Germany Heinz-Harald Frentzen
Switzerland Sauber Engine 36
9
0
RIT 8 United Kingdom David Coulthard
United Kingdom McLaren Spun off 29
14
0
RIT 14 United Kingdom Johnny Herbert
Switzerland Sauber Engine 28
12
0
RIT 6 Canada Jacques Villeneuve
United Kingdom Williams Spun off 26
3
0
RIT 4 Austria Gerhard Berger
Italy Benetton Hydraulics 26
8
0
RIT 23 Italy Andrea Montermini
Italy Forti Spun off 26
20
0
RIT 16 Brazil Ricardo Rosset
United Kingdom Footwork Spun off 24
17
0
RIT 17 Netherlands Jos Verstappen
United Kingdom Footwork Engine 19
13
0
RIT 21 Brazil Tarso Marques
Italy Minardi Spun off 0
21
0

Pubblicità

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio