1970-1979On this day

Denny Hulme vince a Kyalami e diventa leader del mondiale 1972

Sebbene passarono sei settimane dal GP d’Argentina, la maggior parte delle auto fu inviata direttamente a Kyalami da Buenos Aires e quindi non ci furono molte evoluzioni tecniche.
Tra i piloti ci fu il passaggio di Mike Hailwood alla Surtees, mentre alla BRM arrivò Jean-Pierre Beltoise, dopo aver lasciato la Matra. Il pilota francese, era già sotto contratto con la Scuderia Inglese, ma decise di non correre in Argentina, dopo l’incidente in cui perse la vita Ignazio Giunti, l’anno prima. Intanto il team di Frank Williams decise di schierare la nuova stella nascente brasiliana chiamata Carlos Pace.

denny hulme GP Sudafrica 1972
© McLaren Racing Ltd.

Durante le qualifiche, Jackie Stewart, che già aveva vinto la gara di apertura del Mondiale con la Tyrrell, conquistò la pole battendo Clay Regazzoni su FerrarI e la Lotus di Emerson Fittipaldi, con un vantaggio di pochi decimi. Hailwood, invece riuscì a piazzarsi, in seconda fila, davanti alla McLaren di Denny Hulme all’altra Rossa di Mario Andretti.

Alla partenza Hulme riuscì a conquistare la momentanea testa della gara, ma fu subito superato da Stewart, mentre Fittipaldi, Hailwood, Cevert, Peterson e Andretti tentavano di non perdere il contatto con i primi due. Regazzoni, invece, iniziò una una difficile rimonta dopo la brutta partenza.
Stewart rapidamente guadagnò terreno, mentre iniziò ad infuocarsi la battaglia per il secondo posto.

denny hulme GP Sudafrica 1972
© McLaren Racing Ltd.

A un certo punto la macchina di Hulme iniziò a surriscaldarsi, lasciando strada a Fittipaldi e Hailwood.
I due iniziarono una dura lotta, ma fu il pilota inglese della Surtees ad avere la meglio sul brasiliano. Cinque giri dopo Hailwood, dovette rinunciare alla rimonta per un problema alla sospensione posteriore e lasciando a Fittipaldi, l’onere di tentare l’attacco a Jackie Stewart.

La fortuna del brasiliano, arrivò al quarantacinquesimo giro, quando il cambio della Tyrrell cominciò a cedere, lasciando la vittoria virtuale alla Lotus di Fittipaldi, seguito da Hulme, Chris Amon con la Matra e Peter Revson con la seconda McLaren.
Al 57° giro, Fittipaldi cominciò ad avere problemi, dando la possibilità alla McLaren numero 12, di riprendersi la testa del GP. Intanto, Chris Amon, già annusava l’odore del podio, ma una forte vibrazione alla propria vettura, fece svanire ogni possibilità, regalando Peter Revson il terzo posto.

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 12 New Zealand Denny Hulme
United Kingdom McLaren 01:45:49.100 79
5
9
2 8 Brazil Emerson Fittipaldi
United Kingdom Lotus 01:46:03.200 79
3
6
3 14 United Kingdom Peter Revson
United Kingdom McLaren 01:46:14.900 79
12
4
4 7 United States Mario Andretti
Italy Ferrari 01:46:27.600 79
6
3
5 3 Sweden Ronnie Peterson
United Kingdom March 01:46:38.100 79
9
2
6 19 United Kingdom Graham Hill
United Kingdom Brabham +1 lap 78
14
1
7 4 Austria Niki Lauda
United Kingdom March +1 lap 78
21
0
8 5 Belgium Jacky Ickx
Italy Ferrari +1 lap 78
7
0
9 2 France François Cevert
United Kingdom Tyrrell +1 lap 78
8
0
10 9 Australia Dave Walker
United Kingdom Lotus +1 lap 78
19
0
11 21 France Henri Pescarolo
United Kingdom March +1 lap 78
22
0
12 6 Switzerland Clay Regazzoni
Italy Ferrari +2 laps 77
2
0
13 25 Germany Rolf Stommelen
United Kingdom March +2 laps 77
25
0
14 24 Austria Helmut Marko
United Kingdom BRM +3 laps 76
23
0
15 15 New Zealand Chris Amon
France Matra +3 laps 76
13
0
16 27 Zimbabwe John Love
United Kingdom Surtees Spun Off 73
26
0
17 22 Brazil Carlos Pace
United Kingdom March +6 laps 73
24
0
NC 23 New Zealand Howden Ganley
United Kingdom BRM Not Classified 70
16
0
NC 18 Italy Andrea de Adamich
United Kingdom Surtees Not Classified 69
20
0
NC 11 United Kingdom Peter Gethin
United Kingdom BRM Not Classified 65
18
0
RIT 10 France Jean-Pierre Beltoise
United Kingdom BRM Engine 61
11
0
RIT 1 United Kingdom Jackie Stewart
United Kingdom Tyrrell Gearbox 45
1
0
RIT 17 United Kingdom Mike Hailwood
United Kingdom Surtees Suspension 28
4
0
RIT 20 Argentina Carlos Reutemann
United Kingdom Brabham Fuel System 27
15
0
RIT 16 Australia Tim Schenken
United Kingdom Surtees Engine 9
10
0
RIT 26 South Africa Dave Charlton
United Kingdom Lotus Fuel Pump 2
17
0

Topics
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close