1920-19292000-2009500 Miglia di IndianapolisBiografieOn this day

Dick Rathmann e le sue 500 Miglia

Il 6 gennaio 1924, nasce a Los Angeles, Dick Rathmann fratello maggiore di Jim, del vincitore della 500 Miglia di Indianapolis nel 1960. Dick all’anagrafe si chiamava James, ma dovette cambiare il nome per permettere al fratello minore dal nome Richard, di poter correre con il diminutivo di Jim in modo che potesse partecipare a una gara quando era minorenne. Per quello che doveva essere un breve periodo, il nome “Dick” rimase invariato per tutta la vita.
Dick Rathmann

Rathmann corse nella serie AAA Championship Car nelle stagioni 1949 e 1950 e alla 500 Miglia di Indianapolis sempre nel 50′. Quest’ultimo anno arrivò sesto a Milwaukee. Nel 1951, si trasferì alla NASCAR, dove ottenne un grande successo fino al 1955.

Nel 1956, tornò alla serie USAC Championship Car, correndo fino al 1964. In 41 partenze terminò 21 volte nella top ten, ottenendo il suo miglior piazzamento a Daytona 1959, arrivando secondo.

Nel 1958, Dick riuscì a partire in pole position alla 500 Miglia Indianapolis, ma al primo giro, lui e il suo collega di prima fila, Ed Elisian si toccarono calla curva 3 scatenando un incidente a catena che coinvolse 15 macchine e costò la vita a Pat O’Connor. Con quell’incidente, Rathmann divenne il primo pilota nella storia di Indianapolis a partire dalla pole position senza completare un giro completo. Questa impresa fu ripetuta solo due volte nella storia di questo circuito: prima da Roberto Guerrero e poi da Scott Sharp.

Una piccola precisazione: dal 1950 al 1960, la gara d’Indianapolis faceva parte del Campionato Mondiale FIA, per cui i piloti che correvano la 500 Miglia, potevano accumulare punti, che valevano per anche per il Campionato Mondiale di Formula 1. Dick Rathmann partecipò a 5 gare accumulato un totale di 2 punti nel Campionato mondiale.

Nel 2009, Rathmann fu inserito nella Hall of Fame della Stock Car della West Coast.
Morì il 1° febbraio 2000 a Melbourne, in Florida

Topics
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close