Fernando Alonso vince in Spagna 2013 davanti ad un pubblico in delirio


gp spagna 2013 f1 fernando alonso
Ferrari Press Area

Il 12 maggio 2013, Fernando Alonso vince meritatamente il gran premio di Spagna, mentre la Ferrari, con grande autorità, mostra il suo potenziale. Bella la gara di Kimi Raikkonen su Lotus, con una sosta in meno riesce a contenere la supremazia della rossa di Felipe Massa. Il brasiliano come Fernando Alonso merita il podio conquistando un bel terzo posto. Indietro le Mercedes e le Red Bull.

Ma il sabato avevo visto il dominio delle Mercedes con Nico Rosberg davanti al compagno di squadra Lewis Hamilton, mentre Fernando Alonso, pur mostrando un passo gara interessante, non va oltre il quinto tempo. Mentre Felipe Massa, si piazza subito dietro al compagno di squadra ma deve scontare una penalizzazione che lo fa retrocedere al nono posto sulla griglia di partenza.

Al via Alonso si sbarazza subito di Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel, in difficoltà con la gestione gomme, sorte simile al decimo giro per le due Mercedes che crollano lasciando via libera alla Ferrari dello spagnolo.
Diciamo che non è stata una gara spettacolare anche perchè è stata giocata tutta sul filo delle strategie, con le gomme Pirelli ancora protagoniste.

Nel finale le Red Bull di Sebastian Vettel e Mark Webber non confermano la supremazia della scuderia austriaca, ma con un quarto e quinto posto rimane salda in classifica costruttori.

Nico Rosberg, invece, dopo la strepitosa qualifica riesce a correre ai ripari conquistando la sesta posizione. Male Lewis Hamilton finito purtroppo dodicesimo. Ancora una gara autorevole per la Force India di Paul di Resta che arriva ancora tra i primi dieci conquistando un meritato settimo posto. La McLaren non brilla dopo le molte modifiche fatte alla monoposto, ma comunque riesce a rientrare in top ten con Jenson Button ottavo e Sergio Perez nono.

Il possibile sostituto di Mark Webber, ovvero l’australiano Daniel Ricciardo arriva decimo con una bella Toro Rosso

Le parole dei protagonisti a fine gara
Fernando Alonso: “Sono molto belle, è molto speciale vincere in casa, non importa quante volte riesci a farlo, quante volte ti ripeti, è sempre come ripartire da zero. Gli ultimi giri sono stati molto lunghi ed emozionanti perché non vedevo l’ora di finire il più presto possibile. Sono estremamente felice per il team che ha messo entrambe le macchine sul podio, dopo delle qualifiche difficili nelle quali forse non siamo stati troppo veloci ma sapevamo di avere il passo alla lunga distanza. Volevamo soltanto avere un po’ di pista pulita per sfruttare il potenziale della macchina. Ci siamo riusciti, tutto ha funzionato alla perfezione, sono contento per il team, per i tifosi.

Direi dopo la prima sosta, fino a quel punto non si poteva sapere che cosa potesse succedere, abbiamo avuto una gara facile dal punto di vista del traffico, ma sapevamo che Kimi aveva una strategia diversa e non si sa mai come si comporteranno le gomme e quando siamo andati a fare il pit stop due-tre giri prima di Kimi, a quel punto ho capito che andava bene

Lewis Hamilton: “Non voglio ripetere quest’esperienza.Oggi ho fatto tutto quello che ho fatto anche in Bahrain. Eppure non avevo grip, non riuscivo a spingere e quando lo facevo immediatamente la gomma si consumava. Non so cosa sia accaduto oggi, sembra che gli altri abbiano fatto più passi in avanti rispetto a noi e pur portando degli aggiornamenti, non siamo migliorati da un punto di vista del degrado gomme. Ho fatto tutto il possibile per preservare le gomme, ma mi morivano sotto ed ero lento, non so perchè

Kimi Raikkonen: “Sono qui per fare le corse migliori che posso, cerco di vincere ed è deludente arrivare secondo ma alle volte dobbiamo prenderci quello che riusciamo a prendere. Siamo felici però di quello che stiamo facendo e cercheremo di ottenere il grande obiettivo alla fine

Felipe Massa: “E’ stato deludente essere stato penalizzato di tre posizioni in griglia perché la macchina era fantastica.Sono partito bene e già ero sesto al termine del primo giro. Ho dovuto lottare con le gomme per farle durare un po’. Questo podio è un buon risultato

Nico Rosberg: “Non è bello partire primo e finire dietro. Ero convinto dopo il primo stint di poter controllare tutto bene e magari anche vincere. Ma poi si è visto che andavano molto più veloci di me. Piano piano ho mollato, ho lasciato passare gli avversari e certo non è stato bello. A Monaco, anche se partiremo primi non penso riusciremo a stare davanti con questa velocità

Sebastian Vettel: “Credo che possiamo essere soddisfatti della quarta posizione, o almeno dobbiamo esserlo.Le prime tre auto erano un po’ troppo veloce per noi e hanno gestito meglio le gomme oggi.
Credo che la vettura sia abbastanza veloce, ma dal punto di vista degli pneumatici bisogna fare qualcosa. Tre persone hanno fatto meglio di noi oggi quindi abbiamo bisogno di recuperare. Non stiamo andando al passo della vettura, ma siamo costretti a seguire il ritmo delle gomme. Penso che abbiamo cercato di puntare sui tre pit-stop in gara per non perdere tempo, ma alla fine abbiamo dovuto riconoscere di non farcela

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Fast Lap Led Griglia Punti
1 3 Spain Fernando Alonso
Italy Ferrari 01:39:16.596 66

48
5
25
2 7 Finland Kimi Raikkonen
United Kingdom Lotus 01:39:25.934 66

4
4
18
3 4 Brazil Felipe Massa
Italy Ferrari 01:39:42.645 66

0
9
15
4 1 Germany Sebastian Vettel
Austria Red Bull 01:39:54.869 66

2
3
12
5 2 Australia Mark Webber
Austria Red Bull 01:40:04.559 66

0
7
10
6 9 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes 01:40:24.616 66

0
1
8
7 14 United Kingdom Paul di Resta
United Kingdom Force India 01:40:25.584 66

0
10
6
8 5 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren 01:40:36.102 66

0
14
4
9 6 Mexico Sergio Pérez
United Kingdom McLaren 01:40:38.334 66

0
9
2
10 19 Australia Daniel Ricciardo
Italy Toro Rosso +1 lap 65

0
11
1
11 12 Mexico Esteban Gutiérrez
Switzerland Sauber +1 lap 65
01:26.217
2
19
0
12 10 United Kingdom Lewis Hamilton
Germany Mercedes +1 lap 65

0
2
0
13 15 Germany Adrian Sutil
United Kingdom Force India +1 lap 65

0
13
0
14 16 Venezuela Pastor Maldonado
United Kingdom Williams +1 lap 65

0
17
0
15 11 Germany Nico Hulkenberg
Switzerland Sauber +1 lap 65

0
15
0
16 17 Finland Valtteri Bottas
United Kingdom Williams +1 lap 65

0
16
0
17 20 France Charles Pic
United Kingdom Caterham +1 lap 65

0
22
0
18 22 France Jules Bianchi
United Kingdom Marussia +2 laps 64

0
20
0
19 23 United Kingdom Max Chilton
United Kingdom Marussia +2 laps 64

0
21
0
RIT 18 France Jean-Eric Vergne
Italy Toro Rosso Collision damage 52

0
12
0
RIT 21 Netherlands Giedo van der Garde
United Kingdom Caterham Wheel 21

0
18
0
RIT 8 France Romain Grosjean
United Kingdom Lotus Suspension 8

0
6
0

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.

Nessun commento

Lasciami un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.