1990-1999On this day

Gerhard Berger torna al volante e vince il Gran Premio di Germania

Dalla splendida Silverstone al Tempio della Velocità in terra tedesca, il 29 luglio 1997, il Mondiale di Formula 1 riprende la sua corsa con il Gran Premio di Germania, decima prova del Campionato.

Sul circuito di Hockenheim Gerhard Berger torna al volante della sua Benetton dopo tre gare di assenza per problemi di salute e si rende protagonista di un weekend perfetto. In qualifica la sua B197 motorizzata Renault non ha rivali e con un 1’41”873 riesce a centrare la prima casella dello schieramento.

Al suo fianco completa la prima fila il nostro Giancarlo Fisichella, che con una Jordan rivitalizzata si accoda al pilota austriaco per soli 23 millesimi. A seguire Mika Hakkinen con la McLaren precede Michael Schumacher e la sua Ferrari, mentre la prima delle Williams è quella di Heinz-Harald Frentzen in quinta posizione. Jacques Villeneuve, invece, non riesce a centrare un tempo soddisfacente e si deve accontentare della nona posizione in griglia.

gp germania 1997 partenzaAllo spegnersi dei semafori rossi, però, sono i piloti della Ferrari a rendersi protagonisti: Schumacher passa Hakkinen, mentre Irvine riesce a portarsi subito in quinta posizione. La gara del nordirlandese dura poco a causa di un contatto con Frentzen. Nel frattempo Berger mantiene il comando della corsa, finchè non inizia il valzer del primo pit-stop.

L’austriaco rientra, per cui Fisichella da secondo si ritrova in prima posizione per la prima volta in carriera. La situazione si normalizzerà quando il pilota romano tornerà ai box, quando allo stesso tempo si accende un duello tra Hakkinen, Villeneuve e Trulli. Il canadese vuole avere la meglio del finlandese, ma sarà l’italiano ad approfittarne, resistendo successivamente al secondo attacco della Williams numero 3 che finirà nelle vie di fuga.

gp germania 1997 giancarlo fisichellaL’ultimo colpo di scena del Gran Premio lo regala nuovamente Giancarlo Fisichella: a pochi giri dal termine una gomma posteriore della sua Jordan esplode. Il pilota romano riesce a imboccare la via dei box, ma per lui la gara è praticamente finita dal momento che lo pneumatico ha danneggiato anche la relativa sospensione. Gli verrà offerto un passaggio dalla Ferrari di Michael Schumacher, giunto secondo al traguardo dietro all’austriaco Gerhard Berger, che con questa vittoria (la sua 11esima in carriera) segna il suo ultimo successo in Formula 1, nonchè l’ultimo trionfo della Benetton.

Con questo risultato la sfida mondiale tra Schumi e Villeneuve si delinea a vantaggio del tedesco della Ferrari: ora Michael ha 53 punti e ha portato a dieci lunghezze il margine sul canadese della Williams, che con sette gare al termine della stagione dovrà rimboccarsi le maniche per tornare ad insidiare la Rossa dal Cavallino Rampante…

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 8 Austria Gerhard Berger
Italy Benetton 01:20:59.046 45
1
10
2 5 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari 01:21:16.573 45
4
6
3 9 Finland Mika Häkkinen
United Kingdom McLaren 01:21:23.816 45
3
4
4 14 Italy Jarno Trulli
France Prost 01:21:26.211 45
11
3
5 11 Germany Ralf Schumacher
Ireland Jordan 01:21:29.041 45
7
2
6 7 France Jean Alesi
Italy Benetton 01:21:33.763 45
6
1
7 15 Japan Shinji Nakano
France Prost 01:22:18.768 45
17
0
8 1 United Kingdom Damon Hill
United Kingdom Arrows +1 lap 44
13
0
9 17 Argentina Norberto Fontana
Switzerland Sauber +1 lap 44
18
0
10 18 Netherlands Jos Verstappen
United Kingdom Tyrrell +1 lap 44
20
0
11 12 Italy Giancarlo Fisichella
Ireland Jordan +5 laps 40
2
0
RIT 22 Brazil Rubens Barrichello
United Kingdom Stewart Engine 33
12
0
RIT 19 Finland Mika Salo
United Kingdom Tyrrell Clutch 33
19
0
RIT 3 Canada Jacques Villeneuve
United Kingdom Williams Spun off 33
9
0
RIT 23 Denmark Jan Magnussen
United Kingdom Stewart Engine 27
15
0
RIT 20 Japan Ukyo Katayama
Italy Minardi Out of fuel 23
22
0
RIT 16 United Kingdom Johnny Herbert
Switzerland Sauber Accident 8
14
0
RIT 2 Brazil Pedro Paulo Diniz
United Kingdom Arrows Accident 8
16
0
RIT 10 United Kingdom David Coulthard
United Kingdom McLaren Transmission 1
8
0
RIT 4 Germany Heinz-Harald Frentzen
United Kingdom Williams Collision 1
5
0
RIT 6 United Kingdom Eddie Irvine
Italy Ferrari Collision 1
10
0
RIT 21 Brazil Tarso Marques
Italy Minardi Gearbox 0
21
0

Topics
Pubblicità

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close