Giappone, bis di Alonso. Massa: punticino recuperato


gp giappone 2008 fernando alonso renault
© Renault

Il 12 ottobre 2008, sul tracciato del Fuji, vince lo spagnolo della Renault davanti alla BMW-Sauber di  Robert Kubica e alla Ferrari di Kimi Raikkonen. Il brasiliano ottavo recupera una lunghezza a Hamilton che è stato penalizzato al via e ha chiuso 12°.

Fernando Alonso ci ha preso gusto e tra i due litiganti, il terzo gode, e zitto zitto ha vinto ancora.
Come successo a Singapore due settimane prima, lo spagnolo della Renault ha approfittato delle sportellate tra i due rivali nella lotta al campionato e ha trionfato con pieno merito. Un trionfo netto davanti all’altra Renault del compagno Nelsinho Piquet, che conferma il grande lavoro della casa transalpina, poi ottimo quinto porto per l’italiano, Jarno Trulli con la Toyota. Felipe Massa, invece ha chiuso ottavo (poi settimo grazie alla penalità inflitta a Bourdais). IL brasiliano ha così recuperato due punti al rivale in classifica. Ma il piazzamento dei due è frutto di tanti polemici episodi nei primissimi giri.

gp giappone 2008 partenza
© Renault

Il GP si è infatti deciso alla partenza, con Hamilton, che bruciato da Raikkonen, cerca la staccata impossibile sul finlandese. Questo permette al ferrarista, Kubica e Alonso di approfittarne. Intanto che i commissari inizino a giudicare l’accaduto, arriva un secondo episodio da moviola. Hamilton attacca e passa Massa che però reagisce male, taglia una chicane e sperona l’inglese. Per i commissari nessun dubbio: drive through a Hamilton per la manovra con Raikkonen e stessa penalità al brasiliano per la manovra sul pilota della McLaren. Poi alla tornata numero 50, Massa, autore di una bella rimonta, viene toccato da Bourdais che rientrava in pista da un pit stop.

gp giappone 2008 podio
© Renault

I commissari, rifilano 25 secondi di penalità al pilota della Toro Rosso, regalando al brasiliano della Ferrari una posizione in classifica finale.

E’ stata una gara che si è decisa grazie all’abilità del team di Briatore nel gestire strategie: dopo la prima sosta Alonso ha passato Kubica e non ha più lasciato la testa.

Raikkonen, invece ha combattuto duramente con Kubica ma non è riuscito a passare il polacco.

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 5 Spain Fernando Alonso
France Renault 01:30:21.892 67
4
10
2 4 Poland Robert Kubica
Switzerland BMW Sauber 01:30:27.175 67
6
8
3 1 Finland Kimi Raikkonen
Italy Ferrari 01:30:28.292 67
2
6
4 6 Brazil Nelson Piquet Jr.
France Renault 01:30:42.462 67
12
5
5 11 Italy Jarno Trulli
Japan Toyota 01:30:45.659 67
7
4
6 15 Germany Sebastian Vettel
Italy Toro Rosso 01:31:01.099 67
9
3
7 2 Brazil Felipe Massa
Italy Ferrari 01:31:08.050 67
5
2
8 10 Australia Mark Webber
Austria Red Bull 01:31:12.703 67
13
1
9 3 Germany Nick Heidfeld
Switzerland BMW Sauber 01:31:16.012 67
16
0
10 14 France Sébastien Bourdais
Italy Toro Rosso 01:31:20.977 67
10
0
11 7 Germany Nico Rosberg
United Kingdom Williams 01:31:23.988 67
15
0
12 22 United Kingdom Lewis Hamilton
United Kingdom McLaren 01:31:40.792 67
1
0
13 17 Brazil Rubens Barrichello
Japan Honda +1 lap 66
17
0
14 16 United Kingdom Jenson Button
Japan Honda +1 lap 66
18
0
15 8 Japan Kazuki Nakajima
United Kingdom Williams +1 lap 66
14
0
RIT 21 Italy Giancarlo Fisichella
United Kingdom Force India Gearbox 21
20
0
RIT 23 Finland Heikki Kovalainen
United Kingdom McLaren Engine 16
3
0
RIT 20 Germany Adrian Sutil
United Kingdom Force India Tyre 8
19
0
RIT 12 Germany Timo Glock
Japan Toyota Damage 6
8
0
RIT 9 United Kingdom David Coulthard
Austria Red Bull Collision 0
11
0

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.

Nessun commento

Lasciami un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.