fbpx
2010-2019Formula 1On this day

GP Abu Dhabi 2015: vince Rosberg, Ferrari a podio

Chi si aspettava in qualche sorpresa per il Gran Premio di Abu Dhabi è rimasto deluso. Anche nell'ultima gara della stagione è stata la Mercedes a vincere, portandosi a casa l'ennesima doppietta della stagione nonostante il team di Brackley abbia già conquistato entrambi i titoli Mondiali

Nico Rosberg ha conquistato la sua terza vittoria consecutiva della stagione 2015, dopo aver dominato il GP di Abu Dhabi partendo dalla pole, sul podio anche Lewis Hamilton che completa la doppietta Mercedes, mentre Kimi Raikkonen è terzo davanti al compagno di squadra Sebastian Vettel, partito dal fondo dello schieramento.

GP abu dhabi 2015
© Pirelli Press Area

Le qualifiche del GP di Abu Dhabi 2015

Nella sera di Abu Dhabi risplende Nico Rosberg, che ripete il risultato dell’anno scorso qui a Yas Marina e va ad eguagliare Fernando Alonso nel numero complessivo di pole position. Parte secondo Hamilton.

Altri articoli interessanti

Subito in testa Lewis Hamilton seguito da Rosberg, staccato di un decimo. Dalla sesta posizione in poi si rivela serratissima la lotta per segnare il giro perfetto. Si calcano già i tempi dell’anno scorso, con la differenza che nello speed trap Valtteri Bottas ha fatto segnare un 338,6, superando la velocità record di 337 km/h.  Negli ultimi secondi dell’eliminatoria si ravviva l’azione, con Jenson Button che si qualifica, segnando il nono tempo con gomma rossa, mentre Alonso accusa una foratura ed è costretto a tornare ai box. Ericsson lamenta dei problemi irrisolvibili entro la fine, non riuscendo così a migliorarsi. Clamoroso Sebastian Vettel, che alza il piede prima di concludere il suo ultimo giro veloce e rimane sedicesimo, mentre il compagno di squadra Kimi Raikkonen si migliora nelle prime posizioni. Eliminati quindi Vettel, Alonso, Ericcson, Stevens, Mehri.

Il Q2 inizia con un lungo di Massa e un avvertimento dal muretto Force India a Nico Hulkenberg, con un problema di pressione allo pneumatico anteriore sinistro. Pertanto il pilota tedesco è esortato a fare attenzione sui rettilinei, mentre Grosjean è richiamato ai box a causa di un problema al motore e quando ritorna in pista si ferma nel secondo settore. Kimi Raikkonen, l’unica rossa che avanza verso il Q3, esce dai box a soli 6 minuti prima della conclusione e conclude 4°. In testa ancora Hamilton e Rosberg, con Perez 3° a 8 decimi dal primo. Sainz riesce ad eliminare Verstappen, mentre la McLaren fallisce il proprio obiettivo dell’anno di entrare in Q3.  Button è infatti 12°, ma sugli stessi tempi delle Toro Rosso, segnale non poco incoraggiante. Eliminati Verstappen, Button, Maldonado, Nasr e Grosjean.

Rosberg ottiene la pole provvisoria, con un vantaggio di 3 decimi su Hamilton. Terzo ancora Perez, che nel primo giro batte Hulkenberg di un secondo. Negli ultimi secondi Hamilton si riprende la prima posizione, ma Rosberg risponde bene con un super giro più veloce di 377 millesimi. Per il tedesco è la sesta consecutiva. Raikkonen ne approfitta di Perez che non si migliora e va a prendersi la terza casella.

La griglia di partenza del GP di Abu Dhabi 2015

Pos No Pilota Team Tempo Giri
1 6 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes 01:40.237 12
2 44 United Kingdom Lewis Hamilton
Germany Mercedes 01:40.614 12
3 7 Finland Kimi Raikkonen
Italy Ferrari 01:41.051 14
4 11 Mexico Sergio Pérez
United Kingdom Force India 01:41.184 18
5 3 Australia Daniel Ricciardo
Austria Red Bull 01:41.444 17
6 77 Finland Valtteri Bottas
United Kingdom Williams 01:41.656 19
7 27 Germany Nico Hulkenberg
United Kingdom Force India 01:41.686 15
8 19 Brazil Felipe Massa
United Kingdom Williams 01:41.759 20
9 26 Russian Federation Daniil Kvyat
Austria Red Bull 01:41.933 26
10 55 Spain Carlos Sainz Jr
Italy Toro Rosso 01:42.708 17
11 38 Netherlands Max Verstappen
Italy Toro Rosso 01:42.521 14
12 22 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren 01:42.668 12
13 13 Venezuela Pastor Maldonado
United Kingdom Lotus 01:42.807 13
14 12 Brazil Felipe Nasr
Switzerland Sauber 01:43.614 14
15 8 France Romain Grosjean
United Kingdom Lotus 01:42.585 11
16 5 Germany Sebastian Vettel
Italy Ferrari 01:42.941 7
17 14 Spain Fernando Alonso
United Kingdom McLaren 01:43.187 5
18 9 Sweden Marcus Ericsson
Switzerland Sauber 01:43.838 7
19 28 United Kingdom Will Stevens
United Kingdom Manor 01:46.297 7
20 98 Spain Roberto Merhi
United Kingdom Manor 01:47.434 8

La gara

 

A vincere la corsa di Yas Marina è stato Nico Rosberg che, partito dalla pole, ha disputato una gara priva di errori, sempre all’attacco. Per il tedesco quella di Abu Dhabi è la sesta vittoria stagionale, la terza consecutiva e 14esima della carriera.

GP abu dhabi 2015 partenza
© Pirelli Press Area

Il figlio d’arte è riuscito a chiudere davanti al suo compagno di box Lewis Hamilton che da qualche Gran Premi a questa parte sembra essere stato abbandonato dalla grinta e determinazione che gli ha permesso di aggiudicarsi il titolo 2015. In terza posizione si è classificata la Ferrari di Kimi Raikkonen che ottiene l’80esimo podio della sua carriera, andando ad eguagliare così Ayrton Senna. Il finlandese, nonostante sia stato rallentato da un problema di fissaggio della gomma anteriore destra in occasione del secondo pit stop, ha corso una gara senza troppi sfarzi ma ha potuto chiudere il GP davanti a Valtteri Bottas per confermare la sua quarta posizione nel Mondiale Piloti.

Ai piedi del podio si è fermata la SF15-T di Sebastian Vettel che, dopo aver preso il via dalla 15esima piazza, negli ultimi giri con gomme supersoft ha superato agilmente prima la Red Bull di Ricciardo, sesto, e poi la Force India di Sergio Perez, quinto. Settimo posto per Nico Hulkenberg che è riuscito a stare davanti alla Williams di Felipe Massa, ottavo. Chiudono la top ten la Lotus di Romain Grosjean, nono e a punti in occasione della sua ultima gara col team di Enstone, e la Red Bull di Daniil Kvyat, decimo.

GP abu dhabi 2015 nico rosberg
© Mercedes Press Area

Nico Rosberg: “Sono soddisfatto e non guardo indietro

“Sono molto felice di aver finito in questo modo: ho migliorato la mia performance, doveva accadere prima, ma va bene e non guardo indietro. Sapevo quello che dovevo fare,  chi avevo dietro e le strategie da attuare; mi sono concentrato sulla gara e sull’essere più veloce possibile per tenere Lewis alle spalle. La Ferrari è sicuramente sono diventati una grande minaccia ma noi abbiamo una fantastica vettura; i nostri ragazzi ci stanno lavorando e sono sicuro che avremo il meglio. Certo, mi piace la battaglia con le rosse ma fino ad un certo punto…basta che rimangano dietro alla fine.”

GP abu dhabi 2015 lewis hamilton
© Mercedes Press Area

Lewis Hamilton: “Confuso riguardo la strategia

Ho terminato il mio anno non in maniera diversa rispetto a come ho iniziato, ma sono felice perché abbiamo dimostrato che la Mercedes è la più forte al mondo e sono fiero di farne parte. Per quanto riguarda la questione delle gomme, devi attenerti a quello che ti dicono gli ingegneri. Avrei voluto continuare e vedere fino a che punto potevo spingermi ma oramai le gomme erano usurate; se me ne fossi reso conto prima forse….Sono un po’ confuso riguardo la strategia, aveva un buon margine su Nico e ad un tratto il vantaggio è andato perso”.

GP abu dhabi 2015 kimi riakkonen
© Ferrari Press Area

Kimi Raikkonen: “Soddisfatto della mia gara”

È stato un weekend bello e pulito, la macchina è andata bene e non abbiamo avuto problemi. Sono soddisfatto della mia gara, a parte il pit-stop che mi ha rallentato e non siamo stati in grado di raggiungere le Mercedes. Oggi eravamo molto vicini, credo che il terzo posto vada bene, se pensiamo a dove ci trovavamo l’anno scorso; per questo possiamo essere molto soddisfatti per tutto il lavoro fatto. La prossima stagione sarà una sfida nuova con una nuova macchina, l’unica cosa da fare è proseguire per questa strada. Nessuno può fare previsioni adesso, possiamo solo fare del nostro meglio e vedere cosa faranno gli altri.

GP Abu Dhabi 2015: l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Fast Lap Led Griglia Punti
1 6 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes 01:38:30.175 55
01:45.356
37
1
25
2 44 United Kingdom Lewis Hamilton
Germany Mercedes 01:38:38.446 55
01:44.517
44
2
18
3 7 Finland Kimi Raikkonen
Italy Ferrari 01:38:49.605 55
01:44.942
47
3
15
4 5 Germany Sebastian Vettel
Italy Ferrari 01:39:13.910 55
01:44.550
48
16
12
5 11 Mexico Sergio Pérez
United Kingdom Force India 01:39:34.127 55
01:45.892
30
4
10
6 3 Australia Daniel Ricciardo
Austria Red Bull 01:39:35.185 55
01:46.305
46
5
8
7 27 Germany Nico Hulkenberg
United Kingdom Force India 01:40:03.793 55
01:47.064
29
7
6
8 19 Brazil Felipe Massa
United Kingdom Williams 01:40:07.926 55
01:46.984
33
8
4
9 8 France Romain Grosjean
United Kingdom Lotus 01:40:08.376 55
01:45.859
47
18
2
10 26 Russian Federation Daniil Kvyat
Austria Red Bull 01:40:12.546 55
01:46.882
27
9
1
11 55 Spain Carlos Sainz Jr
Italy Toro Rosso 01:40:13.700 55
01:46.998
38
10
0
12 38 Netherlands Max Verstappen
Italy Toro Rosso 01:39:09.064 54
01:45.746
40
11
0
13 22 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren 01:38:59.779 54
01:47.509
29
12
0
14 77 Finland Valtteri Bottas
United Kingdom Williams 01:39:00.250 54
01:46.464
45
6
0
15 9 Sweden Marcus Ericsson
Switzerland Sauber 01:39:02.160 54
01:46.517
48
17
0
16 12 Brazil Felipe Nasr
Switzerland Sauber 01:39:06.102 54
01:46.424
46
14
0
17 14 Spain Fernando Alonso
United Kingdom McLaren 01:39:17.721 53
01:44.796
52
16
0
18 28 United Kingdom Will Stevens
United Kingdom Manor 01:39:54.204 53
01:49.610
53
19
0
19 98 Spain Roberto Merhi
United Kingdom Manor 01:39:11.622 52
01:51.213
26
20
0
20 13 Venezuela Pastor Maldonado
United Kingdom Lotus +55 laps 0

0
13
0

FACT CHECKING
raisport.rai.it
Pubblicità

Redazione

La storia della Formula 1, raccontata quotidianamente, per non dimenticare i piloti e le gare che hanno reso celebre questo sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio