fbpx
2000-2009Formula 1On this day

GP Australia 2007: Raikkonen domina al debutto in Ferrari

Marzo, GP Australia 2007: è l’alba di un nuovo Mondiale, il primo del dopo Schumacher. Un anno di grandi cambiamenti in casa Ferrari, che dopo l’addio del campionissimo tedesco, ha l’obiettivo di aprire un nuovo ciclo vincente. Accanto al confermato Felipe Massa, Jean Todt punta tutto su Kimi Raikkonen, quel finlandese taciturno che solo qualche anno prima (2003) aveva conteso il titolo a Schumacher fino all’ultima gara.

Anche la McLaren vuole voltare pagina e si presenta a Melbourne con una line-up nuova di zecca. Ron Dennis riesce ad ingaggiare Fernando Alonso, campione del mondo in carica, e decide di affiancarlo con un promettente ragazzo di 22 anni, alla prima esperienza nel Circus. Si chiama Lewis Hamilton, ne sentiremo parlare.

Saranno questi i due top team destinati a contendersi il titolo, ma la Rossa può giocare un importante jolly. Dopo l’uscita di scena della Michelin, l’unico fornitore di pneumatici è Bridgestone, che da anni collabora con la Scuderia di Maranello. Tutti gli altri dovranno adattarsi e la cosa non sarà affatto semplice.

gp australia 2007 piloti
© F1.com

MONOLOGO DI RAIKKONEN

Nelle qualifiche di Melbourne Raikkonen non delude, e coglie la prima Pole Position stagionale davanti alla McLaren di Alonso e la BMW di Heidfeld. Quarto l’esordiente Hamilton mentre Massa, con l’altra Ferrari, è relegato all’ultima posizione in griglia a causa di un problema al cambio.

Alla partenza del GP d’Australia 2007 Raikkonen mantiene la prima posizione con Heidfeld che si piazza alle sue spalle. Il colpo di scena, però, avviene dietro alla coppia di testa. Perché Lewis Hamilton, al suo primo start in Formula 1, si concede il lusso di sorprendere Alonso all’esterno. Sono soltanto le prime schermaglie di una rivalità che col passare dei mesi diventerà infuocata.

Raikkonen conduce una gara “alla Schumacher”, inanellando una serie di giri veloci che lo rendono irraggiungibile per gli inseguitori. Non paga la strategia di Heidfeld che, partito decisamente più scarico rispetto alle McLaren, esce dalla lotta per il podio già dopo la prima serie di pit-stop.

Nel secondo stint, complice i due doppiaggi di Sutil e Sato che rallentano il ritmo di Hamilton, Alonso riesce a trovare l’overcut per riprendersi la seconda posizione. Ma per l’inglese è comunque un esordio da ricordare. La gara viene animata dalla rimonta di Massa che, facendo una sosta in meno di tutti gli altri, riesce a risalire fino alla sesta posizione, limitando i danni.

Per Raikkonen è un dominio schiacciante, vince all’esordio in Ferrari, impresa che in passato era riuscita solo a Fangio (1956), Andretti (1971) e Mansell (1989). Eppure Iceman non si scompone e in conferenza stampa si mantiene fedele al suo stile: É stata una gara semplice, quasi mi stavo annoiando, ero sul punto di prendere sonno. Per questo a pochi giri dalla fine ho fatto quell’errore in curva-3…”

Partenza GP Australia 2007
© Wikipedia

UNA CODA POLEMICA

La gara inaugurale di Melbourne però non termina sotto la bandiera a scacchi e regala un clamoroso colpo di scena. La McLaren, nella persona di Martin Whitmarsh, sostiene che il fondo della Ferrari di Raikkonen sia irregolare e chiede l’intervento dei commissari.

Passano pochi giorni e la FIA prende posizione. Raikkonen è salvo dalla squalifica, ma il sistema di “zavorre mobili” adottato dalla Ferrari viene bandito per tutto il resto del campionato. A Maranello scatta il panico. Come aveva fatto Whitmarsh a scovare un particolare tecnico che era completamente invisibile dall’esterno? La risposta è presto detta: dentro al team c’era una spia. É l’inizio della Spy Story, uno dei più grandi scandali della Formula 1 moderna, una vicenda che terrà banco per tutta l’annata. Ma questa è un’altra storia…

Ecco l’ordine di arrivo del GP d’Australia 2007

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 6 Finland Kimi Raikkonen
Italy Ferrari 01:25:28.770 58
1
10
2 1 Spain Fernando Alonso
United Kingdom McLaren 01:25:36.012 58
2
8
3 2 United Kingdom Lewis Hamilton
United Kingdom McLaren 01:25:47.365 58
4
6
4 9 Germany Nick Heidfeld
Switzerland BMW Sauber 01:26:07.533 58
3
5
5 3 Italy Giancarlo Fisichella
France Renault 01:26:35.239 58
6
4
6 5 Brazil Felipe Massa
Italy Ferrari 01:26:35.575 58
22
3
7 16 Germany Nico Rosberg
United Kingdom Williams +1 lap 57
12
2
8 11 Germany Ralf Schumacher
Japan Toyota +1 lap 57
9
1
9 12 Italy Jarno Trulli
Japan Toyota +1 lap 57
8
0
10 4 Finland Heikki Kovalainen
France Renault +1 lap 57
13
0
11 8 Brazil Rubens Barrichello
Japan Honda +1 lap 57
16
0
12 22 Japan Takuma Sato
Japan Super Aguri +1 lap 57
10
0
13 15 Australia Mark Webber
Austria Red Bull +1 lap 57
7
0
14 18 Italy Vitantonio Liuzzi
Italy Toro Rosso +1 lap 57
19
0
15 7 United Kingdom Jenson Button
Japan Honda +1 lap 57
14
0
16 23 United Kingdom Anthony Davidson
Japan Super Aguri +2 laps 56
11
0
17 20 Germany Adrian Sutil
Netherlands Spyker +2 laps 56
20
0
RIT 17 Austria Alexander Wurz
United Kingdom Williams Collision 48
15
0
RIT 14 United Kingdom David Coulthard
Austria Red Bull Collision 48
18
0
RIT 10 Poland Robert Kubica
Switzerland BMW Sauber Gearbox 36
5
0
RIT 19 United States Scott Speed
Italy Toro Rosso Puncture 28
17
0
RIT 21 Netherlands Christijan Albers
Netherlands Spyker Accident 10
21
0

Danilo Tabbone

Mi chiamo Danilo, ho 20 anni, vengo dalla Sicilia e studio all'Università di Palermo. La Formula 1 è la mia più grande passione, la seguo da quando ero bambino, e le emozioni che mi suscita sono parte integrante della mia personalità. Dal 2020 scrivo per F1world.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button