fbpx
2010-2019Formula 1On this day

GP Australia 2015: Hamilton domina a Melbourne, Ferrari a podio

La Mercedes e Lewis Hamilton hanno aperto la stagione 2015 di Formula 1, esattamente come avevano terminato ad Abu Dhabi, davanti a tutti. Il team tedesco ha inaugurato la stagione di Formula 1 con una doppietta convincente dove, Hamilton non solo si è aggiudicato la gara, ma ha anche ottenuto la pole position, a termine delle qualifiche. A Melbourne il Campione del Mondo in carica ha dominato la gara fin dallo spegnimento dei semafori rossi, controllando gli attacchi di Rosberg, che ha chiuso la gara in seconda posizione.

gp australia 2015
© Pirelli Press Area

Le qualifiche del GP d’Australia 2015

Prosegue il dominio Mercedes, che anche in questo avvio di stagione è avanti di alcuni mesi rispetto alle rivali. Lo sviluppo effettuato sullapower unit ha regalato alla Mercedes un vantaggio netto. Sopraffina la guida di Lewis Hamilton che si prende subito la pole position, con un vantaggio netto sul compagno Nico Rosberg, un pò in affanno in Q3.

Se i primi GP saranno a favore della Mercedes, le rivali sperano di avvicinarsi in gara con l’andar del campionato. Sul passo qualifica non c’è sfida. Al terzo posto si inserisce la Williams con Massa, autore di un bel giro nel finale di Q3. Primo dei motori ”non Mercedes” Sebastian Vettel, con la Ferrari. Pulito e molto preciso, “Seb” è quarto con una macchina che ha un gran passo gara. Il lavoro invernale paga; forse non perfetta la scelta di usare il treno di gomme nuove al primo tentativo ma in Rosso ci sono sorrisi: forse nessuno si aspettava di arrivare al primo GP (!!) a lottare già per la terza piazza. Bene anche Kimi Raikkonen, quinto a pochi millesimi da Vettel e davanti a Bottas, sesto.

Dietro la Red Bull, Ricciardo è settimo e Kvyat addirittura 13esimo. La vettura soffre ed ha ancora problemi a livello di power unit.

Da applausi la Toro Rosso. I due deb terribili sono stati bravissimi. Sainz finisce ottavo, alla prima qualifica in carriera. Sentiremo parlare molto dello spagnolo. Verstappen finisce 12esimo, il minorenne olandese ha manico ed è veloce. Il coraggio della Toro Rosso pagherà, i due giovanotti sono in grado di andare a punti spesso.

Nella top ten con due macchine la rediviva Lotus. La vettura con il propulsore Mercedes è tornata in forma e può stare nella top ten. Bravo Nasr che chiude 11esimo con la Sauber (in tregua con Van der Gaarde) e da un valore al lentissimo Ericsson (terzultimo).

Un incubo per la McLaren, che partirà dall’ultima fila con Button e Magnussen. La Honda è indietrp e ci vorranno mesi di lavoro per riportare la scuderia in alto. La Marussia Manor si presenta per incassare il bonus dovuto ai punti raccolti da Bianchi nel 2014 ma non correrà: obbiettivo esserci in Bahrain o Cina.

In ottica gara, la Mercedes ha un indiscusso vantaggio anche se inferiore rispetto al pauroso gap che può gestire in qualifica. La Ferrari ha un passo gara molto buono: le novità hanno rasserenato l’ambiente e già alla prima gara il sogno è il podio che manca da tantissimo tempo. Inoltre la Rossa pare gestire molto bene le gomme, che potrebbe su questa gara essere una mossa sorprendente e di enorme impatto. La lotta sulla carta è con la Williams, che rimane ambiziosa e vorrà confermarsi seconda forza del campionato. Un pò in affanno la Red Bull, che si è salvata con Ricciardo ma ha avuto un weekend di paura per l’affidabilità. Attenzione alla Toro Rosso: la vettura è veloce e ben bilanciata ed i piloti si sono dimostrati all’altezza. Obbiettivo punti per Lotus e Sauber mentre la Force India soffre e la McLaren deve sperare di girare il più possibile (e di aver presto Alonso) per progredire.

La griglia di partenza del GP d’Australia 2015

Pos No Pilota Team Tempo Giri
1 44 United Kingdom Lewis Hamilton
Germany Mercedes 01:26.327 16
2 6 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes 01:26.921 14
3 19 Brazil Felipe Massa
United Kingdom Williams 01:27.718 21
4 5 Germany Sebastian Vettel
Italy Ferrari 01:27.757 12
5 7 Finland Kimi Raikkonen
Italy Ferrari 01:27.790 17
6 77 Finland Valtteri Bottas
United Kingdom Williams 01:28.087 16
7 3 Australia Daniel Ricciardo
Austria Red Bull 01:28.329 22
8 55 Spain Carlos Sainz Jr
Italy Toro Rosso 01:28.510 22
9 8 France Romain Grosjean
United Kingdom Lotus 01:28.560 20
10 13 Venezuela Pastor Maldonado
United Kingdom Lotus 01:29.480 20
11 12 Brazil Felipe Nasr
Switzerland Sauber 01:28.800 17
12 38 Netherlands Max Verstappen
Italy Toro Rosso 01:28.868 15
13 26 Russian Federation Daniil Kvyat
Austria Red Bull 01:29.070 9
14 27 Germany Nico Hulkenberg
United Kingdom Force India 01:29.208 14
15 11 Mexico Sergio Pérez
United Kingdom Force India 01:29.209 13
16 9 Sweden Marcus Ericsson
Switzerland Sauber 01:31.376 10
17 22 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren 01:31.422 7
18 20 Denmark Kevin Magnussen
United Kingdom McLaren 01:32.037 8
DNP 28 United Kingdom Will Stevens
United Kingdom Manor 00:00.000 0
DNP 98 Spain Roberto Merhi
United Kingdom Manor 00:00.000 0

La gara

 

Prima gara dell’anno e prima vittoria per Lewis Hamilton che a Melbourne si aggiudica il 34esimo successo in carriera. Il pilota inglese, che ha dominato incontrastatamente la corsa fin dalla partenza, fino al termine dei 58 giri previsti per il GP d’Australia, è riuscito a gestire il vantaggio che lo separava da Nico Rosberg, battuto già alla prima del Campionato. I due della Mercedes, hanno inanellato giri veloci fino a creare un vero e proprio proprio solco tra di loro e la concorrenza. Dietro alle Mercedes si è pizzata la Ferrari di Sebastian Vettel che regala alla Rossa di Maranello il primo podio della stagione. La SF15-T si è mostrata una macchina consistente e il terzo posto è sicuramente un risultato incoraggiante per il Cavallino Rampante.

gp australia 2015 partenza
© Pirelli Press Area

Quarto posto per Felipe Massa che, per risparmiare benzina, si è dovuto accontentare della medaglia di legno. Un risultato nettamente al di sotto delle aspettative per la Williams che probabilmente, dalla gara di Melbourne si aspettava di più, nonostante abbia corso con solo un pilota visto che Bottas non ha preso il via alla gara per una presunta ernia del disco che potrebbe pregiudicare anche la sua presenza in Malesia. Quinto tempo per un altro brasiliano, il pilota della Sauber Felipe Nasr. Il rookine, è riuscito a portare la Sauber, che ha notevolmente beneficiato della power unit Ferrari 059/4, nella top 10 dopo un 2014 disastroso.

Sesta posizione per la Red Bull di Daniel Ricciardo che, dopo un 2014 di ottimo livello, è costretto a frequentare la metà classifica con la RB11 più in crisi rispetto al previsto. Eppure a Ricciardo è andata meglio che al suo compagno di box, Daniil Kvyat che non è riuscito nemmeno a schierarsi sulla griglia di partenza a causa di un problema al cambio. Settimo posto per la Force India di Nico Hülkenberg che è riuscito a stare davanti all’altra Sauber, la C34 di Marcus Ericsson, che è andato a punti per la prima volta in carriera riuscendo ad avere la meglio, nel finale su Sainz, nono. Lo spagnolo della Toro Rosso, dopo un ottimo avvio di gara, a causa di un pit stop andato storto è precipitato nelle retrovie, riuscendo in ogni caso a chiudere in zona punti. Chiude la top ten la Force India di Sergio Pérez, decimo.

Gara da dimenticare per la McLaren-Honda che ha preso parte alla gara di Melbourne con un propulsore depotenziato per preservare l’affidabilità della power unit. Se Magnussen non ha potuto schierarsi in griglia di partenza a causa di una perdita d’olio riscontrata nel giro di formazione, Button ha portato, si al traguardo la MP4-30 in 11esima posizione ma a due giri da Lewis Hamilton.

Niente da fare per Kimi Raikkonen che sembra ancora colpito dalla sfortuna: il pilota finlandese è stato costretto al ritiro dalla corsa, dopo il suo secondo pit stop, per un problema di fissaggio della gomma posteriore sinistra.

gp australia 2015 lewis hamilton
© Mercedes Press Area

Lewis Hamilton: “È un privilegio guidare una macchina simile”

Per me è davvero un grande piacere essere qui, con i fan più grandiosi che esistano: grazie mille per essere venuti. Il team ha fatto un lavoro fantastico quest’oggi. È una sensazione incredibile continuare quello che abbiamo iniziato lo scorso anno. Nico è stato sempre molto veloce durante tutta la gara, ha gestito il carburante e le gomme in maniera eccellente; quando avevo un gap di circa 2 secondi ho cercato di gestirlo, non c’era bisogno di spingere al limite, ma quando Nico ha spinto maggiormente sono riuscito a rispondere in maniera positiva. La gara è stata fenomenale per entrambi, sia lui che Sebastian hanno fatto un ottimo lavoro. È stato uno di quei Gran Premi nei quali devi cercare di essere piuttosto tattico, perché devi gestire il gap, gli pneumatici e la benzina. Ho creato un divario rassicurante tra me e Nico, però verso la fine non ero sicuro di riuscire a terminare la corsa, a causa di un messaggio d’errore sul monitor del volante che mi ha innervosito, quindi Nico si è avvicinato per questo. Sono enormemente entusiasta, è tutto molto positivo perché la monoposto ci sta dando la possibilità di dominare per il secondo anno consecutivo. Penso sia un privilegio guidare una macchina simile, sono contento perché ho fatto il mio lavoro. Per questo, sono felice.”

gp australia 2015 lnico rosberg
© Mercedes Press Area

Nico Rosberg: “Lewis è stato perfetto, ho fatto tutto quello che potevo”

Lewis è stato perfetto, ho fatto tutto quello che potevo, ho tirato al massimo e lo farò per tutto l’anno. La stagione non poteva iniziare meglio, la macchina è incredibile, Lewis ha fatto un lavoro pazzesco, ha guidato da campione del mondo per tutto il weekend e non sono stato in grado di batterlo, però ho fatto tutto quello che potevo, ho tirato al massimo e lo farò per tutto l’anno, senz’altro gli darò molto filo da torcere e spero di riuscire a batterlo. Lewis non ha commesso neanche un errore quindi non era possibile avvicinarmi più di così, appena ho iniziato a risparmiare benzina lui ha fatto la stessa cosa e alla fine è stato in grado di spingere come me, quindi questo non mi ha aiutato purtroppo.”

gp australia 2015 sebastian vettel
© Ferrari Press Area

Sebastian Vettel: “Macchina bella per qualifica e per la gara

Sono al settimo cielo per molti versi, è stato davvero fantastico. La Ferrari ha qualcosa in più, forse prima non me ne rendevo conto ma è davvero fantastico essere al volante di una Rossa, quando ho tagliato il traguardo è stata un’emozione bellissima, un bel premio per il lavoro fatto dai ragazzi della scuderia.
Nel complesso penso che la nuova vettura sia decisamente migliore rispetto a quella dello scorso anno, è un ottimo punto di partenza: in gara siamo già più vicini alle Mercedes rispetto alle qualifiche. Sono molto orgoglioso dell’approccio del team alla stagione, tutti sanno dove vogliamo arrivare e l’obiettivo è rendere la vita difficile a Lewis e Nico. Questo podio non è come una vittoria perché non ho sentito l’inno italiano ma quasi, è un ottimo risultato.  Peccato per il problema al pitstop di Kimi ma la buona notizia è che abbiamo un ottima macchina, è una buona base da cui partire e speriamo di migliorare costantemente. Oggi è stato bello assaggiare lo champagne, credo che tutti siano contenti e sollevati dal fatto che questa vettura sia un ottimo punto di partenza”.

GP Australia 2015: l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Fast Lap Led Griglia Punti
1 44 United Kingdom Lewis Hamilton
Germany Mercedes 01:31:54.067 58
01:30.945
0

25
2 6 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes 01:31:46.427 58
01:31.092
0
2
18
3 5 Germany Sebastian Vettel
Italy Ferrari 01:32:19.590 58
01:31.457
0
4
15
4 19 Brazil Felipe Massa
United Kingdom Williams 01:32:23.263 58
01:31.719
0
3
12
5 12 Brazil Felipe Nasr
Switzerland Sauber 01:33:20.216 0
01:32.612
0
10
10
6 3 Australia Daniel Ricciardo
Austria Red Bull 00:00:00.000 57
01:32.797
0
6
8
7 27 Germany Nico Hulkenberg
United Kingdom Force India 00:00:00.000 57
00:31.970
0
13
6
8 9 Sweden Marcus Ericsson
Switzerland Sauber 00:00:00.000 0
01:31.560
57
15
4
9 55 Spain Carlos Sainz Jr
Italy Toro Rosso 00:00:00.000 57
01:32.872
0
7
2
10 11 Mexico Sergio Pérez
United Kingdom Force India 00:00:00.000 57
01:31.959
0
14
1
11 22 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren 00:00:00.000 56
01:33.338
0
16
0
RIT 7 Finland Kimi Raikkonen
Italy Ferrari 00:00:00.000 49
01:31.426
0
5
0
RIT 38 Netherlands Max Verstappen
Italy Toro Rosso 00:00:00.000 32
01:34.295
0
11
0
RIT 8 France Romain Grosjean
Venezuela Pastor Maldonado
United Kingdom Lotus 00:00:00.000 0
0


0
0
8
9
0
0
DNP 77 Finland Valtteri Bottas
United Kingdom Williams 00:00:00.000 0

0
6
0
DNP 26 Russian Federation Daniil Kvyat
Austria Red Bull 00:00:00.000 0

0
12
0
DNP 20 Denmark Kevin Magnussen
United Kingdom McLaren 00:00:00.000 0

0

0
DNP 14 Spain Fernando Alonso
United Kingdom McLaren 00:00:00.000 0

0

0
DNP 98 Spain Roberto Merhi
United Kingdom Manor 00:00:00.000 0

0

0
DNP 28 United Kingdom Will Stevens
United Kingdom Manor 00:00:00.000 0

0

0

FACT CHECKING
raisport.rai.it
Pubblicità

Silvano Lonardo

Mi occupo di Digital Strategist. Appassionato di Formula 1, ciclismo, pallamano e Lego. Insegnante di nuoto e due volte papà.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio