fbpx
2020-2029Formula 1On this day

GP Bahrain: dittatura asburgica

Dopo un’interessante sessione di test dove a primeggiare è stata la Red Bull mentre Ferrari e Mercedes decidono di dover sfruttare la prima sessione di prove del week end di gara per cercare di conoscere meglio le nuove monoposto.

GP bahrain 2023 piloti
© Pirelli Press Area

Alla fine della prima sessione di prove libere del GP del Bahrain, si conferma la Red Bull conquistando con Perez il miglior tempo ma a sorprendere è il vecchietto Alonso, che con la propria Aston Martin forse un po’ troppo simile alla monoposto austriaca, riesce a piazzarsi a mezzo secondo dal brasiliano e addirittura davanti a Verstappen.
Nella seconda sessione Alonso si porta in vetta alla classifica dei tempi precedendo le due Red Bull, mentre Leclerc cerca di ben figurare con un incoraggiante quarto tempo nonostante un problema alla frizione.
Nelle qualifiche Ferrari e Red Bull si sfidano apertamente entrando subito in pista, il pubblico si esalta dal duello tra Leclerc e Verstappen che si sfidano sui millesimi di secondo per conquistare la pole. Quando la differenza tra i due è minima, Leclerc a sorpresa, decide di non uscire più in pista convinto di avere la prima fila. A sorpresa di migliora Perez che va affiancare il suo caposquadra in prima fila relegando la Ferrari 16 al terzo posto.

La griglia di partenza

Pos No Pilota Team Tempo Giri
1 1 Netherlands Max Verstappen
Austria Red Bull 01:29.708 15
2 11 Mexico Sergio Pérez
Austria Red Bull 01:29.846 15
3 16 Monaco Charles Leclerc
Italy Ferrari 01:30.000 17
4 55 Spain Carlos Sainz Jr
Italy Ferrari 01:30.154 18
5 14 Spain Fernando Alonso
United Kingdom Aston Martin 01:30.336 15
6 63 United Kingdom George Russell
Germany Mercedes 01:30.340 15
7 44 United Kingdom Lewis Hamilton
Germany Mercedes 01:30.384 15
8 18 Canada Lance Stroll
United Kingdom Aston Martin 01:30.836 18
9 31 France Esteban Ocon
France Alpine F1 Team 01:30.984 15
10 27 Germany Nico Hulkenberg
United States Haas 01:30.809 17
11 4 United Kingdom Lando Norris
United Kingdom McLaren 01:31.381 13
12 77 Finland Valtteri Bottas
Italy Alfa Romeo 01:31.443 12
13 24 China Zhou Guanyu
Italy Alfa Romeo 01:31.473 12
14 22 Japan Yuki Tsunoda
Italy AlphaTauri 01:32.510 15
15 23 United Kingdom Alexander Albon
United Kingdom Williams 01:31.461 8
16 2 United States Logan Sargeant
United Kingdom Williams 01:31.652 6
17 20 Denmark Kevin Magnussen
United States Haas 01:31.892 6
18 81 Australia Oscar Piastri
United Kingdom McLaren 01:32.101 7
19 21 Netherlands Nyck De Vries
Italy AlphaTauri 01:32.121 9
20 10 France Pierre Gasly
France Alpine F1 Team 01:32.181 6
GP bahrain 2023
© Pirelli Press Area

Alla domenica sulla griglia 19 piloti sanno già chi vincerà. La supremazia della Red Bull è tale da non lasciare speranze.
Allo scattare della gara il campione del mondo mantiene il comando mentre Perez partendo male lascia a Leclerc la possibilità di prendersi il secondo posto.
Dietro a Verstappen,  Leclerc prova a tenere il ritmo mentre dietro a Sainz, quarto ci sono le due Mercedes che provano ad avvicinare lo spagnolo della Ferrari rischiando di consumare eccessivamente le gomme.
Al tredicesimo giro le stelle d’argento si devono fermare a cambiare le gomme imitate dalle Ferrari il giro dopo.
Entrambe le scuderie optano per gomme dure mentre il campione del mondo, decide di rimontare gomme soft.
Fermo ai box per cambiare le gomme Verstappen, al comando si trova Perez che si ferma per rimontare gomme morbide lasciando il comando al compagno che conduce davanti a Leclerc.
Le gomme più performanti permettono a Perez di recuperare sulla Ferrari e passarlo conquistando la seconda posizione.
Pochi giri dopo tutti i piloti di vertice si fermano per la seconda sosta optando per coperture hard.
Mentre in testa le Red Bull sembrano non avere avversari, più indietro Hamilton e Alonso si sfidano apertamente per il quinto posto. Nonostante i tentativi di Hamilton, Alonso riesce a passare la Mercedes che però rimane vicino all’Aston Martin.
Al giro 41 Leclerc si deve arrendere alla propria Ferrari per un problema al motore. La direzione gara decide per il regime di Virtual Safety car. Quando la gara riprende a stupire è sempre Alonso che nella sua rimonta ha la meglio sull’unico ferrarista in gara, Sainz, e conquista il terzo posto.

GP bahrain 2023 leclerc
© Pirelli Press Area

Il ferrarista, negli ultimi giri, si trova a dover resistere al ritorno di Hamilton che non ha lo spunto per approfittare della Ferrari claudicante e si deve accontentare del quinto posto.
Verstappen vince regalando alla Red Bull il primo gran premio del Barhain dopo dieci anni dall’ultima affermazione del team austriaco nel 2013 con Vettel e il motore Renault.
Per Alonso c’è un ritorno alla competitività con una guida esaltata dall’età matura dello spagnolo che lo ha reso nuovamente un pezzo pregiato del mercato.
E le Ferrari? Come da tradizione si stanno già concentrando alla stagione prossima…

L’ordine di arrivo del GP del Bahrain 2023

Pos No Pilota Team Tempo Giri Fast Lap Led Griglia Punti
1 1 Netherlands Max Verstappen
Austria Red Bull 01:33:56.736 57
01:36.236
44
1
25
2 11 Mexico Sergio Pérez
Austria Red Bull 01:34:08.723 57
01:36.344
37
2
18
3 14 Spain Fernando Alonso
United Kingdom Aston Martin 01:34:35.373 57
01:36.156
36
5
15
4 55 Spain Carlos Sainz Jr
Italy Ferrari 01:34:44.788 57
01:37.130
37
4
12
5 44 United Kingdom Lewis Hamilton
Germany Mercedes 01:34:47.713 57
01:36.546
36
7
10
6 18 Canada Lance Stroll
United Kingdom Aston Martin 01:34:51.238 57
01:36.546
32
8
8
7 63 United Kingdom George Russell
Germany Mercedes 01:34:52.609 57
01:37.221
33
6
6
8 77 Finland Valtteri Bottas
Italy Alfa Romeo 01:35:09.383 57
01:37.379
31
12
4
9 10 France Pierre Gasly
France Alpine F1 Team 01:35:10.489 57
01:35.068
42
20
2
10 23 United Kingdom Alexander Albon
United Kingdom Williams 01:35:26.510 57
01:37.144
43
15
1
11 22 Japan Yuki Tsunoda
Italy AlphaTauri 01:35:27.606 57
01:36.637
42
14
0
12 2 United States Logan Sargeant
United Kingdom Williams 01:33:57.872 56
01:36.037
42
16
0
13 20 Denmark Kevin Magnussen
United States Haas 01:34:13.493 56
01:36.471
42
17
0
14 21 Netherlands Nyck De Vries
Italy AlphaTauri 01:34:19.259 56
01:37.709
19
19
0
15 27 Germany Nico Hulkenberg
United States Haas 01:34:35.647 56
01:36.616
42
10
0
16 24 China Zhou Guanyu
Italy Alfa Romeo 01:34:36.385 56
01:33.996
56
13
0
17 4 United Kingdom Lando Norris
United Kingdom McLaren 01:34:03.372 55
01:35.822
51
11
0
RIT 31 France Esteban Ocon
France Alpine F1 Team 01:10:19.566 41
01:36.797
34
9
0
RIT 16 Monaco Charles Leclerc
Italy Ferrari 01:04:46.118 39
01:37.170
37
3
0
RIT 81 Australia Oscar Piastri
United Kingdom McLaren 00:22:22.585 13
01:40.691
3
18
0

Pubblicità

Federico Sandoli

Esperto di logistica e trasporti, sempre pronto a recepire le novità ed a proporre soluzioni operative innovative. Lettore accanito, con una passione particolare per la scienza, la medicina ed…i supereroi. Iscritto al Club Ferrari di Maranello dalla nascita, curo da sempre la mia passione per la Ferrari e la F1 in genere. Colleziono modellini che posiziono rigorosamente in funzione del periodo dell’anno e degli eventi legati a piloti e case costruttori e custodisco gelosamente alcune lettere autografe oggetto di uno scambio di corrispondenza con l’Ing. Ferrari.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio