2000-2009Formula 1On this day

GP Belgio 2007: una doppietta che vale un mondiale

Il campionato del mondo di Formula 1 tornò in pista dopo una settimana dalla vittoria di Fernando Alonso sul tracciato brianzolo. Per l’occasione il circus si diede appuntamento a Spa-Francorchamps, per l’edizione numero 59 dello storica del GP Belgio. 

La domenica del 16 settembre 2007 fu un trionfo tutto Ferrari che si aggiudicò il suo 14° successo su questo circuito pari al pari al 27,5% del totale di GP disputati.

In seguito alla entusiasmante doppietta, la Scuderia di Maranello si aggiudicò il Campionato Costruttori 2007 grazie a una classifica che vedeva la Ferrari condurre con 161 punti, davanti alla BMW Sauber a 90 punti, mentre alla McLaren furono azzerati i punti dopo la sentenza emessa dal Consiglio Mondiale della FIA. 

Mentre il primo titolo del 2007 prendeva la strada di Maranello il campionato piloti era ancora aperto con Hamilton che conduceva la classifica amministrando un vantaggio di soli due punti nei confronti del compagno di squadra, mentre Alonso si trovava ad 11 punti da Raikkonen, che a sua volta aveva un vantaggio sul compagno di scuderia Massa pari a 7 punti.

La griglia di partenza

Il sabato si aggiudicò la sua 14° pole della carriera Kimi Raikkonen, mentre per la Scuderia Ferrari si trattò dell’ottava stagionale su quattordici qualifiche disputate sinora. Al fianco del finlandese si piazzò Felipe Massa che regalò al pubblico una bella prima fila tutta rossa. A seguire le due McLaren di Fernando Alonso e Lewis Hamilton. Si accodarono Robert Kubica su BMW Sauber, Nico Rosberg con la Williams-Toyota, poi Nick Heidfeld, Mark Webber, Jarno Trulli e Heikki Kovalainen.

Il giorno della gara

Allo spegnersi dei semafori del GP del Belgio 2007, Raikkonen mantenne la posizione, mentre Massa si portò verso l’esterno al tornante de La Source tenendo a bada i due piloti della McLaren impegnati in un acerrimo duello con Alonso che riuscì a mantenere la posizione mentre Hamilton andò fuori dal tracciato, ma riuscì prontamente a rientrare senza problemi, in quarta posizione.

Alla fine della prima tornata, Raikkonen aveva già accumulato un vantaggio di 1.3 secondi su Massa, inseguito da Alonso ed Hamilton, che a loro volta erano a poca distanza da Nico Rosberg, in quinta posizione Si accodarono Kovalainen, Webber, Heidfeld e Ralf Schumacher.

Nel corso del primo stint di gara le posizioni dei primi quattro si congelarono mantenendo a distanza le due frecce d’argento restavano però a soli due secondi di distanza.

gp belgio 2007 kimi raikkonen
© Ferrari

Le Ferrari effettuò il primo pit stop al GP del Belgio 2007 al 14esimo giro mentre aveva un vantaggio di 5.4 secondi sul compagno di squadra, Massa, il quale a sua volta amministrava un vantaggio simile su Alonso. Hamilton però era a soli 3 secondi dietro il proprio compagno di squadra, in quarta posizione. Dopo le soste ai box, il vantaggio di Raikkonen scese a 4.8 secondi mentre al contrario, il margine di Massa su Alonso aumentava. Hamilton aveva ancora 2.5 secondi sul compagno di squadra.

Nel secondo stint, la superiorità di Raikkonen aumentò fino a portarti a 5.9 secondi su Massa. Al 31esimo giro, arrivò la seconda sosta ai box rientrando davanti al brasiliano con soli 2 secondi di vantaggio mentre il margine delle due Ferrari sulla McLaren di Alonso ora era di 14 secondi.

Raikkonen riemergeva dal secondo pit stop delle Ferrari con soli 2 secondi di vantaggio su Massa, dopo aver montato entrambi gomme morbide alle monoposto, il cui risultato era, sorprendentemente, piuttosto positivo. Il divario tra i due compagni di squadra cresceva fino a quasi 4.7 secondi nei 12 giri finali. 

Nel frattempo Heidfeld riuscì a superare Rosberg conquistando la quinta posizione al primo pit stop, il pilota della Williams mantenne poi la sesta posizione mentre Webber terminò con un ottimo settimo posto. Kovalainen, incalzato da Kubica fino al traguardo, finì la gara all’ottavo posto guadagnando il punto finale per il campionato.

gp belgio 2007 arrivo
© Ferrari

Le Ferrari si aggiudicarono la doppietta con un margine di circa 10 secondi dalle McLaren e portandosi a casa la terza doppietta dell’anno e la settima vittoria della stagione mentre Raikkonen raggiunse quota 4.

gp belgio 2007 podio

© Ferrari

Le parole di Jean Todt a fine gara

Settima vittoria, la quarta con Kimi, e terza doppietta dell’anno: sono le cifre di un fantastico weekend e il frutto del lavoro di una grande squadra, compatta, unita e motivata, così come grandi sono stati i nostri piloti. Fondamentale è stato, come sempre, il supporto dei nostri partner tecnici e commerciali, come ad esempio la Shell. È ovvio che, con il senno del poi, è facile dire che avremmo dovuto avere più punti all’attivo a questo punto della stagione. Tocca a noi capire come dobbiamo correggere le nostre debolezze e migliorare i nostri punti di forza: questa è la chiave se vogliamo pretendere di vincere i campionati. Mancano tre gare alla fine: le affronteremo con lo stesso spirito e lo stesso approccio di sempre, vale a dire con determinazione, passione e spirito di squadra.

CLASSIFICA DEL GP DEL BELGIO 2007

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 6 Finland Kimi Raikkonen
Italy Ferrari 01:20:39.066 44
1
10
2 5 Brazil Felipe Massa
Italy Ferrari 01:20:43.761 44
2
8
3 1 Spain Fernando Alonso
United Kingdom McLaren 01:20:53.409 44
3
6
4 2 United Kingdom Lewis Hamilton
United Kingdom McLaren 01:21:02.681 44
4
5
5 9 Germany Nick Heidfeld
Switzerland BMW Sauber 01:21:30.945 44
6
4
6 16 Germany Nico Rosberg
United Kingdom Williams 01:21:55.942 44
5
3
7 15 Australia Mark Webber
Austria Red Bull 01:21:59.705 44
7
2
8 4 Finland Heikki Kovalainen
France Renault 01:22:04.172 44
9
1
9 10 Poland Robert Kubica
Switzerland BMW Sauber 01:22:04.727 44
14
0
10 11 Germany Ralf Schumacher
Japan Toyota 01:22:07.640 44
10
0
11 12 Italy Jarno Trulli
Japan Toyota 01:22:22.719 44
8
0
12 18 Italy Vitantonio Liuzzi
Italy Toro Rosso +1 lap 43
13
0
13 8 Brazil Rubens Barrichello
Japan Honda +1 lap 43
17
0
14 20 Germany Adrian Sutil
Netherlands Spyker +1 lap 43
19
0
15 22 Japan Takuma Sato
Japan Super Aguri +1 lap 43
18
0
16 23 United Kingdom Anthony Davidson
Japan Super Aguri +1 lap 43
20
0
17 21 Japan Sakon Yamamoto
Netherlands Spyker +1 lap 43
21
0
RIT 7 United Kingdom Jenson Button
Japan Honda Hydraulics 36
12
0
RIT 17 Austria Alexander Wurz
United Kingdom Williams Fuel pressure 34
15
0
RIT 14 United Kingdom David Coulthard
Austria Red Bull Hydraulics 29
11
0
RIT 19 Germany Sebastian Vettel
Italy Toro Rosso Steering 8
16
0
RIT 3 Italy Giancarlo Fisichella
France Renault Suspension 1
22
0

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, ciclismo, Lego e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button