fbpx
2010-2019Formula 1On this day

GP Brasile 2014: Rosberg vince e va a -17 da Hamilton!

Nico Rosberg si è aggiudicato il GP del Brasile 2014 riducendo il distacco che lo divide dal compagno di box a 17 punti. Il tedesco della Mercedes, partito dalla pole, ha sempre guidato la corsa e non ha commesso errori nonostante la grande pressione che gli ha messo addosso Lewis Hamilton, secondo, incappato in un errore che gli è costata le possibilità di vittoria al 27esimo giro. Terzo posto per Felipe Massa che nella gara di casa, consolida il vantaggio della Williams nel Costruttori sulla Ferrari.

Le qualifiche

Penultima qualifica del campionato di Formula 1. Non ce n’è davvero per nessuno. Anche in Brasile è Nico Rosberg a conquistare la pole position, la decima della stagione che gli ha permesso di assicurarsi il titolo di Poleman del 2014, uno dei nuovi award che verranno consegnati dalla FIA a fine campionato. Il pilota tedesco è riuscito a stare davanti all’avversario e compagno di box, Lewis Hamilton, secondo e staccato di appena 33 millesimi. Quello di domani sarà un Gran Premio fondamentale per il pilota britannico che non è mai stato molto fortunato in Brasile. Terzo e quarto posto, a sorpresa, per Felipe Massa e per la sua Williams spinta dal motore Mercedes che ha fatto veramente andare in visibilio i numerosi appassionati sulle tribune, seguito dal compagno Valtteri Bottas, staccato di un decimo dal pilota di casa.

Altri articoli interessanti

Quinta piazza per il pilota della McLaren Jenson Button, che è riuscito a mettere la vettura davanti a quella di Sebastian Vettel al volante della Red Bull, sesto, e in evidente difficoltà per un problema tecnico mentre in settima posizione troviamo Kevin Magnussen. Altra qualifica da dimenticare per la Ferrari con Fernando Alonso, relegato in ottava posizione e con Kimi Raikkonen che non è riuscito ad andare oltre il decimo posto in griglia. Tra le due F14T si è inserita l’altra Red Bull, quella di Daniel Ricciardo, nono.

La griglia di partenza del GP del Brasile 2014

Pos No Pilota Team Tempo Giri
gp brasile 2014 partenza
© Pirelli Press Area

La gara

Era l’obiettivo, doveva farcela per tenere ancora aperte le possibilità di vittoria mondiale ad Abu Dhabi. Nico Rosberg  vince il GP del Brasile 2014 riducendo il distacco che lo divide dal compagno di squadra a 17 punti.  Sessanta milioni di investimenti per il rifacimento dell’asfalto, modificata l’entrata dei box: Interlagos si ripresenta rinnovato. Il tedesco della Mercedes stabilisce al sabato la pole migliorandosi costantemente dalla Q1 alla Q3: il tempo dell’ultima sessione è 1:10:023. Secondo parte Hamilton mentre al terzo e quarto posto le due Williams di Massa e Bottas. A far scalpore, nel sabato di qualifica, è il team-radio di Fernando Alonso: “Ahi ahi ahi… perché abbiamo iniziato le prove con una batteria quasi scarica?”. Lo spagnolo è al passo d’addio con la Ferrari dopo cinque stagioni nelle quali non è riuscito a centrare il titolo mondiale.

Rosberg non avrà alcun problema in gara: la governa dall’inizio alla fine senza alcun errore,  nonostante la grande pressione che gli ha messo addosso Lewis Hamilton, secondo. L’inglese incappa in un errore che gli costa le possibilità di vittoria al 27esimo giro, quando arriva lungo alla curva 4. Per la Mercedes è l’ennesimo trionfo: la quindicesima vittoria stagionale ha permesso agli uomini della Stella a tre punte, di eguaglia il record della McLaren (1988) quando a giocarsi l’iride erano Ayrton Senna e Alain Prost. A questo va aggiunta l’undicesima doppietta stagionale della casa tedesca.

Terzo posto per la Williams di Felipe Massa che ha portato a termine una gara autorevole, la migliore della stagione. Il brasiliano, nonostante abbia commesso due errori è riuscito a salire sul podio, dopo quello di Monza, nella gara di casa. Quarto posto per la McLaren di Jenson Button seguito dalla Red Bull di Sebastian Vettel, quinto, che è riuscito a stare davanti alla Ferrari di Fernando Alonso, sesto.

Settima piazza per l’altra Rossa, quella di Kimi Raikkonen. Il finlandese, autore di una gara sulle due soste, da vita nel finale di corsa a un duello proprio con la F14T gemella di Alonso. Iceman, con gomme più usurate, cerca di tenere dietro l’iberico con pneumatici più freschi, ma la spunterà lo spagnolo.

Ottava posizione per Nico Hulkenberg e la Force India mentre chiudono la top ten la McLaren di Kevin Magnussen, nono, e la Williams di Valtteri Bottas, decimo.

gp brasile 2014 rosberg
© Pirelli Press Area

Nico Rosberg: “Me la sono goduta questa gara e sono fiero del team

Vincere in Brasile è speciale: è stata una gara fantastica. Ho amministrato il vantaggio su Hamilton in gara ed è andato tutto alla grande. Ogni volta che Lewis si avvicinava, cercavo di mantenere il passo per non perdere terreno. La domenica di Austin è stata brutta, ma mi è stata utile per imparare un sacco di cose. A Interlagos ho fatto un grasso passo in avanti, forse una gara troppo tardi. In realtà la lotta iridata è ancora aperta e, quindi, devo pensare positivo, anche se sono perfettamente consapevole che non mi basterà vincere ad Abu Dhabi.

gp brasile 2014 podio
© Pirelli Press Area

Lewis Hamilton: “Improbabile ottenere il titolo in Messico

Devo ammettere che l’errore che ho commesso mi è costato la vittoria del Gran Premio. Ho frenato troppo forte alla curva 4 e ho perso la vettura, finendo in testacoda. Ho perso tutto quanto guadagnato nei due giri veloci. Non ci sono scuse, Nico ha guidato benissimo oggi, senza commettere errori e ha meritato la vittoria. Il team si merita tutto questo”.

gp brasile 2014 felipe massa
© Pirelli Press Area

Felipe Massa: “Unico obiettivo è stato difendermi da Lewis”

In occasione della mia prima sosta, ho schiacciato il pulsante del limitatore di velocità e non ha funzionato. Ho fatto un grande casino e non ho capito cosa sia successo effettivamente, ma un fatto è certo: ho perso del tempo, non ho guadagnato nulla, eppure mi hanno dato 5 secondi di stop&go. A quel punto ho pensato di aver perso il podio. La macchina aveva un passo incredibile ed è stato bellissimo salire sul terzo gradino del podio: siamo andati molto forte ma le Mercedes non erano raggiungibili”.

GP Brasile 2014: l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Fast Lap Led Griglia Punti
1 6 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes 01:30:02.555 71
01:13.619
62
1
25
2 44 United Kingdom Lewis Hamilton
Germany Mercedes 00:00:01.457 71
01:13.555
62
2
18
3 19 Brazil Felipe Massa
United Kingdom Williams 00:00:41.031 71
01:14.101
59
3
15
4 22 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren 00:00:48.658 71
01:13.999
68
5
12
5 1 Germany Sebastian Vettel
Austria Red Bull 00:00:51.420 71
01:14.018
68
6
10
6 14 Spain Fernando Alonso
Italy Ferrari 00:00:51.906 71
01:14.313
55
8
8
7 7 Finland Kimi Raikkonen
Italy Ferrari 00:00:63.730 71
01:14.963
37
10
6
8 27 Germany Nico Hulkenberg
United Kingdom Force India 00:00:63.934 71
01:13.728
70
12
4
9 20 Denmark Kevin Magnussen
United Kingdom McLaren 00:00:70.085 71
01:14.544
62
7
2
10 77 Finland Valtteri Bottas
United Kingdom Williams 00:00:00.000 70
01:14.229
64
4
1
11 26 Russian Federation Daniil Kvyat
Italy Toro Rosso 00:00:00.000 70
01:14.144
62
17
0
12 13 Venezuela Pastor Maldonado
United Kingdom Lotus 00:00:00.000 70
01:14.810
47
16
0
13 25 France Jean-Eric Vergne
Italy Toro Rosso 00:00:00.000 70
01:14.774
65
15
0
14 21 Mexico Esteban Gutiérrez
Switzerland Sauber 00:00:00.000 70
01:14.875
64
11
0
15 11 Mexico Sergio Pérez
United Kingdom Force India 00:00:00.000 70
01:14.550
70
18
0
16 99 Germany Adrian Sutil
Switzerland Sauber 00:00:00.000 70
01:14.834
42
13
0
17 8 France Romain Grosjean
United Kingdom Lotus 00:00:00.000 63
01:14.070
63
14
0
RIT 3 Australia Daniel Ricciardo
Austria Red Bull 00:00:00.000 39
01:15.387
30
9
0

FACT CHECKING
raisport.rai.it
Pubblicità

Silvano Lonardo

Mi occupo di Digital Strategist. Appassionato di Formula 1, ciclismo, pallamano e Lego. Insegnante di nuoto e due volte papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio