fbpx
1990-1999Formula 1On this day

GP del Sudafrica 1993: attenti a quei due

Come accadde nella stagione ’92, il campionato di Formula Uno del 1993 inizia sulla pista sudafricana di Kyalami.
L’ambiente però e tutt’altro che tranquillo, tra il team più in forma, la Williams, e Senna ci sono delle corresponsioni d’amorosi sensi che irritano non poco Prost, rientrante dopo un anno sabbatico dovuto al pretestuoso licenziamento della Ferrari, tanto che il francese pone un out out all’arrivo del brasiliano.
Lo stesso Senna, stanco di vincere senza dominare, inizia un braccio di ferro con Ron Dennis, per nulla disposto ad assecondare i capricci sportivi ed economici del suo fuoriclasse. Dopo diverse liti, il brasiliano e il team manager si accordano con la stipula di un contratto a cachet con un emolumento da versarsi entro il giovedì prima della gara.

gp sudafrica 1993 senna e schumacher
© LAT Images/X

Per adattarsi alla monoposto, Senna prova la macchina in Inghilterra girando con tempi eccezionali dimostrando subito la bontà della McLaren sebbene sia penalizzata da motori Ford non di ultima generazione.
In Sud Africa la Ferrari arriva col fiatone, la scuderia italiana ha passato l’inverno a ricercare la competitività perduta potenziando il motore e cercando di far funzionale le sospensioni attive sfruttando l’esperienza del cavallino di ritorno Gerard Berger.
Alla fine delle qualificazioni, in prima fila ci sono i due nemici di sempre, Prost e Senna. Il francese, bravissimo a sfruttare la Williams e il brasiliano, superlativo a sfruttare al meglio una monoposto a detta di tutti non così inferiore con il carioca al volante.

In casa Ferrari c’è soddisfazione per Alesi quinto. Il pubblico che lo ha visto girare ha potuto ammirare le doti del francese grande ad abbattere i limiti della sua monoposto.
Al via Senna sorprende Prost, ancora non troppo a suo agio con l elettronica Williams, e vola al comando davanti alla nuova stella Schumacher.

Le televisioni di tutto il mondo sono concentrare sui numeri che fa Senna per evitare di far prendere la scia a Schumy e Prost costantemente in battaglia tra di loro. Per il francese ci vogliono dieci giri per passare il paladino della Benetton e quattordici tornate per avere la meglio su Senna, particolarmente ispirato a tenere dietro l’odiato nemico.

prost kyalami 1993
© Getty Images

Una volta al primo posto, il campione della Williams non ha più avversari e per dimostrare che la sua classe è ancora intatta fa segnare il giro più veloce.
Alle sue spalle Senna fatica a contenere Schumacher che, spazientito, tenta un maldestro sorpasso sul brasiliano finendo fuori pista.

A chiudere la zona punti è la Ferrari di Berger che, dopo aver combattuto con la propria monoposto per tutta la gara, riesce a ottenere il sesto posto nonostante un escursione fuori pista lo abbia messo fuori gara a tre giri dalla fine.

La prima gara dell’anno mette in evidenza le difficoltà della Ferrari nella strada verso la competitività ma soprattutto che il campionato sarà una sfida a due tra i migliori piloti che il nostro sport abbia mai prodotto: Senna e Prost.

GP del Sudafrica 1993: L’ORDINE Di ARRIVO

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 2 France Alain Prost
United Kingdom Williams 01:38:45.082 72
1
10
2 8 Brazil Ayrton Senna
United Kingdom McLaren 01:40:04.906 72
2
6
3 26 United Kingdom Mark Blundell
France Ligier +1 lap 71
8
4
4 23 Brazil Christian Fittipaldi
Italy Minardi +1 lap 71
13
3
5 30 Finland Jyrki Järvilehto
Switzerland Sauber +2 laps 70
6
2
6 28 Austria Gerhard Berger
Italy Ferrari Engine 69
15
1
7 9 United Kingdom Derek Warwick
United Kingdom Footwork Spun off 69
22
0
RIT 25 United Kingdom Martin Brundle
France Ligier Spun off 57
12
0
RIT 21 Italy Michele Alboreto
United Kingdom Lola Overheating 55
25
0
RIT 20 France Érik Comas
France Larrousse Engine 51
19
0
RIT 6 Italy Riccardo Patrese
Italy Benetton Spun off 46
7
0
RIT 5 Germany Michael Schumacher
Italy Benetton Spun off 39
3
0
RIT 12 United Kingdom Johnny Herbert
United Kingdom Lotus Fuel system 38
17
0
RIT 29 Austria Karl Wendlinger
Switzerland Sauber Engine 33
10
0
RIT 14 Brazil Rubens Barrichello
Ireland Jordan Gearbox 31
14
0
RIT 27 France Jean Alesi
Italy Ferrari Suspension 30
5
0
RIT 19 France Philippe Alliot
France Larrousse Spun off 27
11
0
RIT 24 Italy Fabrizio Barbazza
Italy Minardi Collision 21
24
0
RIT 10 Japan Aguri Suzuki
United Kingdom Footwork Collision 21
20
0
RIT 22 Italy Luca Badoer
United Kingdom Lola Gearbox 20
26
0
RIT 0 United Kingdom Damon Hill
United Kingdom Williams Collision 16
4
0
RIT 11 Italy Alessandro Zanardi
United Kingdom Lotus Collision 16
16
0
RIT 7 United States Michael Andretti
United Kingdom McLaren Collision 4
9
0
RIT 15 Italy Ivan Capelli
Ireland Jordan Spun off 2
18
0
RIT 3 Japan Ukyo Katayama
United Kingdom Tyrrell Transmission 1
21
0
RIT 4 Italy Andrea de Cesaris
United Kingdom Tyrrell Transmission 0
23
0

Pubblicità

Federico Sandoli

Esperto di logistica e trasporti, sempre pronto a recepire le novità ed a proporre soluzioni operative innovative. Lettore accanito, con una passione particolare per la scienza, la medicina ed…i supereroi. Iscritto al Club Ferrari di Maranello dalla nascita, curo da sempre la mia passione per la Ferrari e la F1 in genere. Colleziono modellini che posiziono rigorosamente in funzione del periodo dell’anno e degli eventi legati a piloti e case costruttori e custodisco gelosamente alcune lettere autografe oggetto di uno scambio di corrispondenza con l’Ing. Ferrari.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio