fbpx
1980-1989Formula 1On this day

GP d’Inghilterra 1984: il trionfo del duo McLaren-Lauda

Il GP d’Inghilterra 1984 (formalmente conosciuto come “XXXVII Gp di Gran Bretagna John Player”) fu la decima tappa del Campionato di Formula 1 della stagione, disputata sul circuito di Brands Hatch il 22 luglio.

La gara, della durata di 71 giri, fu vinta dall’austriaco Niki Lauda, alla guida di una McLaren-TAG. A completare il podio, il pilota locale Derek Warwick su Renault che arrivò secondo e il brasiliano Ayrton Senna terzo su Toleman-Hart.

Il compagno di squadra di Lauda, Alain Prost, si ritirò poco dopo la metà della gara per un guasto al cambio, consentendo a Lauda di ridurre il vantaggio del francese nel Campionato Piloti a 1,5 punti soltanto.

I retroscena

Alla vigilia della gara, il pilota della McLaren Alain Prost era in testa al Campionato Piloti con 34,5 punti. Il compagno di squadra Niki Lauda secondo con 24 punti, seguito da vicino da Elio de Angelis della Lotus con 23,5.

La McLaren è in testa al Campionato Costruttori con 58,5 punti, comodamente davanti alla Ferrari, alla Lotus, alla Williams e alla Brabham.

Il braccio di ferro tra la Federazione e la Tyrrell

A poche ore dall’inizio della gara, la FIA rilasciò un comunicato dove asseriva che la Tyrrell sarebbe stata squalificata dal Campionato del Mondo per l’uso illegale di carburante e zavorra sulle proprie vetture. La sentenza fece perdere alla Tyrrell i 13 punti conquistati nelle prime 9 gare della stagione.

Il proprietario della scuderia, Ken Tyrrell riuscì però ad ottenere un’ordinanza dell’Alta Corte che permise alle sue vetture di partecipare alle qualifiche del venerdì.

A seguito dell’incidente avvenuto nella gara precedente a Dallas dove si ruppe entrambe le caviglie, l’inglese Martin Brundle venne sostituito sulla Tyrrell n. 4 dal pilota svedese Stefan Johansson.

Il GP

Durante le prove libere il pilota della Toleman Johnny Cecotto, a seguito di un grave incidente, si ruppe entrambe le gambe terminando prematuramente non solo la stagione, ma la sua intera carriera in Formula 1.

Partenza GP Gran Bretagna 1984
© Motorsport Images

Nelson Piquet conquistò la pole position, ma che in in gara arrivò solo settimo, alle spalle delle Ferrari rispettivamente di Michele Alboreto e René Arnoux.

Niki Lauda colse il suo ventiduesimo successo nel mondiale, davanti a Derek Warwick e Ayrton Senna. Elio De Angelis chiuse quarto.

Niki Lauda GP Gran Bretagna 1984
© Philinflash

Lauda raggiunse i 367,5 punti iridati, battendo il record stabilito da Jackie Stewart di 360.

La situazione in campionato dopo il GP

La vittoria di Lauda lo portò a 33 punti e, con il mancato arrivo di Prost, il suo vantaggio in Campionato si ridusse a soli 1,5 punti.

Con 67,5 punti (quasi il doppio rispetto alla rivale Ferrari), la McLaren consolidò maggiormente il suo dominio nel campionato Costruttori.

L’ordine di arrivo del GP d’Inghilterra 1984

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 8 Austria Niki Lauda
United Kingdom McLaren 01:29:28.532 71
3
9
2 16 United Kingdom Derek Warwick
France Renault 01:30:10.655 71
6
6
3 19 Brazil Ayrton Senna
United Kingdom Toleman 01:30:31.860 71
7
4
4 11 Italy Elio de Angelis
United Kingdom Lotus +1 lap 70
4
3
5 27 Italy Michele Alboreto
Italy Ferrari +1 lap 70
9
2
6 28 France René Arnoux
Italy Ferrari +1 lap 70
13
1
7 1 Brazil Nelson Piquet
United Kingdom Brabham +1 lap 70
1
0
8 15 France Patrick Tambay
France Renault Turbo 69
10
0
9 24 Italy Piercarlo Ghinzani
Italy Osella +3 laps 68
21
0
10 26 Italy Andrea de Cesaris
France Ligier +3 laps 68
19
0
11 17 Switzerland Marc Surer
United Kingdom Arrows +4 laps 67
15
0
12 22 Italy Riccardo Patrese
Italy Alfa Romeo +5 laps 66
17
0
DSQ 4 Germany Stefan Bellof
United Kingdom Tyrrell Disqualified 68
26
0
NC 21 Netherlands Huub Rothengatter
United Kingdom Spirit Not Classified 62
22
0
RIT 25 France François Hesnault
France Ligier Electrical 43
20
0
RIT 7 France Alain Prost
United Kingdom McLaren Gearbox 37
2
0
RIT 12 United Kingdom Nigel Mansell
United Kingdom Lotus Gearbox 24
8
0
RIT 18 Belgium Thierry Boutsen
United Kingdom Arrows Electrical 24
12
0
RIT 5 France Jacques Laffite
United Kingdom Williams Water Pump 14
16
0
RIT 10 United Kingdom Jonathan Palmer
United Kingdom RAM Accident 10
23
0
RIT 2 Italy Corrado Fabi
United Kingdom Brabham Electrical 9
14
0
RIT 14 Germany Manfred Winkelhock
Germany ATS Spun Off 8
11
0
RIT 6 Finland Keke Rosberg
United Kingdom Williams Engine 5
5
0
DSQ 3 Sweden Stefan Johansson
United Kingdom Tyrrell Disqualified 1
25
0
RIT 23 United States Eddie Cheever
Italy Alfa Romeo Accident 0
18
0
RIT 9 France Philippe Alliot
United Kingdom RAM Accident 0
24
0
RIT 30 Austria Jo Gartner
Italy Osella Accident 0
27
0
DNQ 20 Venezuela Johnny Cecotto
United Kingdom Toleman No Time 0

0

Alessia Gastaldi

Mi chiamo Alessia, ho 25 anni e frequento la facoltà di giurisprudenza all’università Statale di Milano. Innamorata dei motori da quando sono bambina, sogno di diventare una giornalista sportiva, per raccontare le storie dei protagonisti che hanno scritto e scriveranno la storia del motorsport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button