1990-1999Formula 1On this day

GP Germania 1998: passo lungo passo indietro

La settimana prima del GP di Germania, undicesimo appuntamento della stagione di F1 1998, Schumacher scalpita.

Ferrari e McLaren sono praticamente allo stesso livello ed il tedesco sferza il reparto corse affinché gli sviluppino la F300 in tempo per la gara.

Il GP di Germania è un appuntamento importante ed esaltante per il tedesco che vorrebbe conquistarlo alla guida della sua rossa.

Il reparto corse, per accontentarlo, decide di confezionare appositamente per il GP una versione della monoposto a passo lungo.

I riscontri a Fiorano sembrano dare ragione alla squadra: i tempi sono incoraggianti e le gomme non patiscono più il degrado che, fino a quel momento, tanto ha messo in difficoltà la Ferrari.

È così che la squadra parte per la Germania animata da un inusitato ottimismo.

Le prove ufficiali sono una doccia fredda: le McLaren si confermano le più veloci davanti al campione del mondo Villeneuve, redivivo con la Williams Mecachrome!

Per la Ferrari è una sonora battuta d’arresto, a nulla sono servite le modifiche apportate.

La squadra italiana si concentra pervicacemente sulla macchina a passo lungo per decidere, solo a poche ore dall’inizio delle prove ufficiali, di abbandonarla per tornare a quella convenzionale.

La decisione danneggia non poco il tedesco che, proprio nelle qualifiche, si ritrova a dover girare con una F300 acerba di regolazioni che gli consente di strappare solo un misero nono tempo.

Il volto scuro del tedesco è tutto un programma e ben rappresenta la delusione di tutti!

La squadra, ammutolita dal risultato, si getta a lavorare su regolazioni e strategie per dare al tedesco una macchina competitiva per il giorno dopo.

Nonostante alcune gocce di pioggia caduta prima della gara, al via il tracciato si presenta asciutto.

Allo spegnersi dei semafori le due McLaren mantengono la testa ed impongono subito un ritmo elevatissimo.

L’unico che riesce a girare sugli stessi tempi è Schumacher, Ralf però, che tenta il tutto per tutto e parte con una Jordan scarica di carburante perché settata su due soste.

Il fratello Michael si avvia male, lentamente e può solo approfittare di un errore del compagno Irvine per prendersi il quinto posto.

Dopo quattordici giri, Ralf effettua il pit stop e rientra decimo.

Dal ventiduesimo giro via via tutti gli altri entrano ai box.

La natura del circuito e, senza dubbio, l’efficienza delle McLaren nelle posizioni che contano non consentono di vedere grossi cambiamenti.

Ralf, quando si ferma per il secondo pit, riesce a ripartire sesto, mentre davanti il fratello pare intenzionato a raggiungere Hill.

newey villeneuve hakkinen gp germania 1998
© LAT Images

Che emozione! La Ferrari o semplicemente il fuoriclasse tedesco sembrano aver preso le misure alla macchina…forza Michael!

È troppo tardi per la gara che si conclude con la quarta doppietta stagionale per il team anglo tedesco.

L’appuntamento per tutti i tifosi è in Ungheria dove la McLaren si presenterà ancora favorita e la Ferrari potrà solo sperare in qualche magia del suo pilota di punta…

GP Germania 1998: l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 8 Finland Mika Häkkinen
United Kingdom McLaren 01:20:48.000 45
1
10
2 7 United Kingdom David Coulthard
United Kingdom McLaren 01:20:48.426 45
2
6
3 1 Canada Jacques Villeneuve
United Kingdom Williams 01:20:50.577 45
3
4
4 9 United Kingdom Damon Hill
Ireland Jordan 01:20:55.185 45
5
3
5 3 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari 01:21:00.613 45
9
2
6 10 Germany Ralf Schumacher
Ireland Jordan 01:21:17.738 45
4
1
7 5 Italy Giancarlo Fisichella
Italy Benetton 01:21:19.026 45
8
0
8 4 United Kingdom Eddie Irvine
Italy Ferrari 01:21:19.649 45
6
0
9 2 Germany Heinz-Harald Frentzen
United Kingdom Williams 01:21:20.784 45
10
0
10 14 France Jean Alesi
Switzerland Sauber 01:21:36.371 45
11
0
11 6 Austria Alexander Wurz
Italy Benetton 01:21:45.994 45
7
0
12 12 Italy Jarno Trulli
France Prost +1 lap 44
14
0
13 21 Japan Toranosuke Takagi
United Kingdom Tyrrell +1 lap 44
15
0
14 17 Finland Mika Salo
United Kingdom Arrows +1 lap 44
17
0
15 11 France Olivier Panis
France Prost +1 lap 44
16
0
16 23 Argentina Esteban Tuero
Italy Minardi +2 laps 43
21
0
RIT 15 United Kingdom Johnny Herbert
Switzerland Sauber Gearbox 37
12
0
RIT 22 Japan Shinji Nakano
Italy Minardi Gearbox 36
20
0
RIT 18 Brazil Rubens Barrichello
United Kingdom Stewart Gearbox 27
13
0
RIT 19 Netherlands Jos Verstappen
United Kingdom Stewart Gearbox 24
19
0
RIT 16 Brazil Pedro Paulo Diniz
United Kingdom Arrows Throttle 2
18
0

Federico Sandoli

Esperto di logistica e trasporti, sempre pronto a recepire le novità ed a proporre soluzioni operative innovative. Lettore accanito, con una passione particolare per la scienza, la medicina ed…i supereroi. Iscritto al Club Ferrari di Maranello dalla nascita, curo da sempre la mia passione per la Ferrari e la F1 in genere. Colleziono modellini che posiziono rigorosamente in funzione del periodo dell’anno e degli eventi legati a piloti e case costruttori e custodisco gelosamente alcune lettere autografe oggetto di uno scambio di corrispondenza con l’Ing. Ferrari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button