fbpx
2010-2019Formula 1On this day

GP Giappone 2015: Hamilton vince a Suzuka e raggiunge Senna

Non c’è stata storia. Dopo la delusione di Singapore la Mercedes è tornata espugnando il GP del Giappone 2015 con una bellissima doppietta che ha visto Lewis Hamilton vincere la corsa, l’ottavo successo stagionale, davanti a Nico Rosberg, secondo. Il pilota inglese grazie all’affermazione di Suzuka ha raggiunto nelle classifiche di tutti i tempi le 41 vittorie ottenute da Ayrton Senna, rimarcando come la W06 Hybrid sia ancora la monoposto da battere.

gp giappone 2015 #JB17
© Pirelli Press Area

Le qualifiche

Gli ultimi trenta secondi del GP del Giappone sono stati vissuti davvero col cuore in gola per il tremendo botto, fortunatamente senza conseguenze, di Daniil Kvyat che, con la decisione di sventolare la bandiera rossa, ha di fatto regalato la pole position a Nico Rosberg. Il tedesco della Mercedes ha finalmente potuto portarsi a casa la sua seconda pole position stagionale dopo quella di Barcellona visto che la W06 Hybrid di Lewis Hamilton non ha potuto replicare dopo aver commesso un errore nel primo tentativo.

In terza posizione si è fermato Valtteri Bottas con la Williams che sulla pista di Suzuka è riuscito a ridurre a quattro decimi il ritardo da Rosberg. Se in quarta posizione per la Ferrari di Sebastian Vettel, alle spalle del ferraristra troviamo la FW37 di Felipe Massa, quinto, che è riuscito ad avere la meglio su Kimi Raikkonen, sesto. Dopo aver visto i risultati delle prove libere, la grande delusione di giornata è rappresentata dalla Red Bull che non è riuscita ad andare oltre la settima posizione con Daniel Ricciardo mentre Daniil Kvyat, decimo, è stato autore di un tremendo incidente quando mancavano pochi secondi alla fine della sessione.

Il pilota russo, mettendo le ruote di sinistra sull’erba, perde il controllo della vettura e picchia violentemente contro le barriere capottando la sua RB11, fortunatamente senza conseguenze. Solo con un grande spavento. L’ottava e nona posizione invece sono state conquistate rispettivamente dalla Lotus di Romain Grosjean e dalla Force India di Sergio Perez.

Ancora una volta non si aprono le porte della top ten per la McLaren Honda con Fernando Alonso fermo in 14esima posizione mentre Jenson Button ha dovuto arrendersi in 16esima posizione.

La griglia di partenza

Pos No Pilota Team Tempo Giri
1 6 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes 01:32.584 16
2 44 United Kingdom Lewis Hamilton
Germany Mercedes 01:32.660 15
3 77 Finland Valtteri Bottas
United Kingdom Williams 01:33.024 11
4 5 Germany Sebastian Vettel
Italy Ferrari 01:33.245 11
5 19 Brazil Felipe Massa
United Kingdom Williams 01:33.337 12
6 7 Finland Kimi Raikkonen
Italy Ferrari 01:33.347 10
7 3 Australia Daniel Ricciardo
Austria Red Bull 01:33.497 17
8 8 France Romain Grosjean
United Kingdom Lotus 01:33.967 19
9 11 Mexico Sergio Pérez
United Kingdom Force India 01:34.174 16
10 26 Russian Federation Daniil Kvyat
Austria Red Bull 01:34.201 15
11 27 Germany Nico Hulkenberg
United Kingdom Force India 01:34.390 13
12 55 Spain Carlos Sainz Jr
Italy Toro Rosso 01:34.453 15
13 13 Venezuela Pastor Maldonado
United Kingdom Lotus 01:34.497 13
14 14 Spain Fernando Alonso
United Kingdom McLaren 01:34.785 8
15 38 Netherlands Max Verstappen
Italy Toro Rosso 01:34.522 8
16 22 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren 01:35.664 6
17 9 Sweden Marcus Ericsson
Switzerland Sauber 01:35.673 5
18 12 Brazil Felipe Nasr
Switzerland Sauber 01:35.760 6
19 28 United Kingdom Will Stevens
United Kingdom Manor 01:47.114 5
20 53 United States Alexander Rossi
United Kingdom Manor 01:47.114 5

La gara

La gara di Suzuka poteva giocare a favore di Rosberg in chiave Mondiale che invece non ha potuto lottare ad armi pari con Lewis Hamilton a causa delle temperature al motore che hanno iniziato a salire prima di iniziare nei confronti del compagno di box. Terzo posto per la Ferrari di Sebastian Vettel che ha provato a mettere in difficoltà il tedesco della Mercedes, sperando di rubargli la seconda posizione. In quarta posizione troviamo Kimi Raikkonen con la SF15-T gemella a conferma che il Cavallino Rampante è la seconda forza del mondiale. Quinto posto per la Williams di Valtteri Bottas seguito dalla Force India di Nico Hulkenberg che è riuscito a tenersi alle spalle le Lotus di Romain Grosjean, settimo, e Pastor Maldonado, ottavo. Chiudono la top ten le Toro Rosso di Max Verstappen, nono, e Carlos Sainz JR, decimo e obbligato a sostituire il musetto della STR10 per averlo rovinato contro il paletto che delimita l’ingresso della corsia box.

gp giappone 2015 podio
© Pirelli Press Area

Ai margini della top ten si è fermata la McLaren di Fernando Alonso, 11esimo, che durante la gara ha avuto parole dure per la Honda paragonando la power unit giapponese a quelle utilizzate su una GP2 mentre veniva sverniciato dagli avversari in rettilineo.

gp giappone 2015 partenza
© Mercedes Press Area

Lewis Hamilton: “È come se fossi su una barca a vela”

Mi piacciono le barche a vela, quando trovi il vento giusto è come se Dio ti spingesse. Oggi in macchina avevo aria libera davanti e come portavo la vettura è come se venisse spinta è proprio come se fossi su una barca a vela“.

gp giappone 2015 nico rosberg
© Mercedes Press Area

Nico Rosberg: “Ho evitato l’incidente”

“Non è stato belle perdere la posizione alla prima curva, Lewis era molto vicino e l’ho evitato per causare un incidente. È difficile giudicare se ero io che dovevo stare in quella posizione, purtroppo sono nell’abitacolo e non ho la possibilità di vedere da fuori cosa succede. Ho comunque evitato di andare contro al mio compagno e questo mi è costata la vittoria”.

gp giappone 2015 sebastian vettel
© Ferrari Press Area

Sebastian Vettel: “Abbiamo fatto il massimo possibile”

Oggi, tutto sommato, ci sono mille ragioni per essere felici per il terzo posto. Al secondo pit-stop siamo rimasti sorpresi dal giro di uscita di Nico; pensavamo di avere un margine sufficiente, quindi non posso dire che abbiamo fatto un errore. Certo, quando tagli il traguardo un po’ ti dispiace, perché credo che se avessimo potuto stargli davanti per lui sarebbe stato difficile sorpassare: su questa pista non è così facile avvicinarsi e infatti abbiamo visto quanto aveva faticato prima con Bottas. Dobbiamo accettare il fatto che la Mercedes era più veloce e meritava di stare davanti. Tuttavia terzo e quarto è un grande risultato per la squadra. Abbiamo ottenuto buoni punti e recuperato molto dopo un sabato mattina complicato“.

GP Giappone 2015: l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Fast Lap Led Griglia Punti
1 44 United Kingdom Lewis Hamilton
Germany Mercedes 01:28:06.508 53
01:36.145
33
2
25
2 6 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes 01:28:25.472 53
01:37.147
31
1
18
3 5 Germany Sebastian Vettel
Italy Ferrari 01:28:27.358 53
01:37.906
32
4
15
4 7 Finland Kimi Raikkonen
Italy Ferrari 01:28:40.276 53
01:38.035
32
6
12
5 77 Finland Valtteri Bottas
United Kingdom Williams 01:28:43.254 53
01:38.241
41
3
10
6 27 Germany Nico Hulkenberg
United Kingdom Force India 01:29:02.067 53
01:38.331
43
11
8
7 8 France Romain Grosjean
United Kingdom Lotus 01:29:18.806 53
01:38.167
35
8
6
8 13 Venezuela Pastor Maldonado
United Kingdom Lotus 01:29:20.083 53
01:38.136
39
13
4
9 38 Netherlands Max Verstappen
Italy Toro Rosso 01:29:41.823 53
01:38.237
32
15
2
10 55 Spain Carlos Sainz Jr
Italy Toro Rosso 01:28:18.282 52
01:38.686
16
12
1
11 14 Spain Fernando Alonso
United Kingdom McLaren 01:28:31.223 52
01:39.614
45
14
0
12 11 Mexico Sergio Pérez
United Kingdom Force India 01:28:35.478 52
01:38.591
50
9
0
13 26 Russian Federation Daniil Kvyat
Austria Red Bull 01:28:41.523 52
01:38.366
36
10
0
14 9 Sweden Marcus Ericsson
Switzerland Sauber 01:28:51.522 52
01:39.343
28
15
0
15 3 Australia Daniel Ricciardo
Austria Red Bull 01:28:53.042 52
01:38.898
32
7
0
16 22 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren 01:28:58.032 52
01:40.121
31
16
0
17 19 Brazil Felipe Massa
United Kingdom Williams 01:28:47.939 51
01:38.595
51
5
0
18 53 United States Alexander Rossi
United Kingdom Manor 01:29:22.167 51
01:41.467
35
20
0
19 28 United Kingdom Will Stevens
United Kingdom Manor 01:28:20.471 50
01:41.452
44
19
0
20 12 Brazil Felipe Nasr
Switzerland Sauber 01:24:09.742 49
01:40.088
39
18
0

FACT CHECKING
raisport.rai.it
Pubblicità

Silvano Lonardo

Mi occupo di Digital Strategist. Appassionato di Formula 1, ciclismo, pallamano e Lego. Insegnante di nuoto e due volte papà.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio