fbpx
2000-2009Formula 1On this day

GP Gran Bretagna 2006: gara da manuale per Alonso

Sul circuito inglese di Silverstone, Fernando Alonso aggiudica una corsa da manuale regalando al pilota spagnolo il primo posto nel GP di Gran Bretagna 2006, ottava prova del mondiale di Formula 1. L’Asturiano ha messo ha segno la sua quinta vittoria stagionale e ora il suo margine in classifica generale è di 23 punti sul diretto rivale Michael Schumacher che ha chiuso al secondo posto sopravanzando Kimi Raikkonen al termine della seconda fase dei pit stop.

Giancarlo Fisichella con la seconda Renault ha compiuto la stessa manovra sull’altro pilota della Ferrari, Felipe Massa, finendo al quarto posto proprio davanti al brasiliano. Il piazzamento di Fisichella contribuisce ad estendere ulteriormente il vantaggio della Renault nella classifica costruttori che ora guida la classifica con 31 punti di distacco.

Il giorno della gara il cielo era coperto ma la temperatura era alta come l’attesa sfida tra Alonso, Schumacher e Raikkonen.

gp gran bretagna 2006 partenza
© Ferrari

Nelle prime fasi del GP di Gran Bretagna 2006 il finlandese metteva sotto pressione lo spagnolo, specialmente dopo l’uscita di scena della safety car, entrata brevemente in azione dopo la collisione tra Scott Speed e Ralf Schumacher e che aveva coinvolto anche Mark Webber. Nel frattempo Massa e Fisichella transitavano non troppo distanti dai primi tre, distanziando via via Nick Heidfeld, sesto, seguito da Juan Pablo Montoya.

A poco a poco Raikkonen, con una velocità di punta leggermente più bassa dell’avversario, perdeva contatto con Alonso, mentre Schumacher continuava a rimanere nella scia del finlandese. Massa e Fisichella rimanevano vicini, in quarta e quinta posizione rispettivamente, mentre Montoya continuava a tenere sotto pressione Heidfeld.

Alla tornata 18 Schumacher entra ai box per il primo pit-stop, seguito al passaggio successivo da Raikkonen e Massa. Dopo due giri è il momento di Montoya, imitato da Fisichella al 21° giro e da Alonso in quello seguente. Dopo il primo giro di rifornimenti Alonso guidava la corsa con 12 secondi di vantaggio su Raikkonen e seguito a vista dalla Ferrari del tedesco. Fisichella era intanto riuscito a rientrare in pista davanti a Massa mentre Montoya aveva sopravanzato Heidfeld salendo così al sesto posto. Nico Rosberg transitava in ottava posizione, davanti a Jaques Villeneuve.

Il vantaggio del leader della corsa rimaneva stabile durante tutto il secondo stint, mentre Schumacher riduceva progressivamente la distanza da Raikkonen, arrivando ad 1 secondo. I due avevano intanto staccato Fisichella, che a sua volta si era liberato di Massa.

Intorno al quarantesimo giro inizia il secondo giro di rifornimento; il primo a fermarsi è Schumacher con l’obbiettivo di spingere con gomme nuove fino a ridurre il divario con Raikkonen. Il finlandese entra ai box nel giro successivo montando gomme usurate, ma ormai la Ferrari è davanti. Tre giro dopo si ferma Alonso, così come Fisichella, Massa e Montoya si arrestavano al giro seguente.

Ormai la gara è decisa con Schumacher che si ritrova secondo a 12 secondi da Alonso, mentre Raikkonen scivola al terzo posto con 3,7 secondi dal tedesco. Dietro anche Fisichella si riavvicinava a Raikkonen tanto che l’italiano transitava sotto la bandiera a scacchi nella scia del finlandese.

Massa chiudeva in quinta posizione, davanti a Montoya, Villeneuve e Rosberg.

Le parole di Michael Schumacher a fine gara

Il secondo posto è il massimo che potevamo ottenere oggi, considerata la nostra posizione in griglia. Anche se non ci sono stati mai particolari problemi sulla macchina, questo weekend non siamo mai stati sufficientemente veloci per vincere: dobbiamo lavorare molto per riuscirci sin dalla prossima gara. Alla fin fine, dobbiamo quindi essere contenti per questi otto punti. Restano dieci corse da disputare con cento punti in palio: anche se ho un ritardo di 23 lunghezze rispetto ad Alonso non considero certamente chiuso il campionato. Per buona parte della gara sono rimasto dietro a Kimi, pur avendo un potenziale maggiore: è per questo che ritengo che il risultato non sia poi così male. Le prossime due gare si disputeranno su piste completamente diverse: sarà interessante vedere quali saranno i rapporti di forza su quei tipi di tracciati. Dobbiamo cercare di rimontare lo svantaggio.”

L’ordine di arrivo del GP di Gran Bretagna 2006

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 1 Spain Fernando Alonso
France Renault 01:25:51.927 60
1
10
2 5 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari 01:26:05.878 60
3
8
3 3 Finland Kimi Raikkonen
United Kingdom McLaren 01:26:10.599 60
2
6
4 2 Italy Giancarlo Fisichella
France Renault 01:26:11.903 60
5
5
5 6 Brazil Felipe Massa
Italy Ferrari 01:26:23.486 60
4
4
6 4 Colombia Juan Pablo Montoya
United Kingdom McLaren 01:26:56.696 60
8
3
7 16 Germany Nick Heidfeld
Switzerland BMW Sauber 01:27:06.521 60
9
2
8 17 Canada Jacques Villeneuve
Switzerland BMW Sauber 01:27:10.226 60
10
1
9 10 Germany Nico Rosberg
United Kingdom Williams 01:27:10.935 60
12
0
10 11 Brazil Rubens Barrichello
Japan Honda +1 lap 59
6
0
11 8 Italy Jarno Trulli
Japan Toyota +1 lap 59
22
0
12 14 United Kingdom David Coulthard
Austria Red Bull +1 lap 59
11
0
13 20 Italy Vitantonio Liuzzi
Italy Toro Rosso +1 lap 59
13
0
14 15 Austria Christian Klien
Austria Red Bull +1 lap 59
14
0
15 19 Netherlands Christijan Albers
Russian Federation Midland +1 lap 59
18
0
16 18 Portugal Tiago Monteiro
Russian Federation Midland +2 laps 58
16
0
17 22 Japan Takuma Sato
Japan Super Aguri +3 laps 57
20
0
18 23 France Franck Montagny
Japan Super Aguri +3 laps 57
21
0
RIT 12 United Kingdom Jenson Button
Japan Honda Oil leak 8
19
0
RIT 21 United States Scott Speed
Italy Toro Rosso Accident damage 1
15
0
RIT 7 Germany Ralf Schumacher
Japan Toyota Accident 0
7
0
RIT 9 Australia Mark Webber
United Kingdom Williams Accident 0
17
0

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, Pallamano e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button