fbpx
2010-2019Formula 1On this day

GP Italia 2019: Leclerc le Roi di Monza

Il monegasco conquista la sua seconda vittoria consecutiva precedendo le due Mercedes, Vettel sbaglia e chiude fuori dai punti

Charles Leclerc dopo soli sette giorni torna a festeggiare e lo fa nel Gran Premio di casa per la Ferrari, battendo Valtteri Bottas e Lewis Hamilton allo sprint finale. Sbaglia Sebastian Vettel che prima esce di pista all’Ascari, poi rientra pericolosamente in pista andando a contatto con Lance Stroll.

gp italia 2019 partenza
© Pirelli Press Area

La Ferrari trionfa nel Gran Premio di casa dopo nove anni di astinenza e lo fa con il predestinato, il proprio pilota monegasco. Il team di Maranello non può festeggiare una doppietta dopo il testacoda del tedesco. La marea rossa sotto il podio brianzolo ha fatto però emozionare probabilmente non solo i tifosi della Ferrari.

Seconda e terza posizione per Bottas e Hamilton, dopo che l’inglese ha commesso un errore in prima variante nel tentativo di attaccare Leclerc, preda per quasi l’intero svolgimento della corsa. Nel finale problemi di blister hanno costretto l’ex McLaren a rientrare ai box per un seconda sosta, utile a segnare il giro veloce della gara. Buona seconda posizione per Valtteri Bottas, in rimonta nei giri finali dopo aver posticipato l’unico pit effettuato.

Grandissima gara per le due Renault che chiudono la gara in quarta e quinta posizione rispettivamente con Daniel Ricciardo e Nico Hulkenberg. Il tedesco si è anche concesso il lusso di completare il primo giro davanti a Sebastian Vettel, dopo averlo attaccato con successo alla Roggia nella prima tornata.

Sesta posizione per Alexander Albon, punito con cinque secondi di penalità dopo un duello all’ultimo sangue con Carlos Sainz nei primi giri. Rimonta fino all’ottava posizione Max Verstappen, mentre Sergio Perez è stato bravo a difendersi nelle fasi finali della corsa dal pilota olandese.

gp italia 2019 podio
© Ferrari Press Area

Antonio Giovinazzi torna in zona punti, segnando il miglior risultato in carriera con la nona posizione sotto la bandiera a scacchi. Ulteriori due punti per l’Alfa Romeo che oggi non ha potuto contare sull’apporto di Kimi Raikkonen a seguito di una pesante penalizzazione causa un errore pacchiano del team. La scuderia svizzera ha infatti montato gomme diverse rispetto a quelle della Q2, sulla macchina del finlandese, nonostante si sia qualificato all’interno della top ten. Zona punti che invece è stata chiusa dalla McLaren di Lando Norris

Non hanno concluso la gara la McLaren di Carlos Sainz, dopo che in sede di pit stop il i meccanici non hanno fissato l’anteriore destra, mentre Daniil Kvyat è finito KO causa un problema al power unit.

Le dichiarazione a caldo

gp italia 2019 charles leclerc
© Depositphotos

Charles Leclerc

“Che gara! Non sono mai stato così stanco al termine di un Gran Premio. È stato molto difficile, ma ci tenevo a far bene per il team e per tutti i tifosi, vincere qui è un sogno. L’ho vissuta già una settimana fa in Belgio quando ho centrato il primo successo in carriera in Formula 1, ma riuscirci qui è un’emozione 10 volte superiore. Non ho parole. Ho commesso un paio d’errori e debbo stare attento perché oggi è andata bene, ma altre volte non è detto che accada. Per fortuna che nessuno di questi due ha compromesso la mia posizione finale. Alla fine la strategia è stata giusta ed ha funzionato. Ho pensato di farcela solo negli ultimi 7, 8 giri, perché comunque Bottas stava guadagnando. Negli ultimi due passaggi ho iniziato a guardarmi intorno e ho visto la gente che agitava le bandiere, lì ho cercato di restare concentrato e ce l’abbiamo fatta. Ringrazio la squadra e i tifosi per questa gioia, salire su questo podio è emozionante, non ci sono parole per descriverlo!”

gp italia 2019 lewis hamilton
© Depositphotos

Lewis Hamilton

“Quando non riesci a superare i tuoi avversari, non è mai un bel giorno – ha raccontato Hamilton in conferenza stampa – Le Ferrari sono state molto veloci tutto il weekend, in particolar modo nei rettilinei. Era davvero difficile stare vicino a loro e superarli. La cosa davvero importante è che lasciamo Monza con ancora più vantaggio sulla Ferrari nel Campionato Costruttori. Soprattutto guardando le cose come sono andate oggi, non credo sia così scontato che quello di Marina Bay sia un fine settimana facile per noi – ha proseguito – Ora andremo in fabbrica e cercheremo di capire in quali aree sarà possibile apportare dei miglioramenti alla nostra vettura. Non nascondo che mi piacerebbe battagliare più volte con Ferrari e Red Bull.
Mi voglio congratulare con Charles e con la Ferrari perché hanno fatto un grande lavoro, soprattutto tenendo conto della pressione che gli abbiamo messo addosso io e Valtteri – ha raccontato Hamilton – Posso dire che oggi sia stata semplicemente una giornata no. È stato un po’ frustrante avere un avversario così vicino senza avere la possibilità di sorpassarlo.”

gp italia 2019 bottas
© Depositphotos

Valtteri Bottas

“La nostra strategia è stata abbastanza buona, mi ha concesso alcune opportunità alla fine però non c’era modo di superarlo. Ho fatto anche un paio di bloccaggi in frenata nel tentativo di avvicinarlo ma loro erano troppo veloci in rettilineo. Ho dato tutto quello che avevo, ho usato tutte le mappature possibili del motore ma non è bastato. Bravo Charles ci abbiamo provato ma la Ferrari era troppo veloce in rettilineo e quando mi avvicinavo troppo avevo problemi di bloccaggio freni.”

LA CLASSIFICA DEL GP D’ITALIA 2019

Pos No Pilota Team Tempo Giri Fast Lap Led Griglia Punti
1 16 Monaco Charles Leclerc
Italy Ferrari 01:15:26.665 53
01:23.009
47
1
25
2 77 Finland Valtteri Bottas
Germany Mercedes 01:15:27.500 53
01:22.859
47
3
18
3 44 United Kingdom Lewis Hamilton
Germany Mercedes 01:16:01.864 53
01:21.779
51
2
16
4 3 Australia Daniel Ricciardo
France Renault 01:16:12.180 53
01:23.466
53
5
12
5 27 Germany Nico Hulkenberg
France Renault 01:16:24.830 53
01:23.641
53
6
10
6 23 United Kingdom Alexander Albon
Austria Red Bull 01:16:25.980 53
01:23.364
45
8
8
7 11 Mexico Sergio Pérez
United Kingdom Racing Point 01:16:40.467 53
01:23.770
35
18
6
8 33 Netherlands Max Verstappen
Austria Red Bull 01:16:41.157 53
01:23.143
41
19
4
9 99 Italy Antonio Giovinazzi
Switzerland Alfa Romeo Racing 01:15:29.573 52
01:24.503
44
10
2
10 4 United Kingdom Lando Norris
United Kingdom McLaren 01:15:31.085 52
01:24.044
52
16
1
11 10 France Pierre Gasly
Italy Toro Rosso 01:15:32.904 52
01:23.885
51
17
0
12 18 Canada Lance Stroll
United Kingdom Racing Point 01:15:45.782 52
01:24.165
51
9
0
13 5 Germany Sebastian Vettel
Italy Ferrari 01:16:05.952 52
01:22.799
50
4
0
14 63 United Kingdom George Russell
United Kingdom Williams 01:16:07.435 52
01:24.842
51
14
0
15 7 Finland Kimi Raikkonen
Switzerland Alfa Romeo Racing 01:16:31.865 52
01:24.419
52
20
0
16 8 France Romain Grosjean
United States Haas 01:16:51.440 52
01:24.985
31
13
0
17 88 Poland Robert Kubica
United Kingdom Williams 01:15:53.984 51
01:24.989
47
15
0
RIT 20 Denmark Kevin Magnussen
United States Haas 01:03:30.512 43
01:24.443
38
11
0
RIT 26 Russian Federation Daniil Kvyat
Italy Toro Rosso 00:42:22.197 29
01:25.772
19
12
0
RIT 55 Spain Carlos Sainz Jr
United Kingdom McLaren 00:38:55.426 27
01:25.637
10
7
0

PHOTO CREDITS
ferrari.com
Pubblicità

Silvano Lonardo

Mi occupo di Digital Strategist. Appassionato di Formula 1, ciclismo, pallamano e Lego. Insegnante di nuoto e due volte papà.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio