fbpx
1990-1999Formula 1On this day

GP Monaco 91: il bullone è tratto

Nonostante il deludente GP di San Marino, la Ferrari crede ancora che le modifiche apportate alla 642 possano farla ben figurare a Monaco. Per non lasciare niente al caso, la squadra italiana, per la gara monegasca decide di montare dei motori nuovi, forse meno potenti ma con una gran trazione.

Durante le qualifiche del giovedì le sensazioni della Ferrari sembrano avverarsi infatti Prost per buona parte della sessione è in testa poi entra in pista il suo nemico Senna e lascia tutti esterrefatti per il crono che riesce a strappare sulle stradine del principato. Prost non accetta di essere battuto dal brasiliano e ritorna in pista ma i suoi tentativi sono spesso bloccati dal traffico e alla fine della sessione il francese scivola al quarto posto.
Il compagno Alesi, mai a proprio agio per le troppe vibrazioni, non riesce a fare meglio del sesto tempo
Al sabato il campione carioca si migliora ancora confermando la pole, al suo fianco, a sorpresa, Stefano Modena che riesce a sfruttare al meglio le sue Pirelli e regala un sorriso al vecchio Ken Tyrrel.
Solamente settimo Prost e addirittura nono Alesi.
Nel box rosso c’è molta delusione per le prove del francese, infatti nel circuito salotto sono venute meno le capacita’ di guida che solo l’anno prima gli avevano attirato le attenzione dei teams di testa.
Alla partenza Senna tiene la testa rintuzzando i tentativi di Modena che preferisce desistere e accodarsi al brasiliano.
Dietro la coppia di testa seguono Patrese, Mansell e Prost.

alain Prost gp monaco 1991
© Wikimedia / Jmex60

Nei primi giri la Tyrrel di Modena riesce a tenere il ritmo di Senna, il brasiliano riesce ad avvantaggiarsi solo durante i doppiaggi usando la proverbiale grinta arrivando pian piano a scappare via.
Finalmente con una Ferrari a posto, Prost passa Mansell mentre Patrese rompe gli indugi e si avvicina decisamente alla Tyrrel in seconda posizione.
Improvvisamente il motore di Modena esplode e l ‘olio che esce fa scivolare la Williams di Patrese mandandolo a sbattere contro le barriere.
Con le uscita di scena di Modena e Patrese, la Ferrari di Prost si ritrova in seconda posizione con Mansell che comincia a rimontare sul francese.

LA Ferrari di Prost comincia ad avere qualche vibrazione di troppo che obbliga il francese a rallentare il ritmo permettendo a Mansell di arrivargli sotto e passarlo alla Chicane con un sorpasso deciso e spettacolare.
A 5 giri dalla fine la “27” si deve arrendere alle vibrazioni e entra ai box trovando i meccanici impreparati che, nella confusione fanno scivolare un bullone sotto la vettura prolungando troppo la sosta.
Persa la terza posizione in favore del regolare Alesi, Prost, quinto fa segnare il platonico giro più veloce mentre in testa Senna, nonostante dal 62 giro abbia il motore con dei problemi, vince dimostrando una volta di più di essere imbattibile nel circuito salotto.
Nel dopo corsa, all’interno della Ferrari l’atmosfera si fa incandescente con Prost che critica in modo aspro i propri meccanici per la sosta prolungata e Alesi che denuncia di aver trovato l’assetto della sua macchina cambiato obbligandolo a fare il taxista durante tutta la gara.
La squadra viene richiamata urgentemente a Maranello per un necessario scambio di idee.

Monaco 91: la classifica finale

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 1 Brazil Ayrton Senna
United Kingdom McLaren 01:53:02.334 78
1
10
2 5 United Kingdom Nigel Mansell
United Kingdom Williams 01:53:20.682 78
5
6
3 28 France Jean Alesi
Italy Ferrari 01:53:49.789 78
9
4
4 19 Brazil Roberto Moreno
Italy Benetton +1 lap 77
8
3
5 27 France Alain Prost
Italy Ferrari +1 lap 77
7
2
6 21 Italy Emanuele Pirro
Italy Dallara +1 lap 77
12
1
7 25 Belgium Thierry Boutsen
France Ligier +2 laps 76
16
0
8 32 France Bertrand Gachot
Ireland Jordan +2 laps 76
23
0
9 29 France Éric Bernard
United Kingdom Lola +2 laps 76
13
0
10 26 France Érik Comas
France Ligier +2 laps 76
26
0
11 22 Finland Jyrki Järvilehto
Italy Dallara +3 laps 75
21
0
12 23 Italy Pierluigi Martini
Italy Minardi +6 laps 72
14
0
RIT 11 Finland Mika Häkkinen
United Kingdom Lotus Oil leak 64
25
0
RIT 24 Italy Gianni Morbidelli
Italy Minardi Gearbox 49
17
0
RIT 15 Brazil Maurício Gugelmin
United Kingdom Leyton House Throttle 43
15
0
RIT 4 Italy Stefano Modena
United Kingdom Tyrrell Engine 42
2
0
RIT 6 Italy Riccardo Patrese
United Kingdom Williams Spun Off 42
3
0
RIT 8 United Kingdom Mark Blundell
United Kingdom Brabham Spun off 41
19
0
RIT 9 Italy Michele Alboreto
United Kingdom Footwork Engine 39
22
0
RIT 3 Japan Satoru Nakajima
United Kingdom Tyrrell Spun off 35
11
0
RIT 30 Japan Aguri Suzuki
United Kingdom Lola Engine 24
20
0
RIT 33 Italy Andrea de Cesaris
Ireland Jordan Throttle 21
10
0
RIT 16 Italy Ivan Capelli
United Kingdom Leyton House Brakes 12
18
0
RIT 17 Italy Gabriele Tarquini
France AGS Gearbox 9
24
0
RIT 2 Austria Gerhard Berger
United Kingdom McLaren Spun Off 9
6
0
RIT 20 Brazil Nelson Piquet
Italy Benetton Suspension 0
4
0
DNQ 12 United Kingdom Julian Bailey
United Kingdom Lotus No Time 0

0
DNQ 18 Italy Fabrizio Barbazza
France AGS No Time 0

0
DNQ 10 Italy Alex Caffi
United Kingdom Footwork No Time 0

0
DNQ 7 United Kingdom Martin Brundle
United Kingdom Brabham No Time 0

0
DNPQ 34 Italy Nicola Larini
Italy Lambo No Time 0

0
DNPQ 35 Belgium Eric van de Poele
Italy Lambo No Time 0

0
DNPQ 31 Portugal Pedro Chaves
Italy Coloni No Time 0

0
DNPQ 14 France Olivier Grouillard
Italy Fondmetal No Time 0

0

Pubblicità

Federico Sandoli

Esperto di logistica e trasporti, sempre pronto a recepire le novità ed a proporre soluzioni operative innovative. Lettore accanito, con una passione particolare per la scienza, la medicina ed…i supereroi. Iscritto al Club Ferrari di Maranello dalla nascita, curo da sempre la mia passione per la Ferrari e la F1 in genere. Colleziono modellini che posiziono rigorosamente in funzione del periodo dell’anno e degli eventi legati a piloti e case costruttori e custodisco gelosamente alcune lettere autografe oggetto di uno scambio di corrispondenza con l’Ing. Ferrari.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio