fbpx
2010-2019Formula 1On this day

GP Russia 2016: Rosberg asfalta tutti. Pole, vittoria e giro veloce sono suoi

Non ce n’è per nessuno. Nico Rosberg è sempre più il leader della Mercedes e a dirlo sono i numeri. Il tedesco della scuderia tedesca a in occasione del GP di Russia 2016 ha ottenuto la quarta vittoria stagionale a bordo della W07 Hybrid, la settima di fila e la 18esima della sua carriera. Il figlio d’arte, che proprio negli ultimi giri della corsa ha inanellato una serie di giri veloci da far venire la pelle d’oca, grazie alla pole position ottenuta ieri si è portato a casa quello che nel Motorsport viene conosciuto come Grand Chelem e, proprio grazie all’affermazione nella terra degli Zar, Nico Rosberg ha fermato a 43 lunghezze Lewis Hamilton.

gp russia 2016 partenza
© Pirelli Press Area

Proprio l’inglese, che ha preso il via dalla decima posizione, è riuscito a risalire fino alle spalle di Rosberg ma solamente quando sembrava averne per provare ad averne per andare a prendere il compagno di box ha dovuto tirare i remi in barca per un problema alla pressione dell’acqua della sua power unit che si era improvvisamente alzata e poi stabilizzata. Sul gradino più basso del podio si ferma Kimi Raikkonen con la Ferrari con un distacco di oltre mezzo minuto dalle Mercedes mentre rispettivamente in quarta e quinta posizione troviamo Valtteri Bottas e Felipe Massa che grazie ai punti odierni riportano la Williams a essere la terza forza del mondiale.

gp russia 2016 nico rosberg mercedes
© Mercedes AMG F1

Ottima sesta posizione per Fernando Alonso che riesce a interrompere un digiuno dai punti che durava da ben 11 Gran Premi, dall’Ungheria 2015. Il pilota spagnolo della McLaren, nonostante la partenza dalla 14esima posizione, è stato intelligente a non farsi sorprendere dai contatti avvenuti a centro gruppo ed è riuscito a portare a termine la miglior gara dell’era Honda, in attesa del debutto di una nuova power unit che dovrebbe fare il suo debutto in Canada. Bene anche Kevin Magnussen che grazie al suo settimo regala i primi punti 2016 alla Renault mettendo ulteriormente in ombra il compagno di squadra Palmer. Chiudono la top ten la Haas di Romain Grosjean, ottavo, la Force India di Sergio Perez, nono, e l’altra McLaren, quella di Jenson Button, decimo.

A mancare dalla zona punti nel GP di Russia 2016 è la Ferrari di Sebastian Vettel, che prendeva il via dalla settima posizione per aver dovuto sostituire il cambio. Il tedesco è stato tamponato in ben due occasioni da Daniil Kvyat nel primi giro. L’azione sconsiderata del pilota russo della Red Bull, messo sotto pressione dal team di Milton Keynes e probabilmente accompagnato alla porta a fine stagione, gli è costata oltre che un drive through in gara anche tre punti dalla SuperLicenza.

L’ordine di arrivo del GP di Russia 2016

Pos No Pilota Team Tempo Giri Fast Lap Led Griglia Punti
1 6 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes 01:32:41.997 53
01:39.094
52
1
25
2 44 United Kingdom Lewis Hamilton
Germany Mercedes 01:33:07.019 53
01:40.266
36
10
18
3 7 Finland Kimi Raikkonen
Italy Ferrari 01:33:13.995 53
01:40.101
47
4
15
4 77 Finland Valtteri Bottas
United Kingdom Williams 01:33:32.214 53
01:41.159
37
2
12
5 19 Brazil Felipe Massa
United Kingdom Williams 01:33:56.424 53
01:39.743
52
4
10
6 14 Spain Fernando Alonso
United Kingdom McLaren 01:32:45.103 52
01:40.347
52
14
8
7 20 Denmark Kevin Magnussen
France Renault 01:32:53.741 52
01:41.832
50
17
6
8 8 France Romain Grosjean
United States Haas 01:32:55.693 52
01:42.026
51
15
4
9 11 Mexico Sergio Pérez
United Kingdom Force India 01:32:57.217 52
01:41.897
47
6
2
10 22 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren 01:33:01.179 52
01:41.720
50
12
1
11 3 Australia Daniel Ricciardo
Austria Red Bull 01:33:08.842 52
01:41.179
46
5
0
12 55 Spain Carlos Sainz Jr
Italy Toro Rosso 01:33:18.066 52
01:42.205
41
11
0
13 30 United Kingdom Jolyon Palmer
France Renault 01:33:18.112 52
01:42.660
37
18
0
14 9 Sweden Marcus Ericsson
Switzerland Sauber 01:33:20.077 52
01:42.050
45
22
0
15 26 Russian Federation Daniil Kvyat
Austria Red Bull 01:33:35.730 52
01:42.344
44
8
0
16 12 Brazil Felipe Nasr
Switzerland Sauber 01:33:42.320 52
01:42.253
50
19
0
17 21 Mexico Esteban Gutiérrez
United States Haas 01:33:49.450 52
01:42.378
52
16
0
18 94 Germany Pascal Wehrlein
United Kingdom Manor 01:33:19.352 53
01:41.907
43
20
0
19 33 Netherlands Max Verstappen
Italy Toro Rosso 00:59:59.884 33
01:42.029
32
9
0
RIT 5 Germany Sebastian Vettel
Italy Ferrari Incidente 0

0
7
0
RIT 27 Germany Nico Hulkenberg
United Kingdom Force India Incidente 0

0
13
0
RIT 88 Indonesia Rio Haryanto
United Kingdom Manor Incidente 0

0
21
0

Pubblicità

Eleonora Ottonello

Mi chiamo Eleonora e sono di Genova. Scrivo per passione, nella vita di tutti i giorni sono un'educatrice cinofila. Non ho paura di dire (forse è meglio dire scrivere) quello che penso. Per me la sincerità e la franchezza sono alla base di ogni rapporto umano. Sono pignola e puntigliosa ma disordinata e pasticciona allo stesso tempo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio