fbpx
1980-1989Formula 1On this day

GP Stati Uniti: Alfa vittoria a metà

Il glen saluta l'ultima prova del campionato del mondo di F1 stagione 1980

Le squadre arrivano all’ultimo appuntamento mondiale con sentimenti diversi, la Williams Aspetta l’ufficialità della vittoria in entrambi i campionati, la Brabham ha assunto la figura di sfidante e seconda forza del campionato, la Ferrari con la peggior macchina della sua storia deve scrollarsi di dosso la stagione 80 e cominciare a lavorare per la prossima tutta Incentrata sul motore turbo.

Fin dalle prime prove il protagonista e l’Alfa Romeo di Giacomelli, costantemente in testa alla graduatoria dei tempi davanti alla Williams di Jones.

Al sabato il pilota bresciano riesce a sfruttare al meglio la sua monoposto e riesce a migliorarsi ulteriormente. Al secondo posto piquet, staccato di un secondo, mentre il neo campione del Mondo jones si deve accontentare del 5 posto.

Deludono le Ferrari, con Villeneuve e Scheketer ottengono il diciottesimo e il ventesimo tempo.

Alla partenza Giacomelli tiene la testa, mentre Alan Jones scatta dal quinto posto, arriva secondo alla prima curva ma un uscita di pista lo porta a rientrare al quattordicesimo posto.

partenza gp stati uniti 1980
© Ericok

Mentre in testa l’Alfa aumenta il suo vantaggio, Jones comincia una rimonta che lo porta già all’undicesimo giro in zona punti.

Al ventunesimo Gicomelli ha ormai la vittoria in tasca, ha undici secondi di vantaggio su Piquet e Reutemann, in bagare per il secondo posto. Il brasiliano sta patendo un graining che lo porta non solo a perdere la posizione a vantaggio dell’argentino della Williams, ma gli fa compiere
Un testacoda alla prima curva che lo relega all undicesimo posto.

Con la propria macchina inguidabile, il brasiliano si ferma ai box per ritirarsi, mentre la corsa perde uno dei possibili protagonisti, Jones supera Pironi, conquista il terzo posto e si mette in scia al compagno Reutemann che passa e va insediarsi al secondo posto.

bruno giacomelli gp stati uniti 1980
© Ericok

La fuga di Giacomelli finisce al giro 32 quando la centralina della sua Alfa si rompe. La sua Alfa aveva un vantaggio impressionante e per gli avversari era impossibile riuscire a raggiungerlo.

Col ritiro della vettura italiana, la testa viene presa da Jones che conduce con una grinta eccezionale davanti al proprio compagno.

Addirittura quando il buon senso porterebbe ad arrivare al traguardo senza forzare, l’australiano batte il record della pista girando addirittura più veloce che in prova.

La Williams vince e convince, l’Alfa agita la concorrenza che per giustificare le proprie carenze, fa serpeggiare la notizia che il motore italiano sia di una cilindrata superiore, dato che risulta essere una bufala confermata anche dal direttore tecnico della squadra del biscione Chiti.

Il team italiano è soddisfatto ha vinto la sua prima metà gara e ritiene di poter recitare da protagonista nel prossimo campionato

Decimo arriva Schekter, partito ventesimo, dimostrando che la classe del sud africano è ancora intatta: è la voglia di rischiare sui circuiti di tutto il mondo che è venuta meno.

L’ordine di arrivo del GP degli Stati Uniti 1980

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 27 Australia Alan Jones
United Kingdom Williams 01:34:36.050 59
5
9
2 28 Argentina Carlos Reutemann
United Kingdom Williams 01:34:40.260 59
3
6
3 25 France Didier Pironi
France Ligier 01:34:48.620 59
7
4
4 12 Italy Elio de Angelis
United Kingdom Lotus 01:35:05.740 59
4
3
5 26 France Jacques Laffite
France Ligier +1 lap 58
12
2
6 11 United States Mario Andretti
United Kingdom Lotus +1 lap 58
11
1
7 16 France René Arnoux
France Renault +1 lap 58
6
0
8 9 Switzerland Marc Surer
Germany ATS +2 laps 57
17
0
9 50 United Kingdom Rupert Keegan
United Kingdom Williams +2 laps 57
15
0
10 21 Finland Keke Rosberg
Brazil Fittipaldi +2 laps 57
14
0
11 1 South Africa Jody Scheckter
Italy Ferrari +3 laps 56
23
0
NC 7 United Kingdom John Watson
United Kingdom McLaren +9 laps 50
9
0
RIT 2 Canada Gilles Villeneuve
Italy Ferrari Accident 49
18
0
NC 3 France Jean-Pierre Jarier
United Kingdom Tyrrell +19 laps 40
22
0
RIT 30 Germany Jochen Mass
United Kingdom Arrows Transmission 36
24
0
RIT 23 Italy Bruno Giacomelli
Italy Alfa Romeo Electrical 31
1
0
RIT 5 Brazil Nelson Piquet
United Kingdom Brabham Spun Off 25
2
0
RIT 6 Mexico Hector Rebaque
United Kingdom Brabham Engine 20
8
0
RIT 31 United States Eddie Cheever
Italy Osella Suspension 20
16
0
RIT 29 Italy Riccardo Patrese
United Kingdom Arrows Spun Off 16
20
0
RIT 14 Netherlands Jan Lammers
United Kingdom Ensign Steering 16
25
0
RIT 20 Brazil Emerson Fittipaldi
Brazil Fittipaldi Suspension 15
19
0
RIT 4 Ireland Derek Daly
United Kingdom Tyrrell Spun Off 3
21
0
RIT 22 Italy Andrea de Cesaris
Italy Alfa Romeo Accident 2
10
0
DNS 8 France Alain Prost
United Kingdom McLaren Driver Injured 0
13
0
DNQ 43 New Zealand Mike Thackwell
United Kingdom Tyrrell No Time 0

0
DNQ 51 United Kingdom Geoff Lees
United Kingdom Williams No Time 0

0

Pubblicità

Federico Sandoli

Esperto di logistica e trasporti, sempre pronto a recepire le novità ed a proporre soluzioni operative innovative. Lettore accanito, con una passione particolare per la scienza, la medicina ed…i supereroi. Iscritto al Club Ferrari di Maranello dalla nascita, curo da sempre la mia passione per la Ferrari e la F1 in genere. Colleziono modellini che posiziono rigorosamente in funzione del periodo dell’anno e degli eventi legati a piloti e case costruttori e custodisco gelosamente alcune lettere autografe oggetto di uno scambio di corrispondenza con l’Ing. Ferrari.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio