1950-1959Formula 1On this day

GP Svizzera 1953: Ascari sempre più campione

La battaglia tra i team ufficiali Ferrari e Maserati si spostò sul Circuito di Bremgarten a Berna per il penultimo appuntamento della stagione 1953. Dopo la vittoria di Farina nel GP di Germania, la Ferrari arrivò in Svizzera pronta a chiudere il campionato, con Ascari che doveva solo arrivare tra i primi cinque per confermarsi campione del mondo.

La griglia di partenza

In qualifica però fu la Maserati dell’asso argentino Juan Manuel Fangio ad aggiudicarsi la pole con un tempo di 2:40.1, precedendo di sei decimi la Ferrari di Alberto Ascari e l’altra 500 di Nino Farina. Ottima la prestazione di Maurice Trintignant con la Gordini, che riuscì ad avere la meglio della seconda Maserati guidata da Onofre Marimon. Faticarono invece Luigi Villoresi e Mike Hawthorn con le altre due monoposto di Maranello che non andarono oltre il sesto e settimo tempo, mentre al fianco dei due ferraristi si piazzò il pilota di casa Toulo de Graffenried con una Maserati privata.

La gara

Al via, lo scatto di Ascari permise al pilota milanese di prendersi la testa della corsa mentre Farina sbagliò la procedura e fu subito scavalcato da Hawthorn, Marimon, Villoresi e Felice Bonetto, mentre Fangio si accodò al pilota italiano in seconda posizione. Nei giri successivi la rimonta furiosa di Farina gli permise di salire fino al terzo posto mentre il primo colpo di scena arrivò nel corso dell’ottavo giro quando Fangio iniziò ad avvertire un problema al cambio perdendo man mano terreno. Il team Maserati decise quindi di fermare Bonetto e affidare la sua vettura al campione argentino lasciando a Farina il momentaneo secondo posto.

Al giro 29 Fangio alzò bandiera bianca con il motore in fumo mentre Ascari comandava la gara davanti a Farina, Marimon, che ne frattempo scavalcò Hawthorn con una manovra al limite del regolamento.

La posizione di Ascari sembra ormai congelata, ma alla tornata 39, la Ferrari numero 46 iniziò a perdere colpi al motore per un problema all’alimentazione, costringendo il pilota italiano ad una sosta forza ai box.

Grazie alla tempestività dei meccanici di Maranello, il problema fu risolto rapidamente perdendo però la leadership del Gran Premio e accodandosi a Farina, Marimon e Hawthorn.

Sette giri più tardi andò in fumo anche il motore della seconda Maserati lasciando tre Ferrari nei primi tre posti.

La gara sembrava ormai conclusa con Ascari pronto a confermare il suo secondo titolo iridato. Dal box esposero un cartello invitando il pilota milanese ad abbassare il ritmo ma Ascari non volle lasciarsi scappare questa vittoria e proprio nelle fasi finali superò sia Hawthorn che Farina e transitando per primo sotto la bandiera a scacchi.

ascari gran premio di svizzera 1953
© Cahier Archive

Arrivò così il tredicesimo successo della carriera per il pilota italiano che si riconfermò Campione del Mondo per la seconda volta; questa però fu anche l’ultima vittoria della carriera per Alberto Ascari che comunque tornato a Milano fu accolto dai suoi concittadini come un eroe.

L’ordine di arrivo del GP di Svizzera 1953

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 46 Italy Alberto Ascari
Italy Ferrari 03:01:34.400 65
2
9
2 24 Italy Nino Farina
Italy Ferrari 03:02:47.330 65
3
6
3 26 United Kingdom Mike Hawthorn
Italy Ferrari 03:03:10.360 65
7
4
4 32 Italy Felice Bonetto
Argentina Juan Manuel Fangio
Italy Maserati +1 lap 52
12

1
1.5
1.5
5 34 Germany Hermann Lang
Italy Maserati +3 laps 62
11
2
6 28 Italy Luigi Villoresi
Italy Ferrari +3 laps 62
6
0
7 20 United Kingdom Ken Wharton
United Kingdom Cooper-Climax +3 laps 62
9
0
8 40 Switzerland Max de Terra
Italy Ferrari +14 laps 51
19
0
9 18 Switzerland Albert Scherrer
United Kingdom HWM +16 laps 49
18
0
RIT 4 Brazil Chico Landi
Italy Maserati Gearbox 54
20
0
RIT 42 Switzerland Toulo de Graffenried
Italy Maserati Transmission 49
8
0
RIT 36 Argentina Onofre Marimón
Italy Maserati Engine 46
5
0
RIT 8 France Maurice Trintignant
France Gordini Axle 43
4
0
RIT 6 France Jean Behra
France Gordini Oil Pressure 37
12
0
RIT 30 Italy Felice Bonetto
Argentina Juan Manuel Fangio
Italy Maserati Engine 12
17
10

0
0
RIT 16 United Kingdom Lance Macklin
United Kingdom HWM Engine 29
15
0
RIT 38 Switzerland Peter Hirt
Italy Ferrari Engine 17
17
0
RIT 14 Belgium Paul Frère
United Kingdom HWM Engine 1
16
0
RIT 2 Belgium Jacques Swaters
Italy Ferrari Spun Off 0
13
0
RIT 10 France Louis Rosier
Italy Ferrari Spun off 0
14
0

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, ciclismo, Lego e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button