1980-1989On this day

Gran Premio di San Marino 1982: Pironi o Villeneuve?

Il 25 aprile 1982 abbiamo assistito alla quarta prova della stagione sul circuito di Imola. Didier Pironi su Ferrari, ipoteca la seconda vittoria in carriera. Sul podio anche il compagno Gilles Villeneuve, e l’italiano Michele Alboreto con la  Tyrrell.
Questo evento è rimasto negli annali della Formula 1 per l’episodio del pilota francese della Ferrari sul  compagno di squadra canadese.

Sgarro o incomprensione?

Il week-end era iniziato con un numero ridotto di vetture per la polemica delle scuderie Lotus, Brabham e McLaren riguardo ad alcuni punti del regolamento legati al peso minimo delle monoposto. Solo 14 vetture presero parte alla gara, tra cui le Ferrari e le Renault di Alain Prost e René Arnoux, dirette rivali della rossa, insieme alle McLaren  momentaneamente fuori dai giochi.

Il pre-gara

Il sabato, le due monoposto francesi, conquistarono la prima fila seguite dalla Ferrari di Gilles Villeneuve e Didier Pironi. Al box Ferrari volevano però limitare i danni, dopo un inizio di campionato poco positivo, cercando così di portare a casa il massimo del risultato. L’idea era quella di salvaguardare la vettura e nel caso di grande vantaggio a metà corsa, di congelare la classifica per evitare rischi inutili. Si dice che quel giorno Mauro Forghieri, non era presente alla gara per impegni di famiglia e nessuno illustrò la strategia al francese.

Inizia la gara

Alla partenza i primi quattro piloti mantennero le loro posizioni, con René Arnoux che precedeva Alain Prost e le due Ferrari. Dopo il primo giro Villeneuve superò Prost portandosi al secondo posto. 7 giri più tardi “il professore” è costretto al ritiro per un problema al motore, facendo risalire la Tyrrell di Michele Alboreto al quarto posto.
Altri 20 giri e il canadese superò l’altra Renault di Arnoux, che però dopo quattro giri si riprese la testa della gara. La lotta fra i due di testa avvantaggiò Pironi, che passò il compagno di scuderia, salvo poi doversi vedere superare nuovamente dal canadese.
Nei giri successivi è lotta a tre, fino a quando, René Arnoux è costretto ad abbandonare la gara per un problema al turbo e lascia così il via libera alle due Ferrari, che iniziarono un duro testa a testa. La lotta fra i due piloti della rossa, andò avanti fino al giro numero 49, quando il canadese, con un bel sorpasso ritornò a condurre la gara.

SLOW

Ormai mancavano una decina di giri e ai box della Ferrari decisero di esporre il cartello “SLOW“, congelando così le posizioni per cercare di preservare le vetture. Villeneuve, in virtù della strategia decisa ad inizio gara, iniziò a diminuire il ritmo, cosa che non fece Pironi che si sentì libero di poter lottare per vincere la gara.

gp san marino 1982 duello ferrari Pironi Villeneuve

Si dice che il sorpasso subito dal francese, serviva per dare spettacolo. Di questo ne era convinto il canadese che,  quando si trovava in  testa i tempi sul giro salivano sensibilmente, mentre quando al comando vi era Pironi i tempi si riducevano. All’ultimo giro Pironi superò Gilles Villeneuve vincendo così la gara.
Il canadese uscì dalla monoposto infuriato nei confronti del compagno di squadra ed iniziarono a volare accuse pesantissime.

Ormai era lotta aperta tra i due nemici/amici, rivalità che non vide mai la luce perchè due settimane dopo,  a Zolder, il canadese perse la vita.

Il modello

Per l’occasione la ditta Brumm ha realizzato un modello in scala 1/43 dedicato proprio a questo gran premio.

brumm gilles villeneuve gp imola 1982
Brumm

Topics
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close