1950-1959Formula 1On this day

I guasti regalano la vittoria a Fangio nel GP del Belgio 1954

Cinque mesi dopo il primo Gran Premio dell’anno in Argentina, tralasciando la gara d’Indianapolis, le squadre si riunirono di nuovo in Belgio. In pista era sparito il team Lancia mentre Mercedes-Benz stava ancora lavorando su una nuova vettura da dare Juan-Manuel Fangio, che nel frattempo era ancora accasato con la Maserati. Come accadde a Buenos Aires, il Gran Premio del Belgio 1954 fu una lotta a tre con Maserati e Scuderia Ferrari e l’Equipe Gordini.

Le qualifiche

Durante le prove libere, Giuseppe Farina fece segnare il miglior tempo sulla sua Ferrari 553 mentre si affiancarono in prima fila Froilan Gonzalez con la seconda 553 e Fangio. Quarta piazzola per il terzo argentino Onofre Marimon su Maserati al fianco del ferrarista Mike Hawthorn mentre Maurice Trintignant con la quarta Ferrari riuscì ad avere la meglio sulle Godini di Jean Behra e del pilota di casa André Pilette. A chiudere la top 10 in arrivarono Stirling Moss e Paul Frère.

La gara

Al via Gonzalez si prese subito la leadership mentre sulla Maserati 250F di Roberto Mieres si innescò un incendio che provocò delle lievi ustioni al pilota argentino.

Alla fine del primo giro Gonzalez iniziò a rallentare per un guasto al motore mettendo la freccia e parcheggiando la propria vettura a bordo pista. Il comando passò Farina mentre Marimon fu costretto a rientrare ai box con il motore fumante. Fangio, che su questa pista si trovava a proprio agio ci mise poco a sbarazzarsi dell’italiano prendendosi la testa della corsa. Mentre tutto sembrava già scritto l’argentino della Maserati iniziò a perdere terreno a causa della rottura della cinghia che teneva la visiera del casco.

Questo permise a Farina di ripassare di nuovo in vantaggio, ma Fangio non mollò la presa e si rimise all’inseguimento della Ferrari numero 4. Al 15° passaggio il motore di Farina iniziò a dare qualche segno di cedimento finendo per abbandonare la gara. Intanto al muretto box Ferrari chiesero a Hawthorn di lasciare la sua vettura a Rodriguez che però aveva già qualche problema ad uno scarico. Questo permise a Trintignant di risalire in seconda posizione davanti alla Maserati di Stirling Moss.
La gara si concluse con la nona vittoria in carriera per Fangio davanti a Maurice Trintignant e Stirling Moss che festeggiarono così il loro primo podio.

L’ordine di arrivo del GP del Belgio 1954

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 26 Argentina Juan Manuel Fangio
Italy Maserati 02:44:42.400 36
1
9
2 8 France Maurice Trintignant
Italy Ferrari 02:45:06.600 36
6
6
3 22 United Kingdom Stirling Moss
Italy Maserati +1 lap 35
9
4
4 10 United Kingdom Mike Hawthorn
Argentina José Froilán González
Italy Ferrari +-34 laps 35
35
5
5
1.5
1.5
5 18 Belgium André Pilette
France Gordini +1 lap 35
8
2
6 20 Thailand Prince Bira
Italy Maserati +1 lap 35
13
0
7 30 Italy Sergio Mantovani
Italy Maserati +2 laps 34
11
0
RIT 4 Italy Nino Farina
Italy Ferrari Ignition 14
3
0
RIT 16 Belgium Paul Frère
France Gordini Engine 14
10
0
RIT 12 France Jean Behra
France Gordini Suspension 12
7
0
RIT 28 Argentina Onofre Marimón
Italy Maserati Engine 3
4
0
RIT 6 Argentina José Froilán González
Italy Ferrari Engine 1
2
0
RIT 2 Belgium Jacques Swaters
Italy Ferrari Engine 1
14
0
RIT 24 Argentina Roberto Mieres
Italy Maserati Fire 0
12
0

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, ciclismo, Lego e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button