fbpx
1980-1989Formula 1On this day

I numeri di Gilles e le speranze di Pironi fanno da cornice alla vittoria di Piquet

A pochi minuti dal termine delle prove ufficiali del Primo Gran Premio di San Marino (1981), il pubblico comincia a defluire convinto che, ormai, Reutemann e Arnoux abbiamo conquistato la prima fila…
Quando all’improvviso l’altoparlante annuncia che la Ferrari n° 27 è entrata in pista.
È così che tutti tornano indietro e, d’incanto, gli spalti si riempiono nuovamente ed al passaggio della Ferrari, il tifo del pubblico è addirittura più rumoroso del sei cilindri di Maranello!

Lo spettacolo è assicurato.
Dopo il giro di lancio, ecco passare Villeneuve che, con numeri di alta acrobazia, tiene in pista la propria Ferrari quasi fosse uno stallone impazzito…
Al termine del giro, un boato saluta il miglior tempo conquistato dalla rossa n° 27!

gilles villeneuve gp san marino 1981
© Motorsport Images

Quando si parla del canadese volante non si sa mai cosa aspettarsi…
Durante la fase di rientro ai box, il motore comincia ad emettere dagli scarichi un inequivocabile fumo bluastro: segno che si sta rompendo…
Gli avversari a questo punto provano a spiegare l’inaspettato tempo della Ferrari avanzando il sospetto che la scuderia di Maranello abbia girato con una pressione di alimentazione troppo alta, a discapito dell’unità, pur di ricompensare e rendere felice i propri tifosi.

In effetti, per la casa del cavallino si tratta sia della prima pole ottenuta con una macchina turbo che di un ritorno alla posizione al palo dopo ben due anni!

Bisogna risalire a Monaco 1979 quando Schekter conquistò con la Ferrari la pole position!
Quel giorno a Imola le cose andarono bene anche per il teammate Pironi che chiude in terza fila e si dice molto positivo per la gara.
Dopo il warm up, le Ferrari turbo hanno dimostrato una forza inaspettata, tanto che tutti i team maggiori sono pronti a scommettere sulla vittoria di una delle due macchine italiane.
La partenza avviene sotto un’antipatica pioggia: con l’asfalto bagnato Gilles mantiene la testa rintuzzando l’attacco della Williams di Reutemann, che a sua volta viene pressato e passato anche dalla Ferrari di Pironi.
Alla staccata della Tosa le Ferrari sono al comando e sono pronte a dettare il ritmo compiendo giri con dei tempi irraggiungibili per tutti.

Solo Patrese, forse galvanizzato dall’aria di casa, riesce a conquistare il terzo posto e si prepara ad approfittare di ogni défaillance del duo di testa.
Guidato dal suo fiuto, dopo quindici giri, Gilles Villeneuve si ferma ai box convinto che l’asfalto si stia asciugando e che la pioggia sia prossima a smettere.
Villeneuve, montate le gomme da asciutto, rientra in pista tenendo in equilibrio la sua macchina sull’asfalto bagnato fino al diciottesimo giro, quando… la pioggia torna a cadere copiosa su tutto il circuito!

locandina gp san marino 1981A quel punto è Pironi a dover condurre: è primo ed indisturbato fino al quarantaseiesimo giro quando la Ferrari n° 28 perde la bandella di destra….
Senza effetto suolo la rossa è inguidabile e pian piano il francese viene superato prima da Piquet e poi da Patrese, scivolando fino al quinto posto.
Villeneuve, persa la leadership, si sta prodigando in una rimonta da leggenda!
Con una grinta eccezionale il ferrarista riesce a rimontare fino alla zona punti.
Improvvisamente, le orecchie esperte del pubblico si accorgono che le cambiate della n° 27 assumono un ritmo ed un suono diverso….

La Ferrari rallenta, ormai è chiaro per tutti che Gilles sta correndo senza frizione, cambiando ad orecchio in funzione del numero dei giri del motore!

È Piquet a tagliare vittorioso il traguardo, ma gli applausi del pubblico convergono tutti verso la coppia in rosso che, per una parte di gara, lo ha fatto sognare!
Quando in pista scende Villeneuve lo spettacolo è garantito… i suoi numeri di “magia” resteranno immortali per sempre!
L’ordine di arrivo del GP di San Marino 1981

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 5 Brazil Nelson Piquet
United Kingdom Brabham 01:51:23.970 60
5
9
2 29 Italy Riccardo Patrese
United Kingdom Arrows 01:51:28.550 60
9
6
3 2 Argentina Carlos Reutemann
United Kingdom Williams 01:51:30.310 60
2
4
4 6 Mexico Hector Rebaque
United Kingdom Brabham 01:51:46.860 60
13
3
5 28 France Didier Pironi
Italy Ferrari 01:51:49.840 60
6
2
6 8 Italy Andrea de Cesaris
United Kingdom McLaren 01:52:30.580 60
14
1
7 27 Canada Gilles Villeneuve
Italy Ferrari 01:53:05.940 60
1
0
8 16 France René Arnoux
France Renault +1 lap 59
3
0
9 14 Switzerland Marc Surer
United Kingdom Ensign +1 lap 59
21
0
10 7 United Kingdom John Watson
United Kingdom McLaren +2 laps 58
7
0
11 33 France Patrick Tambay
Hong Kong Theodore +2 laps 58
16
0
12 1 Australia Alan Jones
United Kingdom Williams +2 laps 58
8
0
13 10 Sweden Slim Borgudd
Germany ATS +3 laps 57
24
0
NC 25 France Jean-Pierre Jabouille
France Ligier Not Classified 45
18
0
RIT 17 Chile Eliseo Salazar
United Kingdom March Spun Off 38
23
0
RIT 4 Italy Michele Alboreto
United Kingdom Tyrrell Collision 31
17
0
RIT 32 Italy Beppe Gabbiani
Italy Osella Collision 31
20
0
RIT 23 Italy Bruno Giacomelli
Italy Alfa Romeo Collision 28
11
0
RIT 3 United States Eddie Cheever
United Kingdom Tyrrell Collision 28
19
0
RIT 22 United States Mario Andretti
Italy Alfa Romeo Gearbox 26
12
0
RIT 20 Finland Keke Rosberg
Brazil Fittipaldi Engine 14
15
0
RIT 26 France Jacques Laffite
France Ligier Suspension 7
10
0
RIT 15 France Alain Prost
France Renault Gearbox 3
4
0
RIT 31 Argentina Miguel Angel Guerra
Italy Osella Accident 0
22
0
DNQ 30 Italy Siegfried Stohr
United Kingdom Arrows No Time 0

0
DNQ 18 Ireland Derek Daly
United Kingdom March No Time 0

0
RIT 9 Netherlands Jan Lammers
Germany ATS No Time 0

0
DNQ 21 Brazil Chico Serra
Brazil Fittipaldi No Time 0

0
DNQ 36 United Kingdom Derek Warwick
United Kingdom Toleman No Time 0

0
DNQ 35 United Kingdom Brian Henton
United Kingdom Toleman No Time 0

0
WD 11 Italy Elio de Angelis
United Kingdom Lotus No Time 0

0
WD 12 United Kingdom Nigel Mansell
United Kingdom Lotus No Time 0

0

Pubblicità

Federico Sandoli

Esperto di logistica e trasporti, sempre pronto a recepire le novità ed a proporre soluzioni operative innovative. Lettore accanito, con una passione particolare per la scienza, la medicina ed…i supereroi. Iscritto al Club Ferrari di Maranello dalla nascita, curo da sempre la mia passione per la Ferrari e la F1 in genere. Colleziono modellini che posiziono rigorosamente in funzione del periodo dell’anno e degli eventi legati a piloti e case costruttori e custodisco gelosamente alcune lettere autografe oggetto di uno scambio di corrispondenza con l’Ing. Ferrari.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio