1970-1979On this day

Il 1974 si apre nel nome di Denny Hulme

Il 13 gennaio 1974, si corse la prima gara della stagione di Formula 1, sul circuito modificato di Buenos Aires. Una griglia orfana di Jackie Stewart, ritiratosi dopo aver conquistato il terzo mondiale nel campionato dell’anno passato. La vittoria andò Denny Hulme su McLaren, questa fu l’ottava e ultima vittoria per il pilota neozelandese, vincitore del titolo mondiale nel 1967.

Molti team si presentarono con una line-up rinnovata, tra questi la Ferrari, che presenta la nuova coppia Regazzoni e Lauda, guidata da Mauro Forghieri, richiamato a metà 1973 dalla casa del Cavallino Rampante. Cambio di tuta anche per Emerson Fittipaldi che passò alla McLaren, al fianco di Hulme. La Tyrrell dovette sostituire entrambi i piloti, a causa della morte di Francois Cevert e del ritiro di Stewart. Alla corte della scuderia inglese arrivarono due giovani: Jody Scheckter e Patrick Depailler.

Nelle qualifiche del sabato Peterson, con la Lotus, conquistò la pole position proprio negli ultimi istanti della sessione a discapito di un velocissimo Clay Regazzoni . Emerson Fittipaldi e Peter Revson con la Shadow, chiudevano rispettivamente la seconda fila.

Alla partenza della gara, Ronnie Peterson riuscì a mantenere la testa della gara, mentre James Hunt e Carlos Reutemann, autori di una bella partenza, di misero subito alla caccia dello svedese.
Intanto Revson, partito quarto finì per toccarsi con Hailwood, creando il caos e danneggiando il pilota svizzero della Ferrari.
Al terzo giro Reutemann superò Peterson e si mise dettare il passo, intanto Fittipaldi fu costretto a lasciare la posizione per una sosta anticipata, dovuta ad un problema tecnico.
Hulme, partito decimo, si trovò ben presto in terza posizione, dopo aver superato la McLaren di Hailwood. Ad un certo punto la Lotus di Peterson, andò in crisi con gli pneumatici, cedendo la posizione al neozelandese, che ora vedeva davanti lui solo la Brabham del leader.
denny hulme 1974

Ormai mancavano pochi chilometri, quando l’argentino dovette parcheggiare la propria monoposto per la mancanza di benzina. Questo permise a Hulme di conquistare la vittoria davanti alle due Ferrari di Niki Lauda e Clay Regazzoni.

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 6 New Zealand Denny Hulme
United Kingdom McLaren 01:41:02.010 53
10
9
2 12 Austria Niki Lauda
Italy Ferrari 01:41:11.280 53
8
6
3 11 Switzerland Clay Regazzoni
Italy Ferrari 01:41:22.420 53
2
4
4 33 United Kingdom Mike Hailwood
United Kingdom McLaren 01:41:33.800 53
9
3
5 14 France Jean-Pierre Beltoise
United Kingdom BRM 01:41:53.850 53
14
2
6 4 France Patrick Depailler
United Kingdom Tyrrell 01:42:54.490 53
15
1
7 7 Argentina Carlos Reutemann
United Kingdom Brabham Out of Fuel 52
6
0
8 10 New Zealand Howden Ganley
United Kingdom March Out of Fuel 52
19
0
9 15 France Henri Pescarolo
United Kingdom BRM +1 lap 52
21
0
10 5 Brazil Emerson Fittipaldi
United Kingdom McLaren +1 lap 52
3
0
11 27 United Kingdom Guy Edwards
United Kingdom Lola +2 laps 51
25
0
12 28 United Kingdom John Watson
United Kingdom Brabham +4 laps 49
20
0
13 1 Sweden Ronnie Peterson
United Kingdom Lotus +5 laps 48
1
0
RIT 26 United Kingdom Graham Hill
United Kingdom Lola Engine 45
17
0
RIT 2 Belgium Jacky Ickx
United Kingdom Lotus Clutch 36
7
0
RIT 8 United Kingdom Richard Robarts
United Kingdom Brabham Gearbox 36
22
0
RIT 9 Germany Hans Joachim Stuck
United Kingdom March Clutch 31
23
0
RIT 37 France François Migault
United Kingdom BRM Water leak 31
24
0
RIT 3 South Africa Jody Scheckter
United Kingdom Tyrrell Engine 25
12
0
RIT 18 Brazil Carlos Pace
United Kingdom Surtees Suspension 21
11
0
RIT 20 Italy Arturo Merzario
United Kingdom Iso Marlboro Overheating 19
13
0
RIT 24 United Kingdom James Hunt
United Kingdom March Overheating 11
5
0
RIT 19 Germany Jochen Mass
United Kingdom Surtees Engine 10
18
0
RIT 16 United Kingdom Peter Revson
United Kingdom Shadow Accident 1
4
0
RIT 17 France Jean-Pierre Jarier
United Kingdom Shadow Accident 0
16
0

Topics
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close