fbpx
1920-19292000-2009BiografieFormula 1

John Love: lo Zimbabwe entra in Formula 1

John Love è stato un pilota automobilistico originario della Rhodesia (attualmente Zimbabwe) e rappresenta uno dei soli due piloti di Formula Uno provenienti da quel paese africano che hanno partecipato al campionato mondiale di F1. L’altro pilota era Sam Tingle.

Nel corso del Campionato del Mondo di Formula 1, John Love ha preso parte a nove gare tra il 1962 e il 1972, tutte disputate nel Gran Premio del Sud Africa. Il suo risultato più significativo è stato il secondo posto ottenuto nel Gran Premio del Sud Africa del 1967. L’unico tentativo di Love di partecipare a un altro Gran Premio di F1 è avvenuto a Monza nel 1964, ma purtroppo non è riuscito a qualificarsi.

Love ha ottenuto sei titoli di campione sudafricano di F1 tra il 1964 e il 1969, oltre a diventare campione sudafricano di auto sportive nel 1971. Oltre ai successi nel campionato di Formula 1 sudafricano, John Love è stato il primo pilota non britannico a vincere il titolo nel British Saloon Car Championship nel 1962, gareggiando con una Mini Cooper.

Tante vittorie all’inizio di una carriera

Nato nel dicembre 1924 a Bulawayo nella Rhodesia del Sud, John Maxwell Lineham Love iniziò la sua carriera agonistica in moto negli anni ’40 e passò alle auto alla fine degli anni ’50. In quel periodo, una delle competizioni principali in Sudafrica era la 9 Ore di Johannesburg, dove Love ottenne due vittorie di classe nel 1958 (con un Austin-Healey 100) e nel 1959 (con una Porsche 356 Carrera).

Divenne il vincitore assoluto di tale gara nel 1960, in coppia con Dawie Gous su una Porsche 550 RS. Nello stesso anno, Love ottenne anche due vittorie in gare di auto sportive guidando una Jaguar D-Type, vincendo il Grand Central di Johannesburg e il Gran Premio d’Angola. Nel gennaio 1960, con il ripristino del Gran Premio del Sud Africa secondo le regole della Formula Libre, Love si classificò settimo alla guida di una Jaguar D-Type.

Correre per la Tyrrell in Formula Junior

Nel 1961, John Love gareggiava per Ken Tyrrell nelle competizioni europee di Formula Junior. Alla guida di una Cooper T56-BMC, trionfò nel Grand Prix des Frontieres, superando Tony Maggs e Jo Siffert. Si classificò al secondo posto nel Gran Premio di Monaco, alle spalle di Peter Arundell.
Nel novembre 1961, Love e Dawie Gous ottennero una vittoria nella 9 Ore di Kyalami, la prima gara di durata mai disputata sul circuito di nuova costruzione. Erano alla guida di una Porsche 550 RS.

Nel 1962, Love vinse il British Saloon Car Championship durante la quinta stagione della competizione. Conduceva una Morris Mini Cooper e un’Austin Mini Cooper in Classe A, ottenendo sette vittorie nel corso della stagione.

Le sue vittorie si verificarono a Snetterton, Aintree (due volte), Silverstone, Chrystal Palace, Brands Hatch e Oulton Park. Love si laureò campione, superando il miglior pilota di Classe B, Peter Harper, e il vincitore di Classe D, Jack Sears.

Debutto nel Campionato del Mondo di Formula 1 nel 1962

Nel dicembre 1962, il Gran Premio del Sudafrica è stato incluso per la prima volta nel Campionato del Mondo di Formula Uno. Era il nono e ultimo round della stagione. Graham Hill ha vinto la gara e il campionato. La corsa si è svolta al Prince George Circuit nel sud di Londra. John Love guidava la sua Cooper T55-Climax #18, concludendo all’ottavo posto, a quattro giri dal vincitore.

Nel 1963, il Gran Premio del Sudafrica è stato nuovamente l’ultima prova del campionato. John Love era di nuovo al volante della Cooper T55, terminando al nono posto, a cinque giri dal vincitore della gara e nuovo campione Jim Clark.

gp sudafrica 1962 john love
© Twitter

Nel 1963, John Love ottenne la sua prima vittoria nella sua gara di casa, il Gran Premio di Rodi al James McNeilie Circuit a Bulawayo. Stava guidando una Cooper-Climax. Vinse nuovamente con quella vettura nel 1965. La terza vittoria seguì nel 1967 con la Brabham-Repco F1 e poi nel 1968 con una Lotus-Cosworth F1.

Love ottenne altre due vittorie al Gran Premio di Rhodesian al nuovo Breedon Everard Raceway a Bulawayo. Guidava una March-Cosworth nel 1971 e successivamente una Brabham-Cosworth nel 1972.

Tentativo di qualificazione fallito nel Gran Premio d’Italia 1964

Il Gran Premio del Sudafrica non si è tenuto nel 1964, ma John Love ha avuto l’opportunità di partecipare al Campionato del Mondo di F1. A settembre, è stato invitato a guidare per il team ufficiale Cooper in sostituzione di Phil Hill nel Gran Premio d’Italia a Monza.
Non è riuscito a qualificarsi per la gara. Alla guida della Cooper T73-Climax n. 24, Love si è piazzato 24° in qualifica, undici secondi più lento del pilota più veloce, John Surtees.

Sei titoli consecutivi del campionato di F1 in Sudafrica

Nel 1964, John Love conquistò il suo primo titolo nel campionato sudafricano di Formula 1, al volante di una Cooper T55-Climax. Riconfermò la sua posizione di campione con la stessa vettura anche nel 1965. Nel 1966, alla guida di una Cooper T79, ottenne sette vittorie, assicurandosi il suo terzo titolo.

Nel 1967, Love alternò la guida tra la Cooper T79 e la Brabham BT20-Repco, accumulando otto vittorie e aggiudicandosi il suo quarto titolo. La sua quinta corona arrivò nel 1968, dopo aver vinto sei gare con la Brabham BT20-Repco e la Lotus 49-Cosworth. Il sesto e ultimo titolo nel campionato sudafricano di F1 si materializzò nel 1969, con quattro vittorie al volante di una Lotus 49-Cosworth.

gp sudafrica 1967 john love
© Twitter

I sei trionfi fecero di John Love il pilota di maggior successo nella storia del campionato sudafricano di F1. Successivamente, altri due piloti raggiunsero questo traguardo: Dave Charlton e Ian Scheckter.

Love vantava anche un titolo nelle corse automobilistiche sudafricane nel 1971, conquistato alla guida di una Lola T212-Cosworth.

Podio al Gran Premio del Sudafrica 1967

Nel campionato del mondo di Formula 1, John Love disputò altre sette gare tra il 1965 e il 1972, gareggiando con il suo Team Gunston. Nel 1965 si ritirò guidando una Cooper T55-Climax, e successivamente ottenne il miglior risultato della sua carriera nel 1967. In quella gara, alla guida della Cooper T79-Climax, concluse al secondo posto dietro a Pedro Rodriguez su una Cooper di serie, la T81-Maserati.

In cinque partecipazioni dal 1968 al 1972, il miglior piazzamento di Love fu l’ottavo posto nel 1970, quando guidava la vettura numero 23, una Lotus 49-Cosworth. Le sue altre vetture includono la Brabham BT20-Repco, la March 701-Cosworth e la Surtees TS9-Cosworth nell’ultimo tentativo nel 1972.

John Love chiuse la sua carriera agonistica nel 1973, all’età di 49 anni, prendendo parte al campionato sudafricano di F1 con la Chevron B25. Non riuscì a conquistare vittorie, ma si classificò sesto in zona punti.

Dopo il ritiro dalle competizioni, rimase coinvolto nel mondo dell’automobilismo, gestendo una concessionaria Jaguar a Bulawayo e dirigendo la propria squadra di corse automobilistiche durante gli anni ’80. Morì a Bulawayo all’età di 80 anni a causa di un cancro.

Pubblicità

Silvano Lonardo

Mi occupo di Digital Strategist. Appassionato di Formula 1, ciclismo, pallamano e Lego. Insegnante di nuoto e due volte papà.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio