1980-1989On this day

John Watson vince nel 1982 a Detroit e passa in testa al campionato di Formula 1

Sul circuito di Spa-Francorchamps Ayrton Senna regolò i conti con il compagno di squadra Alain Prost, conquistando per la prima volta la Classifica Piloti

Il 6 giugno 1982, John Watson vince a Detroit il gran premio degli Stati Uniti d’America-Est, settima prova della stagione. Dietro al britannico del McLaren sono saliti sul podio anche Eddie Cheever su Ligier e il francese Didier Pironi su Ferrari.
Le qualifiche del sabato avevano videro Alain Prost conquistare la pole con Renault davanti all’Alfa Romeo di Andrea De Cesaris. La seconda fu occupata da Keke Rosberg su Williams e dall’unica Ferrari di Didier Pironi. John Watson, invece si dovette accontentare della diciassettesima posizione.

La partenza caotica vide diversi incidenti minori, poi al giro numero sei, Elio De Angelis nel tentativo di
superare Roberto Guerrero, finì per in contatto con la Ensign del colombiano che si alzò da terra finendo contro le barriere.

Elio De Angelis contatto con Roberto Guerrero

Dietro, Riccardo Patrese non si accorse della vettura incidentata di Guerrero e non riuscendo a schivarla fini anch’egli contro le barriere. Nessun problema fisico per i piloti che uscirono indenni dagli abitacoli, ma dall’Alfa Romeo dell’italiano si accese un principio di incendio, costringendo i commissari a bloccare la gara.
Alla seconda ripartenza Alain Prost comandava la corsa davanti a Keke Rosberg, Didier Pironi, Nigel Mansell, Bruno Giacomelli, intanto Watson cominciò la sua rimonta alla ricerca di qualche punto.
Il francese della Renault cominciò ad accusare qualche problema alla monoposto, perdendo ben presto la leadership della gara.
Al giro numero 36 il pilota inglese soprannominato “Gentleman John” superò Giacomelli portandosi a ridosso del podio, mentre Nigel Mansell era alle prese con problemi al motore.

Due giri più tardi Watson sorpassò anche Rosberg, invece Pironi finì in testacoda lasciando strada all’americano Eddie Cheever. Al sessantaduesimo passaggio venne dichiarata la fine del gran premio, per il raggiungimento delle due ore di gara regalando la vittoria a Watson e sopratutto conquistando la testa della classifica ne mondiale piloti.

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 7 United Kingdom John Watson
United Kingdom McLaren 01:58:41.043 62
17
9
2 25 United States Eddie Cheever
France Ligier 01:58:56.769 62
9
6
3 28 France Didier Pironi
Italy Ferrari 01:59:09.120 62
4
4
4 6 Finland Keke Rosberg
United Kingdom Williams 01:59:53.019 62
3
3
5 5 Ireland Derek Daly
United Kingdom Williams 02:00:04.800 62
12
2
6 26 France Jacques Laffite
France Ligier +1 lap 61
13
1
7 17 Germany Jochen Mass
United Kingdom March +1 lap 61
18
0
8 29 Switzerland Marc Surer
United Kingdom Arrows +1 lap 61
19
0
9 4 United Kingdom Brian Henton
United Kingdom Tyrrell +2 laps 60
20
0
10 16 France René Arnoux
France Renault +3 laps 59
15
0
11 20 Brazil Chico Serra
Brazil Fittipaldi +3 laps 59
26
0
NC 15 France Alain Prost
France Renault No Time 54
1
0
RIT 12 United Kingdom Nigel Mansell
United Kingdom Lotus Engine 44
7
0
RIT 8 Austria Niki Lauda
United Kingdom McLaren Collision 40
10
0
RIT 3 Italy Michele Alboreto
United Kingdom Tyrrell Spun Off 40
16
0
RIT 23 Italy Bruno Giacomelli
Italy Alfa Romeo Collision 30
6
0
RIT 11 Italy Elio de Angelis
United Kingdom Lotus Gearbox 17
8
0
RIT 10 Chile Eliseo Salazar
Germany ATS Spun Off 13
25
0
RIT 14 Colombia Roberto Guerrero
United Kingdom Ensign Collision 6
11
0
RIT 2 Italy Riccardo Patrese
United Kingdom Brabham Collision 6
14
0
RIT 22 Italy Andrea de Cesaris
Italy Alfa Romeo Transmission 2
2
0
RIT 31 France Jean-Pierre Jarier
Italy Osella Ignition 2
22
0
RIT 9 Germany Manfred Winkelhock
Germany ATS Spun Off 1
5
0
RIT 18 Brazil Raul Boesel
United Kingdom March Collision 0
21
0
RIT 30 Italy Mauro Baldi
United Kingdom Arrows Collision 0
24
0
RIT 32 Italy Riccardo Paletti
Italy Osella No Time 0
23
0
DNQ 19 Spain Emilio de Villota
United Kingdom March No Time 0

0
DNQ 1 Brazil Nelson Piquet
United Kingdom Brabham No Time 0

0
DNQ 33 Netherlands Jan Lammers
Hong Kong Theodore No Time 0

0
Topics
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close