La Ferrari è campione del mondo 2004


onthisday 15 agosto 2004 schumacher ferrari

Il 15 agosto 2004, Michael Schumacher vince il Gran Premio d’Ungheria. Grazie a quel successo, accompagnato dal secondo posto del compagno di squadra Rubens Barrichello, la Ferrari si aggiudica il titolo Costruttori, il sesto consecutivo con sei gare di anticipo

Gp Ungheria 2004 - Partenza
© Ferrari

Con questo risultato, Michael Schumacher si prepara a vincere il suo settimo titolo mondiale, il quinto di fila con la Rossa.
Fu un weekend dominato dalla Ferrari, grazie alla F2004 che non lasciò scampo agli avversari.

Dopo la prima fila tutta rossa ottenuta il sabato, la corsa fu questione a due fra Michael e Rubens, con il tedesco che non mollò mai per un attimo la prima posizione e completò il Grand Chelem.

Ecco le parole dei protagonisti.
Luca di Montezemolo – “Voglio ringraziare gli straordinari uomini della Ferrari e i nostri piloti e non vedo l’ora di festeggiare insieme a loro domani sera a Maranello. Questo successo vogliamo dedicarlo all’Italia che ha uomini, risorse e capacità straordinarie per primeggiare nel mondo.

Jean Todt
– “Oggi abbiamo scritto una pagina straordinaria nella storia di questa azienda: sei titoli Costruttori consecutivi, la certezza che un nostro pilota conquisterà per la quinta volta di seguito quello Piloti sono risultati da sogno.

Michael Schumacher
– “Il titolo significa molto di più delle dodici singole vittorie e che sia il sesto consecutivo è anche più importante del fatto che sia il quattordicesimo in assoluto. Il modo in cui ci siamo arrivati è straordinario: abbiamo dominato, siamo stati perfetti. Vincere in questa maniera su questo circuito dopo la sofferenza dello scorso anno fa capire perché abbiamo conquistato il titolo con così tanto anticipo.

Rubens Barrichello
– “Questo titolo è un risultato fenomenale e per me è fantastico esserne un protagonista. Michael ed io ci siamo messi l’un l’altro sotto pressione in pista motivando in questo modo la squadra a spingere sempre di più ed avendo sempre una grande risposta. La nostra affidabilità mi impressiona sempre in maniera particolare: semplicemente, non ci fermiamo mai!

Ross Brawn
– “E’ stata una stagione eccezionale fin qui. Riuscire a vincere il titolo con una simile doppietta dopo aver sofferto tanto su questo tracciato lo scorso anno mi rende molto orgoglioso dei nostri ragazzi, capaci di aiutarsi sempre l’un l’altro grazie alla condivisione delle stesse idee e degli stessi obiettivi.

Il modello
Per l’occasione la Hotwheels Elite fece un doppio modello in scala 1/43 con le F2004 di Michael Schumacher e Rubens Barrichello. Entrambe racchiuse in una confezione a forma di scudetto Ferrari

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 1 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari 01:35:26.131 70
1
10
2 2 Brazil Rubens Barrichello
Italy Ferrari 01:35:30.827 70
2
8
3 8 Spain Fernando Alonso
France Renault 01:36:10.730 70
5
6
4 3 Colombia Juan Pablo Montoya
United Kingdom Williams 01:36:28.744 70
7
5
5 9 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom BAR 01:36:33.570 70
4
4
6 10 Japan Takuma Sato
United Kingdom BAR +1 lap 69
3
3
7 4 Brazil Antônio Pizzonia
United Kingdom Williams +1 lap 69
6
2
8 11 Italy Giancarlo Fisichella
Switzerland Sauber +1 lap 69
8
1
9 5 United Kingdom David Coulthard
United Kingdom McLaren +1 lap 69
12
0
10 14 Australia Mark Webber
United Kingdom Jaguar +1 lap 69
11
0
11 17 France Olivier Panis
Japan Toyota +1 lap 69
13
0
12 18 Germany Nick Heidfeld
Ireland Jordan +2 laps 68
16
0
13 15 Austria Christian Klien
United Kingdom Jaguar +2 laps 68
14
0
14 20 Italy Gianmaria Bruni
Italy Minardi +4 laps 66
19
0
15 21 Hungary Zsolt Baumgartner
Italy Minardi +5 laps 65
18
0
Ret 19 Italy Giorgio Pantano
Ireland Jordan Gearbox 48
17
0
Ret 7 Italy Jarno Trulli
France Renault Engine 41
9
0
Ret 16 Brazil Ricardo Zonta
Japan Toyota Electronics 31
15
0
Ret 12 Brazil Felipe Massa
Switzerland Sauber Brakes 21
20
0
Ret 6 Finland Kimi Raikkonen
United Kingdom McLaren Electrical 13
10
0

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.

1 Commento

Lasciami un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.