1980-1989Formula 1On this day

L’incredibile vittoria di Patrese nel GP di Monaco 1982

Dopo due settimane dal tragico week end di di Zolder, dove perse la vita Gilles Villeneuve, la Formula 1 tornò in pista, sul circuito cittadino del Principato di Monaco.

I piloti, arrivarono a Monte Carlo, ancora con il pensiero della tragica scomparsa del collega canadese e per questo accusarono la FISA (Federazione Internazionale Sport Automobilistico) delle scarse misure di sicurezza. In particolare, le polemiche si concentrarono su tutte quelle bandelle, che aumentavano l’effetto suolo e rendevano velocissime le vetture, ma anche molto pericolose. La Ferrari, decise portare una sola vettura, affidata a Didier Pironi, anche se la discutibile sicurezza della Ferrari 126 C2, mise un punto interrogativo su l’intero progetto.

Le qualifiche, di questo sesto appuntamento del mondiale vide la pole position di Renè Arnoux con la sua Renault Turbo, a cui fu installato un dispositivo per controllare gli iniettori, soluzione molto efficace che che permise al francese di battere la Brabham di Patrese e l’Alfa Romeo di Bruno Giacomelli.
Quarto posto per Alain Prost con l’altra monoposto giallo/nera, davanti all’unica Ferrari di Pironi, e alla Williams di Keke Rosberg.
La top 10 si completò con Andrea De Cesaris con la seconda vettura del Biscione, affiancato da Derek Daly Regno su Williams. Poi Michele Alboreto su Tyrrell e John Watson con la McLaren.

gp monaco 1982 riccardo patrese
© LAT Images

Il giorno della gara, le strade del Principato si riempirono di gente, grazie anche alle temperature gradevoli. Allo spegnimento dei semafori, Arnoux partì benissimo, mentre si accese una sfida tutta italiana, con il sorpasso del pilota bresciano su Patrese, portandosi dietro anche Prost, che concretizzò il sorpasso sull’italiano nel giro successivo. Ancora pochi chilometri e lo scatenato francese, si mise alla caccia di Giacomelli, scavalcandolo e portandosi alle spalle di Arnoux.

Al passaggio numero 4, ecco arrivare il primo colpo di scena, con il ritiro del pilota italiano dell’Alfa per un problema al semiasse. La classifica si stabilizzò per 10 giri, con Arnoux in testa, davanti a Prost, seguito da Patrese, ma insidiato da Pironi. Al 14° giro il pilota di Grenoble, finì per perdere il controllo della propria monoposto: il testacoda, spense il motore della Renault, ma soprattutto, mise fine alla corsa del francese.

gp monaco 1982 pironi e de cesaris
© Autosprint

Prost, così, si ritrovò in testa con 5 secondi di vantaggio su Patrese, ma con qualche doppiaggio da effettuare. Tra questi c’era Elio De Angelis da passare: i primi due, doppiarono senza problemi l’italiano mentre Pironi, finì per danneggiare il musetto, urtando la ruota della Lotus.

Le posizioni si congelarono fino al 70º passaggio, finché non iniziò a cadere una pioggia leggera, ma che rese la pista insidiosa: il primo tra i big, a farne le spese fu proprio il leader della gara che finì contro le barriere, nel tentativo di doppiare la Arrows di Marc Surer.

Patrese si ritrovò a condurre il Gran Premio, seguito da Pironi alle prese col sottosterzo della sua Ferrari danneggiata precedentemente, poi De Cesaris e Rosberg.

gp monaco 1982 podio
© Autosprint

Verso la fine della gara iniziarono un susseguirsi di colpi di scena: Patrese, si girò al Loews spegnendo il motore e lasciando il comando a Pironi, che però si fermò dopo aver esaurito le batterie, facendo passare De Cesaris, il quale rimase senza benzina. La Williams di Derek Daly, si ritrovò, anche se con un giro di ritardo, in testa alla gara, ma la gloria dell’irlandese, durò una manciata di secondi, tanto da finire contro le barriere. Intanto i commissari, riuscirono a far ripartire la Brabham di Patrese, che grazie alla pendenza della pista riaccese il motore, passando per primo sotto la bandiera a scacchi. Insieme al pilota padovano, salirono sul podio anche Didier Pironi e Andrea De Cesaris.
A punti anche Nigel Mansell su Lotus, davanti a De Angelis e Derek Daly.

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 2 Italy Riccardo Patrese
United Kingdom Brabham 01:54:11.259 76
2
9
2 28 France Didier Pironi
Italy Ferrari Out of fuel 75
5
6
3 22 Italy Andrea de Cesaris
Italy Alfa Romeo Out of fuel 75
7
4
4 12 United Kingdom Nigel Mansell
United Kingdom Lotus +1 lap 75
11
3
5 11 Italy Elio de Angelis
United Kingdom Lotus +1 lap 75
15
2
6 5 Ireland Derek Daly
United Kingdom Williams Gearbox 74
8
1
7 15 France Alain Prost
France Renault Spun Off 73
4
0
8 4 United Kingdom Brian Henton
United Kingdom Tyrrell +4 laps 72
17
0
9 29 Switzerland Marc Surer
United Kingdom Arrows +6 laps 70
19
0
10 3 Italy Michele Alboreto
United Kingdom Tyrrell Suspension 69
9
0
RIT 6 Finland Keke Rosberg
United Kingdom Williams Collision 64
6
0
RIT 8 Austria Niki Lauda
United Kingdom McLaren Engine 56
12
0
RIT 1 Brazil Nelson Piquet
United Kingdom Brabham Turbo 49
13
0
RIT 7 United Kingdom John Watson
United Kingdom McLaren Electrical 35
10
0
RIT 9 Germany Manfred Winkelhock
Germany ATS Differential 31
14
0
RIT 26 France Jacques Laffite
France Ligier Handling 29
18
0
RIT 25 United States Eddie Cheever
France Ligier Oil Leak 27
16
0
RIT 10 Chile Eliseo Salazar
Germany ATS Mechanical 22
20
0
RIT 16 France René Arnoux
France Renault Spun Off 14
1
0
RIT 23 Italy Bruno Giacomelli
Italy Alfa Romeo Halfshaft 4
3
0
DNQ 30 Italy Mauro Baldi
United Kingdom Arrows No Time 0

0
DNQ 33 Netherlands Jan Lammers
Hong Kong Theodore No Time 0

0
DNQ 17 Germany Jochen Mass
United Kingdom March No Time 0

0
DNQ 35 United Kingdom Derek Warwick
United Kingdom Toleman No Time 0

0
DNQ 31 France Jean-Pierre Jarier
Italy Osella No Time 0

0
DNQ 14 Colombia Roberto Guerrero
United Kingdom Ensign No Time 0

0
DNPQ 36 Italy Teo Fabi
United Kingdom Toleman No Time 0

0
DNPQ 32 Italy Riccardo Paletti
Italy Osella No Time 0

0
DNPQ 18 Brazil Raul Boesel
United Kingdom March No Time 0

0
DNPQ 20 Brazil Chico Serra
Brazil Fittipaldi No Time 0

0
DNPQ 19 Spain Emilio de Villota
United Kingdom March No Time 0

0

Topics
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close