fbpx
1990-1999Formula 1On this day

Mansell sogna il titolo, i ferraristi sognano grazie ad Alesi

Il circus arriva a Barcellona per la seconda edizione sul circuito del Montmeló, del GP di Spagna. Al venerdì il clima offre al pubblico presente, per la verità non tantissimo, un buon spettacolo in pista.
Al sabato, il sole del venerdì e un pallido ricordo, a Barcellona fa freddo ed appare chiaro tutti i tempi validi saranno quelli fatti segnare al venerdì. In prima fila, affianco alla Williams numero cinque troviamo Schumacher.

Il tedesco si è subito trovato a proprio agio sulla nuova Benetton girando sia sull’asciutto che sul bagnato con ottimi tempi.

Altri articoli interessanti

È la consacrazione d una stella? secondo gli addetti ai lavori il merito è ascrivibile alla bontà della propria monoposto.

Alla domenica la pioggia si è trasformata in un diluvio che sta pian piano annegando il circuito. Il pubblico bagnato e infreddolito, sembra dubitare su una vittoria d Mansell, la pioggia non è mai stata amica dell’inglese e la gara spagnola dovrà dimostrare che il pilota inglese è ormai maturo per entrare nell’empireo dei grandi.
Grandi assenti dalle posizioni d testa sono le Ferrari. La rossa si sta accorgendo che la rivoluzionaria f92a è affetta da un male oscuro che ne penalizza le prestazioni.
Allo scattare del verde, Mansell mantiene la testa impostando la prima curva davanti al compagno Patrese, partito benissimo davanti ad un sorprendente Alesi.

gp spagna 1992 jean alesi
© LAT Images

Il francese della Ferrari era scattato dal suo ottavo posto come un missile sfruttando una striscia d asfalto asciutto. La gara è tutt altro che un lento divenire fino al traguardo, Patrese si rende conto di poter girare più veloce del proprio caposquadra e sogna di andarlo a prendere, mentre Schumacher attacca e supera la Ferrari di Alesi. I tedesco, una volta liberatosi della Ferrari, comincia a girare su tempi interessanti dimostrando un potenziale che gli permetterà di raggiungere le due Williams al comando.

La Ferrari numenro 27, al quarto posto, vede negli specchietti Senna che lo passa, lasciandolo al quinto posto a duellare con l altra McLaren di Berger. Le prestazioni delle due macchine sono quasi simili e l’austriaco decide di forzare il passaggio, il francese non ci sta, non molla e Berger sperona la Ferrari. Mentre la McLaren prosegue, Alesi riparte con una nuvola mista di fumo e acqua e torna ai box a sostituire le gomme ormai consumate.
In testa Mansell sembra subire l attacco di Patrese, l italiano della Williams fa tutto da solo e si autoelimina con un testacoda che lo fa impattare contro le barriere.

gp spagna 1992 Nigel-Mansell
© LAT Images

In pista lo spettacolo vale il prezzo del biglietto, Schumacher sembra guidare sull’asciutto e comincia a ridurre sensibilmente lo svantaggio che lo separa da Mansell, mentre Alesi, dopo essere ripartito dai box, è una furia, riprende Berger e ha ormai Senna nel mirino che, nel tentativo di aumentare il ritmo carambola in una pozzanghera e vola fuori pista, regalando alla Ferrari un podio insperato.

Al box della Williams c’è agitazione, gli ingegneri non riescono a capire se Mansell sta amministrando o ha qualche problema, infatti Schumacher riduce lo svantaggio e comincia a sperare in un inaspettata vittoria. Col tedesco ormai in scia, Mansell riesce a conquistare la sua quarta vittoria consecutiva, terzo Alesi, autori di una grande gara che per un attimo ci ha fatto rivivere le imprese di Gilles sul bagnato.

Il GP di Spagna ci consegna un sicuro prossimo campione del mondo, un futuro re della pioggia, Schumacher e un Alesi il cui grandissimo cuore è l unico appiglio per i ferraristi delusi.

Ecco l’ordine di arrivo del GP di Spagna 1992

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 5 United Kingdom Nigel Mansell
United Kingdom Williams 01:56:10.674 65
1
10
2 19 Germany Michael Schumacher
Italy Benetton 01:56:34.588 65
2
6
3 27 France Jean Alesi
Italy Ferrari 01:56:37.136 65
8
4
4 2 Austria Gerhard Berger
United Kingdom McLaren 01:57:31.321 65
7
3
5 9 Italy Michele Alboreto
United Kingdom Footwork +1 lap 64
16
2
6 22 Italy Pierluigi Martini
Italy Dallara +2 laps 63
13
1
7 10 Japan Aguri Suzuki
United Kingdom Footwork +2 laps 63
19
0
8 16 Austria Karl Wendlinger
United Kingdom March +2 laps 63
9
0
9 1 Brazil Ayrton Senna
United Kingdom McLaren Spun Off 62
3
0
10 28 Italy Ivan Capelli
Italy Ferrari Spun Off 62
5
0
11 23 Brazil Christian Fittipaldi
Italy Minardi +4 laps 61
22
0
12 17 France Paul Belmondo
United Kingdom March +4 laps 61
23
0
RIT 21 Finland Jyrki Järvilehto
Italy Dallara Spun Off 56
12
0
RIT 15 Italy Gabriele Tarquini
Italy Fondmetal Spun Off 56
18
0
RIT 11 Finland Mika Häkkinen
United Kingdom Lotus Spun Off 56
21
0
RIT 26 France Érik Comas
France Ligier Spun Off 55
10
0
RIT 29 France Bertrand Gachot
France Larrousse Engine 35
24
0
RIT 3 France Olivier Grouillard
United Kingdom Tyrrell Spun Off 30
15
0
RIT 24 Italy Gianni Morbidelli
Italy Minardi Handling 26
25
0
RIT 33 Brazil Maurício Gugelmin
Ireland Jordan Spun Off 24
17
0
RIT 14 Switzerland Andrea Chiesa
Italy Fondmetal Spun Off 22
20
0
RIT 6 Italy Riccardo Patrese
United Kingdom Williams Spun Off 19
4
0
RIT 12 United Kingdom Johnny Herbert
United Kingdom Lotus Spun Off 13
26
0
RIT 25 Belgium Thierry Boutsen
France Ligier Engine 11
14
0
RIT 20 United Kingdom Martin Brundle
Italy Benetton Spun Off 4
6
0
RIT 4 Italy Andrea de Cesaris
United Kingdom Tyrrell Engine 2
11
0
DNQ 30 Japan Ukyo Katayama
France Larrousse No Time 0

0
DNQ 7 Belgium Eric van de Poele
United Kingdom Brabham No Time 0

0
DNQ 32 Italy Stefano Modena
Ireland Jordan No Time 0

0
DNQ 8 United Kingdom Damon Hill
United Kingdom Brabham No Time 0

0
DNPQ 34 Brazil Roberto Moreno
Italy Andrea Moda No Time 0

0
DNPQ 35 United Kingdom Perry McCarthy
Italy Andrea Moda No Time 0

0

Pubblicità

Federico Sandoli

Esperto di logistica e trasporti, sempre pronto a recepire le novità ed a proporre soluzioni operative innovative. Lettore accanito, con una passione particolare per la scienza, la medicina ed…i supereroi. Iscritto al Club Ferrari di Maranello dalla nascita, curo da sempre la mia passione per la Ferrari e la F1 in genere. Colleziono modellini che posiziono rigorosamente in funzione del periodo dell’anno e degli eventi legati a piloti e case costruttori e custodisco gelosamente alcune lettere autografe oggetto di uno scambio di corrispondenza con l’Ing. Ferrari.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio