fbpx
1950-1959BiografieFormula 1On this day

Marco Piccinini: il Monsignore

Figlio di Arnaldo, titolare e pioniere dell’industria elettronica italiana, aveva fondato la Voxson e la Videocolor, Marco Piccinini è sempre stato animato dalla passione per le corse e dal sogno d poter lavorare in giorno alla Ferrari. Quando il padre vendette le sue imprese e fondò una banca d’affari a Monaco, tra i suoi clienti ce un italiano famoso in tutto il mondo :Enzo Ferrari

Quando s’incontravano a Maranello si racconta che il giovane Piccinini avesse detto al Drake che un giorno avrebbe lavorato per lui, suscitando l’ilarità dei due uomini d’affari.

Dopo averlo conosciuto meglio, Ferrari pensò al giovane Piccinini quando nel ’78 dovette sostituire Nosetto alla direzione della squadra corse.

Nonostante un’ondata di scetticismo avesse investito il Drake, Ferrari fu risoluto e lo nominò direttore sportivo
Piccinini, col suo modo d fare ecclesiastico, dimostrò un’abilità eccezionale nel tessere relazioni con ogni tipo di potere, arrivando a rappresentare Ferrari in tutto il mondo con la capacità di rendere Maranello capitale dell’automobilismo sportivo mondiale.

Quando Ferrari cominciò a stare male, Piccinini gli confessò d volersene andare, stanco d tante battaglie e trasferte in tutto il mondo. Ferrari usò tutto il suo carisma per trattenerlo fino alla fine della sua avventura terrena. Rappresentò l’ingegnere quando il Papa fece visita a Maranello e quando il vecchio scomparve, Piccinini decise d lasciare la squadra lasciandola orfana d un uomo dalla cultura generale e sportiva elevata ma anche orfana d un collaboratore che rispecchiava in pieno la personalità del proprio fondatore.

In un momento cosi critico per la Formula 1 con l applicazione delle regole in modo confuso, l’esperienza e la capacità d Piccinini contribuirebbero a far tornare la “classe regina del motorsport” uno sport e non uno spettacolo degno d qualche Pay TV.

Pubblicità

Federico Sandoli

Esperto di logistica e trasporti, sempre pronto a recepire le novità ed a proporre soluzioni operative innovative. Lettore accanito, con una passione particolare per la scienza, la medicina ed…i supereroi. Iscritto al Club Ferrari di Maranello dalla nascita, curo da sempre la mia passione per la Ferrari e la F1 in genere. Colleziono modellini che posiziono rigorosamente in funzione del periodo dell’anno e degli eventi legati a piloti e case costruttori e custodisco gelosamente alcune lettere autografe oggetto di uno scambio di corrispondenza con l’Ing. Ferrari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio