Michael Schumacher vince a Monaco 1997 superando Villeneuve


1997 gp monaco f1 michael schumacher

Da Imola all’affascinante Monte Carlo: nel weekend dell’11 maggio il Mondiale di Formula 1 1997 proseguì la sua corsa iridata con il leggendario GP di Monaco.

Sulle strette stradine del Principato fu ancora una volta una Williams a centrare la pole position, stavolta quella del tedesco Heinz-Harald Frentzen che beffò per soli 19 millesimi la Ferrari del connazionale Michael Schumacher.

Ma se fino al sabato le condizioni atmosferiche erano rimaste stabili, la domenica il cielo si oscurò e lasciò spazio alla pioggia.
Trenta minuti prima del via i tecnici delle Williams decisero di assettare entrambe le FW19 con le gomme slick, mentre Michael Schumacher optò per le intermedie.

Una scelta che si rivelò vincente, dal momento che allo spegnimento dei semafori rossi la F310B numero 5 fu la più veloce, portandosi dietro entrambe le Jordan motorizzate Peugeot e la Steward di Rubens Barrichello, che poteva contare sulle prestazionali gomme Bridgestone da bagnato.

La partenza, invece, non fu felice per il Campione del Mondo in carica, un Damon Hill che con la sua Arrows-Yamaha arrivò al contatto con la McLaren-Mercedes di Mika Hakkinen.

Poco fortunate anche le Williams-Renault, che dovettero tornare immediatamente ai box per cambiare le gomme: un tentativo che, alla fine, non servì a nulla, perchè sia Frentzen che Villeneuve furono poi costretti al ritiro.

In questo modo fu Michael Schumacher a vincere la 55° edizione del GP di Monaco, un successo che mancava dall’ultima affermazione delle Rosse a Montecarlo nel lontano 1981.

Completarono il podio Rubens Barrichello e la seconda Ferrari F310B di Eddie Irvine, che riuscì a tenersi dietro il vincitore dell’edizione 1996 Olivier Panis.

1997 gp monaco f1

Con questo trionfo, il tedesco del Cavallino Rampante sopravanzò Villeneuve in classifica generale portandosi a 24 punti, mentre la scuderia di Maranello passò in testa ai Costruttori con otto lunghezze di vantaggio sulla Williams.

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.

Nessun commento

Lasciami un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.