1990-1999On this day

Nel Gran Premio d’Ungheria 1997 arriva il 100esimo trionfo della Williams

Il 10 agosto 1997, si corse l’undicesima prova iridata, GP di Ungheria. La situazione in classifica piloti vedeva il tedesco Michael Schumacher davanti a tutti con 53 punti, ben 10 in più rispetto al rivale Jacques Villeneuve. Allo stesso modo la Ferrari comanda la classifica costruttori davanti alla Williams: 71 contro 62 punti.

Sul circuito dell’Hungaroring, però, la sorpresa si chiama… Damon Hill. Il Campione in carica 1996 non ha avuto una gran stagione al volante della sua Arrows motorizzata Yamaha, ma sulla pista di Budapest l’inglese sembra aver ritrovato i fasti di un tempo.

Nelle prove libere riesce a stampare il quinto tempo nonostante un problema al sensore elettronico del cambio lo costringa a star fermo ai box per quasi un’ora. In qualifica, invece, firma il terzo crono assoluto, dietro al canadese Villeneuve e al poleman Schumacher.

Gp Ungheria 1997 PartenzaAlla partenza il ferrarista scatta alla perfezione, mentre la Williams-Renault numero 3 pattina e lascia strada alla Arrows di Hill, che in pochi giri riesce a passare anche la Ferrari F310B del pilota tedesco. Michael non si trova a suo agio con le gomme e, nel corso del 14esimo giro, viene passato da Villeneuve, mentre la leadership viene mantenuta saldamente da Hill anche durante i pit-stop.

Nel corso del 29esimo passaggio avviene il primo colpo di scena: la Williams di Heinz-Harald Frentzen, l’unico ad aver optato per una strategia con gomme dure al fine di puntare su uno stint iniziale lungo, improvvisamente prende fuoco. La valvola di sicurezza del serbatoio si è staccata e la benzina vaporizzata è finita sugli scarichi producendo un’imponente fiammata, che lo costringe di conseguenza al ritiro.

A soli tre giri dalla bandiera a scacchi, invece, sarà proprio il leader Damon Hill a veder sfumare tutto il suo impegno. Un guasto al cavo dell’acceleratore, causato da una rondella rotta dal costo di 50 pence, fa sì che il cambio della sua Williams rimanga bloccato in terza marcia. Questo gli fa perdere tutto il vantaggio guadagnato su Villeneuve, che lo passa all’ultimo giro andando a prendersi la sua quinta vittoria stagionale.

Un successo che segna anche il 100esimo trionfo della Williams in Formula 1, che così si porta in Classifica Costruttori a soli due punti dalla Ferrari. Villeneuve, invece, è staccato di tre lunghezze dall’ancora leader Schumacher, sull’Hungaroring solamente quarto e sopravanzato sul podio da Hill e da Johnny Herbert. Al volante della sua Sauber motorizzata Petronas, questo sarà l’unico podio della stagione 1997 per il pilota inglese.
Gp Ungheria 1997 Jacques Villeneuve

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 3 Canada Jacques Villeneuve
United Kingdom Williams 01:45:47.149 77
2
10
2 1 United Kingdom Damon Hill
United Kingdom Arrows 01:45:56.228 77
3
6
3 16 United Kingdom Johnny Herbert
Switzerland Sauber 01:46:07.594 77
10
4
4 5 Germany Michael Schumacher
Italy Ferrari 01:46:17.650 77
1
3
5 11 Germany Ralf Schumacher
Ireland Jordan 01:46:17.864 77
14
2
6 15 Japan Shinji Nakano
France Prost 01:46:28.661 77
16
1
7 14 Italy Jarno Trulli
France Prost 01:47:02.701 77
12
0
8 8 Austria Gerhard Berger
Italy Benetton 01:47:03.558 77
7
0
9 6 United Kingdom Eddie Irvine
Italy Ferrari Spun off 76
5
0
10 20 Japan Ukyo Katayama
Italy Minardi +1 lap 76
20
0
11 7 France Jean Alesi
Italy Benetton +1 lap 76
9
0
12 21 Brazil Tarso Marques
Italy Minardi +2 laps 75
22
0
13 19 Finland Mika Salo
United Kingdom Tyrrell +2 laps 75
21
0
RIT 10 United Kingdom David Coulthard
United Kingdom McLaren Electrical 65
8
0
RIT 18 Netherlands Jos Verstappen
United Kingdom Tyrrell Gearbox 61
18
0
RIT 2 Brazil Pedro Paulo Diniz
United Kingdom Arrows Electrical 53
19
0
RIT 12 Italy Giancarlo Fisichella
Ireland Jordan Spun off 42
13
0
RIT 4 Germany Heinz-Harald Frentzen
United Kingdom Williams Fuel leak 29
6
0
RIT 22 Brazil Rubens Barrichello
United Kingdom Stewart Engine 29
11
0
RIT 9 Finland Mika Häkkinen
United Kingdom McLaren Hydraulics 12
4
0
RIT 17 Italy Gianni Morbidelli
Switzerland Sauber Engine 7
15
0
RIT 23 Denmark Jan Magnussen
United Kingdom Stewart Accident 5
17
0

Topics
Pubblicità

Giulio Scrinzi

Sono nato il 21/04/1993 a Rovereto e fin da piccolo ho sempre avuto una forte passione per tutto ciò che è veloce e che ha un motore. La Formula 1 rappresenta per me un'opportunità come giornalista ma anche il sogno di una vita: diventare un pilota. I miei miti? Michael Schumacher e Ayrton Senna. Il mio motto? "Keep fighting".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close