fbpx
Formula 1Storia dei Gran Premi

Pillole dal Barhain

L’appuntamento del Barhain, apparso nel calendario della F1 nel 2004 e poco accettato dai puristi dei Gran Premi che lo vedevano come un capriccio di qualche ricco sceicco, la prima edizione in Bahrain vede imporsi la Ferrari ed il suo Kaiser.
Le uniche emozioni si videro in prova, quando le Williams di Montoya e del fratello Ralf cercarono di sottrarre la pole alla Ferrari. Purtroppo qualche sbavatura nel giro finale relegò le macchine inglesi in seconda fila e la corsa fu un monologo della Rossa che conquistò una doppietta con una disarmante facilita.

Schumacher 2004 bahrain
© Ferrari Press Area

Nel 2005 la vittoria di Alonso fu oscurata dalla notizia della morte di Papa Woityla e per l’occasione la Ferrari decise di correre col musetto dipinto di nero. L’anno successivo l’edizione vede fin dalle prime prove il duello tra Alonso e Schumy, duello che si risolse in gara a favore dello spagnolo grazie a una grintosa difesa sul tedesco all’uscita del pit stop decisivo.
Il ritorno alla vittoria della rossa era nell’aria, nel 2007 Massa si impose aggiudicandosi pole e vittoria mentre nel 2008 sempre il brasiliano rosso, beffò Kubica in pole e si involò a vincere davanti a Raikkonen iniziando la striscia di successi che porterà la F2008 a vincere il titolo costruttori.

Sinfonia Ferrari gp bahrain 2008 massa e raikkonen
© Ferrari Press Area

ll 2009 premia l’azzardo della Brawn GP e di Button primo davanti all’astro nascente Vettel mentre nel 2010 un problema alla Red Bull del tedesco aprì le porte alla vittoria Rossa con Alonso primo e Massa secondo.
Saltata l’edizione del 2011 per tumulti interni, le edizioni del 2012 e del 2013 furono ad appannaggio di Vettel mentre le Rosse si trovano a dover combattere con un progetto non del tutto riuscito e con strani problemi d’affidabilità.

2016 GP Bahrain
© Mercedes Press Area

In piena era Ibrida la Mercedes la fa da padrona fino al 2017 quando Vettel, si impose con la SF70h dimostrando che la Ferrari era riuscita a colmare il gap con la rivale d’argento. Gap che sembra essere stato superato nell’edizione del 2018 quando Vettel e la Rossa riuscirono a tenere testa alle Mercedes dando una dimostrazione di classe che rimarrà negli annali ferraristi.
In totale Vettel ha 4 vittorie in Bahrain. Due con la Red Bull e due con la Ferrari.

GP Bahrain 2018 sebastian vettel
© Ferrari Press Area

Nel 2019 a conquistare la pole position è la nuova promessa della formula uno, Charles Leclerc, che con la Ferrari domina il Gran Premio fino a pochi giri dalla fine quando un problema al motore lo relega al terzo posto tra gli applausi di Hamilton esterefatto dalle capacità di guida del monegasco della rossa.

2019 GP Bahrain leclerc
© Pirelli Press Area

Col cambio di regolamenti nel 2022 la Ferrari di Leclerc illude e si illude con una vittoria perentoria mentre nel 2023 Verstappen inizia una dittatura asburgica che durerà praticamente tutta la stagione.

f1 GP Bahrain 2023 partenza
© Depositphotos

PHOTO CREDITS
depositphotos.comferrari.compress.pirelli.com
Pubblicità

Federico Sandoli

Esperto di logistica e trasporti, sempre pronto a recepire le novità ed a proporre soluzioni operative innovative. Lettore accanito, con una passione particolare per la scienza, la medicina ed…i supereroi. Iscritto al Club Ferrari di Maranello dalla nascita, curo da sempre la mia passione per la Ferrari e la F1 in genere. Colleziono modellini che posiziono rigorosamente in funzione del periodo dell’anno e degli eventi legati a piloti e case costruttori e custodisco gelosamente alcune lettere autografe oggetto di uno scambio di corrispondenza con l’Ing. Ferrari.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio