2010-2019Formula 1On this day

Sebastian Vettel campione del mondo 2010

Il 14 novembre 2010, Sebastian Vettel, vince ad Abu Dhabi e si laurea campione del Mondo per la prima volta. Il tedesco ha avuto la meglio sugli altri due pretendenti al titolo, Fernando Alonso con la Ferrari e Mark Webber con l’altraRed Bull, rispettivamente solo settimo e nono al traguardo, penalizzati da scelte strategiche non perfette.
Secondo posto per la McLaren di Lewis Hamilton davanti al compagno di squadra Jenson Button e Rosberg con la Mercedes GP. Quinta e sesta posizione per le Renault di Kubica e Petrov.
Chiudono la top 10 la Toro Rosso di Alguersuari e la Ferrari di Felipe Massa.

Ecco la cronaca dell’ultimo GP del 2010

Al via Vettel mantiene il comando davanti a Hamilton mentre Button riesce a passare Alonso in terza posizione. Webber è sempre quinto davanti a Massa e Barrichello. Schumacher finito in testacoda dopo un duello con Rosberg, viene travolto da un incolpevole Liuzzi. La Force India si è incastrata sulla parte superiore del tedesco andando a sfiorare il casco di Schumacher. Entrambi sono stati costretti al ritiro.

Safety car subito in pista e diversi piloti nelle retrovie che scelgono di rientrare ai box per montare gomme dure. Tra gli altri Petrov, Rosberg, Alguersuari, Senna, Di Grassi e Klien.

La gara riparte al quinto giro con Vettel che riesce ad evitare l’attacco di Hamilton. Al sesto giro Kubica superato Sutil salendo in nona posizione alle spalle di Kobayashi. All’ottavo giro Webber sfiora il guardrail senza conseguenze, intanto Vettel inizia a macinare giri veloci portando il suo vantaggio su Hamilton a due secondi.

Rosberg intanto supera Hulkenberg in 13ma posizione mentre Webber rientra ai box per un problema alle gomme posteriori tornando in pista in 16ma posizione alle spalle di Alguersuari.

Vettel invece inizia ad avere problemi con gli pneumatici rallentando passo e permettendo ad Hamilton il suo distacco.  Al 15mo giro Webber inizia a far segnare ottimi intermedi mentre Alonso rientra ai box per cambiare gomme e non perdere il vantaggio sull’australiano. Lo spagnolo riesce a tornare in pista davanti a Webber in 12ma posizione.

Vettel intanto riesce a riportare il suo vantaggio su Hamilton oltre i 2 secondi. Kubica, partito con gomme dure, intanto risale in quinta posizione con 19 secondi di ritardo da Vettel.

Alonso a questo punto si ritrova alle spalle di Petrov che ha già le gomme dure dopo la sua sosta nei primi giri. Al 23mo giro Alonso tenta l’attacco sul russo, ma finisce lungo. Poco dopo Hamilton rientra per la sua sosta e al giro successivo tocca a Vettel. Intanto Button, al comando, fa segnare il giro piu’ veloce con 1.44.339. Vettel intanto fa registrare il giro piu’ veloce in 1.42.942 portando il suo ritardo da Button a 8 secondi. Poco dopo rientra anche Buemi con Alonso e Webber che salgono in ottava e nona posizione.

Al 39mo giro anche Button ai box per la sua sosta tornando in pista in quarta posizione e la lasciando Vettel al comando della gara. Alonso intanto non riesce ad attaccare Petrov perdendo terreno anche nei confronti di Kubica che poco dopo rientra ai box.

Ma ormai la gara è quasi terminata con Alonso e Webber risaliti in settima e ottava posizione, una classifica che non basta ad entrambi per impedire a Vettel di conquistare il mondiale piloti.
Vettel vince con autorevolezza la gara è il piu’ giovane campione del mondo della storia della F1.

Il modello

Per l’occasione, la Minichamps ha prodotto, in scala 1/43 e in versione limitata, il modello commemorativo del primo mondiale vinto da Sebastian Vettel.

La Gallery

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 5 Germany Sebastian Vettel
Austria Red Bull 01:39:36.837 55
1
25
2 2 United Kingdom Lewis Hamilton
United Kingdom McLaren 01:39:46.999 55
2
18
3 1 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren 01:39:47.884 55
4
15
4 4 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes 01:40:07.584 55
9
12
5 11 Poland Robert Kubica
France Renault 01:40:15.863 55
11
10
6 12 Russian Federation Vitaly Petrov
France Renault 01:40:20.357 55
10
8
7 8 Spain Fernando Alonso
Italy Ferrari 01:40:20.634 55
3
6
8 6 Australia Mark Webber
Austria Red Bull 01:40:21.080 55
5
4
9 17 Spain Jaime Alguersuari
Italy Toro Rosso 01:40:27.038 55
17
2
10 7 Brazil Felipe Massa
Italy Ferrari 01:40:27.705 55
6
1
11 22 Germany Nick Heidfeld
Switzerland BMW Sauber 01:40:28.388 55
14
0
12 9 Brazil Rubens Barrichello
United Kingdom Williams 01:40:34.523 55
7
0
13 14 Germany Adrian Sutil
United Kingdom Force India 01:40:35.162 55
13
0
14 23 Japan Kamui Kobayashi
Switzerland BMW Sauber 01:40:36.395 55
12
0
15 16 Switzerland Sébastien Buemi
Italy Toro Rosso 01:40:40.015 55
18
0
16 10 Germany Nico Hulkenberg
United Kingdom Williams 01:40:41.600 55
15
0
17 19 Finland Heikki Kovalainen
United Kingdom Lotus +1 lap 54
20
0
18 25 Brazil Lucas di Grassi
United Kingdom Virgin Racing +2 laps 53
22
0
19 21 Brazil Bruno Senna
Spain Hispania Racing +2 laps 53
23
0
20 20 Austria Christian Klien
Spain Hispania Racing +2 laps 53
24
0
21 18 Italy Jarno Trulli
United Kingdom Lotus Rear wing 51
19
0
RIT 24 Germany Timo Glock
United Kingdom Virgin Racing Gearbox 43
21
0
RIT 3 Germany Michael Schumacher
Germany Mercedes Collision 0
8
0
RIT 15 Italy Vitantonio Liuzzi
United Kingdom Force India Collision 0
16
0

Topics
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close