1950-1959Formula 1On this day

Seconda vittoria della stagione per Juan Manuel Fangio al GP di Monaco 1957

Quattro mesi dopo il round d’apertura in Argentina, le squadre si diedero appuntamento Monaco, per il secondo Gran Premio della Stagione. Ne frattempo Stirling Moss passò alla Vanwall, per unirsi a Tony Brooks, lasciando a Juan-Manuel Fangio l’onere si prima guida del taem Maserati. In casa Ferrari, dopo la scomparsa di Eugenio Castellotti, durante dei test di prova a Modena, al fianco di Peter Collins, Mike Hawthorn e Wolfgang Von Trips arrivò Maurice Trintignant. Invece il team Connaught, rimasto a corto di fondi riuscì comunque a portare due macchine: una per Stuart Lewis-Evans e l’altra per Ivor Buebmentrem, che però non si qualificò.

Anche la BRM, riuscì ad inviare due monoposto che furono assegnate a Ron Flockhart e Roy Salvadori, che però non riuscì a qualificarsi.

GP monaco 1957 partenza
© Jean-François Galeron

Al via della gara, Stirling Moss, nonostante uno spunto non eccezionale, riuscì a prendersi la prima posizione, seguito da Fangio, Collins, Shell, Brooks, Mentideguy con la Maserati, Hawthorn e von Trips. Nel corso del secondo giro, Collins passò Fangio, mentre Schell retrocesse all’ottavo posto a causa di un suo errore

Nel corso del 4° passaggio, il leader della gara,Moss arrivò lungo alla Chicane del Porto, finendo contro le barriere. Collins per evitare di finire contro la Vanwall dell’inglese, andò a sbattere contro le protezioni di sinistra, rischiando, anche di finire nel mare. Fangio e Brooks rallentarono per evitare i detriti, ma quest’ultimo venne speronato dal connazionale Hawthorn.

La gara della Ferrari numero 24, dovette dire addio alla gara, mentre Brooks riuscì a proseguire, ma con un ritardo d 5 secondi.

gp monaco 1957 incidente
© Alamy Images

La classifica, mutò in quest’ordine: Fangio in testa, seguito da Brooks, von Trips e le quattro Maserati di Mentideguy, Schell, Gould e Gregory.

La classifica si congelò fino al giro 43 passaggio: Mentideguy, passò von Trips, ma l’argentino non fece i conti con quella gomma che pizzicò sul marciapiede, finendo così in testacoda ed abbandonando ogni speranza di terminare la gara.

Al giro 51, Fangio controllava la gara, mentre dietro si susseguivano i colpi di scena: alla 93° tornata esplose il motore della Ferrari di von Trips, permettendo a Jack Brabham di agguantare il podio. Ma la Cooper dell’inglese durò qualche chilometro, prima di andare in fumo. nonostante tutto, l’australiano riuscì a spingere la propria auto fino sul traguardo, conquistando l’ultimo posto disponibile per guadagnare un punto.

Brooks ormai era tranquillo alle spalle di Juan Manuel Fangio, mentre salì al terzo posto Masten Gregory con la Maserati. Quarto arrivò Stuart Lewis-Evans con la Connaught-Alta, davanti a Maurice Trintignant.

Ecco l’ordine di arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 32 Argentina Juan Manuel Fangio
Italy Maserati 03:10:12.800 105
1
9
2 20 United Kingdom Tony Brooks
United Kingdom Vanwall 03:10:38.000 105
4
6
3 2 United States Masten Gregory
Italy Maserati +2 laps 103
10
4
4 10 United Kingdom Stuart Lewis-Evans
United Kingdom Connaught +3 laps 102
13
3
5 30 France Maurice Trintignant
Italy Ferrari +5 laps 100
6
2
6 14 Australia Jack Brabham
United Kingdom Cooper-Climax +5 laps 100
15
0
RIT 24 United Kingdom Mike Hawthorn
Germany Wolfgang von Trips
Italy Ferrari Engine 95
95
9
9
0
0
RIT 34 Italy Giorgio Scarlatti
United States Harry Schell
Italy Maserati Oil Leak 64
64
14
14
0
0
RIT 6 United Kingdom Ron Flockhart
United Kingdom BRM Engine 60
11
0
RIT 36 Argentina Carlos Menditeguy
Italy Maserati Spun Off 51
7
0
RIT 12 United Kingdom Ivor Bueb
United Kingdom Connaught Fuel Leak 47
16
0
RIT 38 United States Harry Schell
Italy Maserati Suspension 23
8
0
RIT 22 United Kingdom Horace Gould
Italy Maserati Accident 10
12
0
RIT 26 United Kingdom Peter Collins
Italy Ferrari Accident 4
2
0
RIT 18 United Kingdom Stirling Moss
United Kingdom Vanwall Accident 4
3
0
RIT 28 United Kingdom Mike Hawthorn
Italy Ferrari Accident 4
5
0
DNQ 8 United Kingdom Roy Salvadori
United Kingdom BRM No Time 0

0
DNQ 40 Germany Hans Herrmann
Italy Maserati No Time 0

0
DNQ 4 France André Simon
Italy Maserati No Time 0

0
DNQ 42 Italy Luigi Piotti
Italy Maserati No Time 0

0
DNQ 16 United Kingdom Les Leston
United Kingdom Cooper-Climax No Time 0

0

Sorgente
Credits Foto
Topics
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close