1920-19292000-2009BiografieOn this day

Sergio Mantovani: correre per divertimento

Sergio Mantovani, nacque a Cusano Milanino il 22 maggio 1929, la carriera del pilota lombardo iniziò per divertimento nei primi anni 50, arrivando secondo di classe e sesto assoluto nel Gran Premio di Bari del 1952 con una Ferrari. Sempre lo stesso anno arrivò secondo alla 12 ore di Pescara con una Lancia Aurelia nella classe GT.

L’anno successivo salì sul terzo gradino del podio nella Targa Florio condividendo una Maserati con Fangio. Vinse il Gran Premio di Caserta e partecipò al Gran Premio d’Italia una Maserati A6GCM insieme a Luigi Musso e arrivando settimo.

Nel 1954, partecipò più attivamente al campionato di Formula 1 conquistando due volte il quinto posto in Germania e Svizzera con la Maserati 250F e ottenendo i primi punti in carriera nella massima categoria motoristica. Nelle gare non valide per il campionato arrivò terzo a Siracusa e Roma.

gp argentina 1955
© Unknown

Una carriera in salita, fino al 1955, quando arrivò settimo al Gran Premio di Argentina, prima prova del mondiale e condividendo la propria vettura con Luigi Musso e Jean Behra.

Il 26 marzo 1955, durante le qualifiche del Gran Premio del Valentino a Torino, gara extra-campionato di Formula 1, la Maserati 250F di Mantovani, urtò con la ruota posteriore destra il marciapiede.
La vettura del pilota milanese iniziò una serie di paurose piroette sbalzando Mantovani dall’abitacolo, purtroppo la vettura ormai fuori controllo finì per schiacciargli la gamba sinistra. I medici tentarono l’impossibile, ma per salvare la vita allo sfortunato pilota furono costretti ad amputare l’arto e mettendo fine carriera di pilota a 26 anni.
Dopo l’incidente entrò a far parte della Commissione Sportiva dell’Automobile Club d’Italia.

Morì a Milano il 23 febbraio 2001.

Topics
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close