2010-2019On this day

Un grande Mark Webber vince il Gran Premio di Ungheria edizione 2010

L’1 agosto 2010, Mark Webber si aggiudicò il dodicesimo gran premio della stagione con una gara al limite. Sul podio anche la Ferrari di Fernando Alonso e l’altra Red Bull del compagno di squadra, Sebastian Vettel.

Gp Ungheria 2010 Partenza
© Ferrari

Allo spegnimento dei semafori, Vattel partì bene tenendo dietro uno scatenato Alonso, l’australiano invece si fece soffiare la seconda posizione dal ferrarista. Massa invece riuscì a mantenere la posizione. Nei primi giri di gara Vettel fece la lepre rifilando una serie di giri veloci, tanto che la gara sembrava ormai finita.
Ma un pezzo di carbonio perso dalla Force India sconvolse la corsa, obbligando il direttore di gara a fare entrare la safety-car. Iniziò così il valzer dei pit-stop; Vettel riuscì ad entrare ai box con una discutibile manovra, mentre le Ferrari di Alonso e Massa si fermano in successione.
Purtroppo il brasiliano perse la posizione a vantaggio di Hamilton che poi si dovette ritirarsi per un problema tecnico. Mark Webber, invece, decise di non fermarsi.

Gp Ungheria 2010 Pit-Stop Ferrari
© Ferrari

Intanto ai box si creò una situazione di caos con Sutil e Kubica che andarono al contatto proprio in pit lane mentre Rosberg fu costretto al ritiro per la perdita di un pneumatico.
Vettel sapeva che il compagno di squadra doveva ancora fermarsi, così decise di accodarsi rallentando il gruppo e lasciando strada al suo compagno prima del rientro della safety car.
La manovra del tedesco fu reputata dai commissari come un’ostruzione verso gli altri piloti così punirono Vettel con un passaggio ai box.
Mark Webber decise quindi di non fermarsi e continuare con le gomme morbide, rifilando tempi record giro su giro creandosi quel vantaggio tale da potersi fermare e rimando davanti al secondo.
A fine corsa le Ferrari riuscirono ad andare a punti con Alonso in seconda posizione e quarto con Massa.
Da segnalare l’ottima gara di Petrov, Hulkenberg e De La Rosa, mentre Michael Schumacher commise una scorrettezza ai danni del sul suo ex compagno Rubens Barrichello, chiudendogli la strada in fase di sorpasso e mandando contro il muro. Fortunatamente il brasiliano riuscì a tenera la macchina conquistando un punto proprio ai danni del tedesco che finì undicesimo.

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Griglia Punti
1 6 Australia Mark Webber
Austria Red Bull 01:41:05.571 70
2
25
2 8 Spain Fernando Alonso
Italy Ferrari 01:41:23.392 70
3
18
3 5 Germany Sebastian Vettel
Austria Red Bull 01:41:24.823 70
1
15
4 7 Brazil Felipe Massa
Italy Ferrari 01:41:33.045 70
4
12
5 12 Russian Federation Vitaly Petrov
France Renault 01:42:18.763 70
7
10
6 10 Germany Nico Hulkenberg
United Kingdom Williams 01:42:22.294 70
10
8
7 22 Spain Pedro de la Rosa
Switzerland BMW Sauber +1 lap 69
9
6
8 1 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren +1 lap 69
11
4
9 23 Japan Kamui Kobayashi
Switzerland BMW Sauber +1 lap 69
23
2
10 9 Brazil Rubens Barrichello
United Kingdom Williams +1 lap 69
12
1
11 3 Germany Michael Schumacher
Germany Mercedes +1 lap 69
14
0
12 16 Switzerland Sébastien Buemi
Italy Toro Rosso +1 lap 69
15
0
13 15 Italy Vitantonio Liuzzi
United Kingdom Force India +1 lap 69
16
0
14 19 Finland Heikki Kovalainen
United Kingdom Lotus +3 laps 67
19
0
15 18 Italy Jarno Trulli
United Kingdom Lotus +3 laps 67
20
0
16 24 Germany Timo Glock
United Kingdom Virgin Racing +3 laps 67
18
0
17 21 Brazil Bruno Senna
Spain Hispania Racing +3 laps 67
22
0
18 25 Brazil Lucas di Grassi
United Kingdom Virgin Racing +4 laps 66
21
0
19 20 Japan Sakon Yamamoto
Spain Hispania Racing +4 laps 66
24
0
RIT 2 United Kingdom Lewis Hamilton
United Kingdom McLaren Gearbox 23
5
0
RIT 11 Poland Robert Kubica
France Renault Collision 23
8
0
RIT 4 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes Wheel 15
6
0
RIT 14 Germany Adrian Sutil
United Kingdom Force India Collision 15
13
0
RIT 17 Spain Jaime Alguersuari
Italy Toro Rosso Engine 1
17
0

Topics
Pubblicità

Silvano Lonardo

Appassionato di tecnologia, Formula 1, Lego e vinili. Mi occupo web, SEO, web marketing e Google ADS. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close