Vettel domina nel Paese del Sol Levante


GP Giappone 2012 Red Bull Sebastian Vettel
© Red Bull

Grande vittoria per Sebastian Vettel, che con una autorevole Red Bull mette dietro tutti, invece sorprende Felipe Massa con la Ferrari. Il brasiliano parte decimo ed arriva secondo, questo a dimostrare la bontà della monoposto di Maranello in gara.
Grande emozione per Kamui Kobayashi che con la Sauber, conquista il terzo posto davanti al proprio pubblico.

GP Giappone 2012 Red Bull Sebastian Vettel
© Red Bull

Apriamo una breve parentesi sulla partenza che ha visto il KO di Fernando Alonso per un errore di valutazione di Kimi Raikkonen che tocca lo spagnolo con l’ala anteriore e fora il pneumatico posteriore della Ferrari.
Più o meno stessa sorte per Mark Webber con la Red Bull toccato nella fase di partenza da Romain Grosjean poi punito dai commissari. L’australiano arriva comunque nono.
In questa fase fuori anche Nico Rosberg per l’incidente provocato dal francese della Lotus.
Quarta e quinta posizione per le McLaren di Jenson Button e Lewis Hamilton un pò sottotono in questa gara.
Sesta posizione invece per la Lotus di Kimi Raikkonen che non brilla, anzi lascia il segno nel cuore dei ferraristi per la toccata su Fernando Alonso, leader del mondiale per soli quattro lunghezze su Sebastian Vettel.
Chiude settimo Nico Hulkenberg con la Force India seguito dalla Williams di Pastor Maldonado con una grande rimonta. Entrano nella zona punti anche Mark Webber con l’altra Red Bull sfortunata alla partenza per la tamponata da parte della Lotus di Romain Gosjean. Bravo anche Daniel Ricciardo con la Toro Rosso per questa bella posizione.

Fernando Alonso: “Ora inizia un nuovo campionato. Kimi mi ha toccato la ruota ed ho bucato. Non ho potuto continuare ed è stato un peccato La vettura in gara si è comportata un po’ meglio ma credo che Massa sia davanti anche per delle circostanze visto che ieri eravamo messi male ed il risultato delle qualifiche è stato chiaro. Abbiamo la stessa macchina da 5 gare, non mi aspettavo grosse sorprese.
Oggi è andata male a noi ma domani può andare male agli altri. Adesso ci troviamo praticamente a pari punti con 5 gare dalla fine e magari domenica prossima può succedere a qualcun altro di avere un problema”.

Kimi Raikkonen: “Non è colpa mia. La mia partenza è stata abbastanza buona. Io sono rimasto sulla sinistra e sono stati gli altri che si sono spostati verso di me. Ho toccato con l’ala anteriore la gomma posteriore sinistra di Alonso ma non potevo spostarmi oltre anche perché ho messo pure due ruote sull’ erba”.

Lewis Hamilton: “E’ Alonso quello che deve preoccuparsi. Comunque non ci sono stati problemi particolari. La macchina è andata migliorando nel corso della gara ma sono successe delle cose che non sono in grado di spiegarmi. La Red Bull ci preoccupa. Credo che soprattutto Fernando adesso non sia tranquillo”.

Sebastian Vettel: “Oggi è stato un passo importante ma non dobbiamo dimenticare una cosa ancor più importante: da quando abbiamo ricominciato la stagione dopo la pausa estiva ci sono stati risultati altalenanti un po’ per tutti. Anche Fernando che fino a quel momento era stato molto regolare ha avuto ben due ritiri.
Ciò dimostra che questa è un’annata un po’ pazza e ci obbliga a pensare che il percorso sia ancora lungo.
Sarà una battaglia dura fino all’ultima gara Voglio ringraziare il team che mi ha dato una macchina bilanciata che va fortissimo. E’ il sogno di ogni pilota poter guidare un mezzo del genere”.

Mark Webber: “Non sono felice. Sono rimasto in corsa ma non era quello che volevo fare. Volevo lottare per la vittoria ed, invece, ho dovuto rivedere la mia strategia e puntare su una rimonta. Alla fine ho raccolto dei punti ma non era quello che volevo”.

Romain Grosjean: “Dopo Spa ho cercato di stare sempre molto attendo. Mi stavo concentrando per non toccare assolutamente nessuno. Sono rimasto stupito di aver centrato Webber visto che mi son trovato in una posizione che mi ha visto arrivare molto più veloce di lui”.

GP Giappone 2012 F1
© Red Bull

L’ordine d’arrivo

Pos No Pilota Team Tempo Giri Fast Lap Led Griglia Punti
1 1 Germany Sebastian Vettel
Austria Red Bull 01:28:56.242 53
01:35.774
53
1
25
2 6 Brazil Felipe Massa
Italy Ferrari 01:29:16.874 53

0
10
18
3 14 Japan Kamui Kobayashi
Switzerland Sauber 01:29:20.780 53

0
3
15
4 3 United Kingdom Jenson Button
United Kingdom McLaren 01:29:21.340 53

0
8
12
5 4 United Kingdom Lewis Hamilton
United Kingdom McLaren 01:29:42.732 53

0
9
10
6 9 Finland Kimi Raikkonen
United Kingdom Lotus 01:29:46.666 53

0
7
8
7 12 Germany Nico Hulkenberg
United Kingdom Force India 01:29:47.401 53

0
15
6
8 18 Venezuela Pastor Maldonado
United Kingdom Williams 01:29:48.606 53

0
12
4
9 2 Australia Mark Webber
Austria Red Bull 01:29:50.917 53

0
2
2
10 16 Australia Daniel Ricciardo
Italy Toro Rosso 01:30:03.161 53

0
14
1
11 7 Germany Michael Schumacher
Germany Mercedes 01:30:04.011 53

0
23
0
12 11 United Kingdom Paul di Resta
United Kingdom Force India 01:30:19.702 53

0
11
0
13 17 France Jean-Eric Vergne
Italy Toro Rosso 01:30:24.887 53

0
19
0
14 19 Brazil Bruno Senna
United Kingdom Williams 01:30:24.951 53

0
16
0
15 20 Finland Heikki Kovalainen
United Kingdom Caterham +1 lap 52

0
17
0
16 24 Germany Timo Glock
United Kingdom Marussia +1 lap 52

0
18
0
17 21 Russian Federation Vitaly Petrov
United Kingdom Caterham +1 lap 52

0
22
0
18 22 Spain Pedro de la Rosa
Spain Hispania Racing +1 lap 52

0
20
0
19 10 France Romain Grosjean
United Kingdom Lotus Gearbox 51

0
4
0
RIT 25 France Charles Pic
United Kingdom Marussia Engine 36

0
21
0
RIT 23 India Narain Karthikeyan
Spain Hispania Racing Vibrations 32

0
24
0
RIT 15 Mexico Sergio Pérez
Switzerland Sauber Spun off 19

0
5
0
RIT 5 Spain Fernando Alonso
Italy Ferrari Spun off 0

0
6
0
RIT 8 Germany Nico Rosberg
Germany Mercedes Collision 0

0
13
0

Se ti è piaciuto condividilo sui social. Ti sarò eternamente grato.

Nessun commento

Lasciami un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.